Team SoloMid: Campioni o Bluff Assurdo?

Team SoloMid: Campioni o Bluff Assurdo?

Profilo di ReRosso
 WhatsApp

Sono sempre stato un pessimo giocatore di Poker ma adoro guardarlo. Al contempo sono un grande appassionato di cinema e i film che contengono il gioco d’azzardo mi solleticano allegramente.
Ora voi direte e questo che diamine c’entra con League of Legends? Aspettate. Ricordate il film del 1981 “Asso”? Quello con Adriano Celentano come attore, che gioca una memorabile partita a carte contro il marsigliese e conclude con la frase storica “Hai diciotto minuti per pensarci”.

Ecco, io vorrei che, alla fine di questo articolo voi tornaste al titolo ed alla domanda che contiene, prendendovi 18 semplici minuti per pensarci.
Ma entriamo meglio all’interno dell’argomento. Fate quello che vi dico e nessuno si farà male! (Maledetti polizieschi)
È il pomeriggio di una uggiosa giornata di metà Ottobre. Siamo in Cina, e no, non siamo a Shangai il giorno del capodanno nell’anno del drago. 5 ragazzi si stanno alzando da altrettante sedie e cominciano ad arrotolare i cavi delle loro tastiere. Quello in mezzo, un biondino sui 22 con gli occhiali ha la testa bassa. Sa perfettamente che ha fallito ancora una volta l’obiettivo della sua squadra e lui, membro più esperto, avrebbe dovuto guidarli.

La storia dei TSM (Team Solo Mid, ndr) comincia da un idea dei fratelli Reginald e Dan Dhin nel settembre 2009.
Il primo roster ufficiale era composto da Saintvicious in top, TheOddOne in jungle, Reginald mid, Locodoco (futuro Coach) adc e Chaox come support.
Il primo anno fece registrare alcune vittorie importanti. Ma il mito era ancora lontano dal nascere.

Facciamo un salto avanti fino alla terza stagione. Arrivano i 3 più grandi cambiamenti che la storia dei TSM ricordi. Questi prendono il nome di Bjergsen, Dyrus e WildTurtle. Eviterò di elencare, di seguito tutti i cambiamenti avvenuti in Jungle e nel ruolo di Support, i quali variavano di anno in anno, senza mai riuscire a trovare una quadratura del cerchio.
Per circa 3 anni, questi rimarranno i punti fissi dei TSM portandoli a vincere ogni cosa che potessero vincere all’interno del continente americano ed a creare un record aggiornato ogni anno (giorni nostri compresi): Sono l’unica squadra Statunitense ad aver mai preso parte a tutte le finali delle competizioni NA e l’unica squadra americana ad essersi sempre qualificata per i mondiali.

Lo so, fan dei tsm, trattenete le lacrime di gioia. Le note dolenti arrivano.

Continuiamo ad analizzare i roster. Dopo la stagione 5 e la magra figura fatta al World Championship, Reginald decide che è l’ora che i Tsm cambino pelle (ci ha messo poco a capirlo!!!!) e decide per 3 avvicendamenti importanti. Il top, la casa di Dyrus, viene affidato ad Hauntzer direttamente dai Gravity Gaming, dall’Europa arriva un nuovo Jungler, che risponde al nome di Svenskeren e WildTurtrle viene gentilmente parcheggiato per lasciare il posto a Doublelift che con una mossa a sorpresa decide di abbandonare i CLG e il suo compagno Aprhomoo con il quale formava la storica “Rush Hour” (altre citazioni cinematografiche, cercate di stare al passo).

Altro avvicendamento minore, Lustboy abbandona il ruolo di support in favore di Biofrost.
Con questa composizione, e con i favori della critica, si apprestano ad affrontare in casa i mondiali della sesta stagione.  E, al contrario di quello che tutti si aspettavano, escono ai gironi, giocando in maniera inguardabile.
Esattamente, quello che è successo quest’anno.

La storia dei Tsm, se ci si sofferma solo su quanto fatto all’interno dei campionati Americani è oro puro. Purissimo. Sono indiscutibilmente, per risultati, il miglior team in Nord America.
E allora perché li definisco bluff?
Beh, pensiamoci un secondo. A parte la quarta stagione, nella quale riuscirono ad arrivare fino ai quarti, perdendo 3-1 contro i Samsung White (futuri vincitori) i Tsm hanno sempre disatteso le aspettative che tutti, dagli addetti ai lavori, ai caster, ai tifosi avevano nei loro confronti.

Sono, probabilmente, una delle squadre più incompiute che il panorama competitive di Lol abbia mai conosciuto. La fortuna dei TSM è quella di avere una schiera di Fan fedelissimi che li hanno sempre spinti molto in alto, a volte anche più in alto di dove, effettivamente, potessero arrivare.
A tutto questo, ci aggiungo anche la netta mancanza di una guida vera e propria all’interno del team. Il giocatore che avrebbe dovuto guidarli in tutti questi anni ha dimostrato più volte di mancare completamente di leadership non riuscendo a dirigere la squadra “come un sol uomo” (oggi ce l’ho con le citazioni) e quello è Bjergsen. Le sue doti di coordinamento del team erano un problema, durante le season 3 e 4. Dalla quinta in poi ha cominciato a farsi sentire, e si vede, ma ancora ad un livello troppo basso per poter competere con squadre più forti o meglio organizzate di loro.

Anche perché parliamoci chiaro, se incontri i Samsung White della quarta stagione ci può stare. Sono più forti, amen.
Perdere contro i Misfits quest’anno no. A livello di uomini, i tsm erano molto, ma molto più forti. Quello che è mancato e che i Misfits hanno avuto è l’organizzazione di gioco ed il remare assieme, tutti, verso l’obiettivo.
Per certi versi, i Tsm sono sempre rimasti schiavi dei loro proclami. O meglio, in molti casi, i Tsm, al mondiale, si sono fatti ricordare più per i loro proclami, che per le loro gesta.
Ed ecco a voi la domanda da “18 minuti”.

La squadra più dominante in Nord America, forse la numero 1 al mondo per tifosi e supporter, capace di vincere Summer Split e Spring Split come se stessero rubando caramelle ad un bambino, può veramente fare questa magra figura ogni volta che si trova in una competizione mondiale?
E quindi, come dicevo: Campioni o Bluff assurdo?

La community

Fai crescere la community italiana, entra nel gruppo FB:  


Summer Rumble: arriva l’evento estivo di Riot Games

Summer Rumble: arriva l’evento estivo di Riot Games

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’estate non è ancora finita e, proprio per questo, Riot Games è pronta a farci vivere un altro interessante evento in questa calda stagione. Parliamo del Summer Rumble, un particolare torneo a nazioni che coinvolgerà alcuni tra i migliori streamer di tutta l’Europa.

Il nostra paese avrà Lilyane come capitano, che avrà il compito di formare le squadre da suddividere nei vari titoli di Riot. Una mansione per nulla facile e da cui dipenderà il successo o l’insuccesso dell’Italia all’interno di questo evento.

Andiamo a vedere tutti i dettagli di questa manifestazione, che partirà a breve e potrà essere seguita in streaming su Twitch.

La Summer Rumble di Riot Games

Premessa

Guardate dieci squadre di creatori di contenuti prendere parte a divertenti scontri nei nostri tre giochi più popolari: VALORANT, League of Legends e Teamfight Tactics, da lunedì 22 a mercoledì 24 agosto su Twitch (twitch.tv/twitchrivals)

Twitch Rivals x Riot Games Summer Rumble torna per il secondo anno, con squadre di creatori di contenuti da tutta la regione EMEA che si daranno battaglia per l’orgoglio regionale e l’onore personale.

Le squadre dovranno mettere a segno colpi alla testa, colpi mirati e anche tirare qualche dado fortunato, per battere gli avversari in tre giochi: VALORANT, League of Legends e Teamfight Tactics.

Sarà il #TeamItalia ad avere l’energia per trionfare, o sarà il #TeamPolska? Forse il #TeamNordics sbaraglierà la concorrenza, o magari sarà il #TeamEspaña a sorprendere tutti. 

Sintonizzatevi dalle 15:00 CEST di lunedì 22 agosto per scoprirlo twitch.tv/twitchrivalstwitch.tv/twitchrivals_frtwitch.tv/twitchrivals_es o in diretta sui canali del nostro Capitano. Unitevi alla vostra gente!

Squadre

Giveaway della Summer Rumble

Quest’anno, i fan che si sintonizzano avranno la possibilità di vincere o un’icona dell’evocatore di League of Legends, o un accessorio arma per VALORANT.

Condivideremo un link durante la trasmissione del 24 agosto. Il giveaway sarà limitato, così da incoraggiare i fan a visitare il link e riscattare più rapidamente che possono per avere più possibilità!

Il programma delle partite

Più in basso troverete il programma attuale. Gli orari potrebbero subire variazioni nel corso di ciascuna giornata in base alla durata delle partite.

GIORNO 1: LUN 22 AGOSTO

  • 15:00 – 18:45 CEST: TFT Fase a punti
  • 15:30 – 20:45 CEST: VALORANT fase a gironi Giorno 1
  • 15:30 – 20:45 CEST: League of Legends fase a gironi Giorno 1

GIORNO 2: MAR 23 AGOSTO

  • 15:00 – 20:15 CEST: VALORANT fase a gironi Giorno 2
  • 15:00 – 20:15 CEST: League of Legends fase a gironi Giorno 2
  • 15:45 – 19:45 CEST: TFT Playoff
  • 19:45 – 20:30 CEST: TFT Finali playoff

GIORNO 3: MER 24 AGOSTO

  • 15:00 – 21:30 CEST LoL e VALORANT Playoff (QdF di LoL fuori stream alle 13)
  • 17:30 – 20:15 CEST League of Legends Finali
  • 18:45 – 21:15 CEST VALORANT Finali

Regole della Summer Rumble

Le squadre otterranno Punti Rumble in base al loro posizionamento finale in ogni partita. Al termine dell’evento, il terzo giorno, la squadra con più Punti Rumble verrà incoronata Campionessa del Summer Rumble 2022. Tutte le posizioni conferiscono Punti Rumble, fino al 10° posto, quindi ogni partita è importante!

I primi due giorni delle competizioni di VALORANT e League of Legends si basano su un doppio girone all’italiana. Le squadre verranno divise in due gruppi da 5 e ciascuna giocherà una partita secca contro ogni altra squadra del proprio gruppo, fino ad aver sfidato due volte ogni altra squadra.

A differenza dell’anno scorso, le squadre ferme durante la fase a gironi si sfideranno in partite fuori dalla competizione. Non conteranno ai fini del piazzamento nel girone, ma verranno prese in considerazione in caso di spareggi.

Alla fine del secondo giorno, le quattro migliori squadre avanzeranno nel Gruppo finalisti, mentre le restanti sei passeranno nel Gruppo piazzamento.

Il Gruppo finalisti (Top 4) vedrà i concorrenti affrontarsi per decidere la migliore squadra di ciascuna partita, con l’obiettivo di accumulare più Punti Rumble possibile. Nel frattempo, le squadre nel Gruppo piazzamento si sfideranno per stabilire le posizioni dalla 5° alla 10° e portare a casa qualche Punto Rumble di consolazione per aumentare il totale del proprio paese.

Per TFT, la competizione funzionerà in modo leggermente diverso. Il primo giorno, i giocatori si affronteranno per ottenere Punti Valutazione in base alla loro posizione finale al termine di cinque lobby a rotazione. Ogni lobby includerà due giocatori da ciascuna squadra, aggiungendo una novità che creerà sicuramente delle dinamiche interessanti.

Alla fine del primo giorno, i Punti Valutazione ottenuti dai giocatori di ciascuna squadra verranno sommati. Le quattro che ne avranno totalizzati di più avanzeranno nel Gruppo finalisti (Top 4), mentre le altre sei scenderanno nel Gruppo piazzamento.

Il secondo giorno, i punti si azzerano e le squadre nel Gruppo finalisti si affronteranno tra loro. I giocatori otterranno punti in base alle loro posizioni individuali al termine di varie partite. Alla fine della giornata, i Punti Valutazione di ogni concorrente verranno sommati per stabilire le posizioni finali dalla 1° alla 4°.

Il Gruppo piazzamento si svolgerà in modo simile e stabilirà le posizioni dalla 5° alla 10°, dando alle squadre dei diversi paesi la possibilità di accumulare preziosi Punti Rumble di consolazione.


Worlds 2022: Tiffany & Co ridisegna la Coppa degli Evocatori

Worlds 2022: Tiffany & Co ridisegna la Coppa degli Evocatori

Profilo di Rios
 WhatsApp

Manca ormai relativamente poco all’inizio dei Worlds 2022, e Riot sta muovendo i primi passi per innovare il torneo più importante del mondo di LoL. L’azienda ha infatti deciso di “svecchiare” il look della storica Coppa degli Evocatori, affidandosi ad un brand importante come Tiffany & Co.

Una decisione molto importante, vista l’iconicità assunta dal celebre trofeo all’interno del mondo esports in generale. Sicuramente il legame con il passato sarà mantenuto, ma un nuovo design più accattivante ed al passo con i tempi è necessario.

Ancora non sono stati svelati troppi dettagli sulla nuova Coppa, e per vederla dovremo aspettare qualche settimana.

La nuova Coppa degli Evocatori debutterà prima dei Worlds 2022

Rinnovamento necessario

Oggi, Riot Games e Tiffany & Co., leggendario marchio di gioielleria, hanno annunciato una nuova collaborazione pluriennale con l’eSport di League of Legends (LoL Esports), che farà di Tiffany & Co. il designer ufficiale del trofeo del Campionato Mondiale di League of Legends.

Il culmine di questa collaborazione sarà il restyling della punta di diamante dell’eSport di LoL, la Coppa degli Evocatori, che viene assegnata ogni anno ai vincitori dei Mondiali e che farà il suo debutto digitale globale lunedì 29 agosto alle 16:00 sui canali digitali e social di Riot Games, LoL Esports e Tiffany & Co.

Le dichiarazioni di Naz Alethata

La Coppa degli Evocatori è un simbolo di grandezza negli eSport e il fiore all’occhiello di League of Legends“, ha dichiarato Naz Aletaha, Responsabile globale dell’eSport di League of Legends per Riot Games. “Le squadre che arrivano a sollevarla rappresentano il meglio del nostro sport e la loro bravura resta per sempre parte della storia dell’eSport di LoL. Quando eravamo alla ricerca di un partner in grado di rendere ancora più prestigiosa la vittoria del Campionato Mondiale, c’era un solo nome con cui volevamo collaborare per la Coppa degli Evocatori. Tiffany & Co è un brand storico ed è il designer principale dei trofei sportivi più importanti del mondo. Siamo onorati di poter collaborare con loro per celebrare i nostri Campioni del mondo passati, presenti e futuri.

Tiffany negli esports

Sin dal 1860, Tiffany & Co. è l’azienda leader nella creazione di trofei senza tempo che rappresentano la vetta delle prestazioni atletiche di diversi sport professionistici come calcio, basket e baseball. Ora la Coppa degli Evocatori dell’eSport di LoL affiancherà altri iconici trofei sportivi, tra cui la Silver Dragon Cup della LoL Pro League, anch’essa progettata e realizzata da Tiffany & Co. La nuova Silver Dragon Cup commemora il 10° anniversario dell’eSport di LoL in Cina e incorpora vari oggetti preziosi appartenuti a leggende del passato della LPL e frammenti della coppa originale.

Il nuovo gioiello per i Worlds 2022

La creazione della nuova Coppa degli Evocatori, dal peso di 20 kg e alta circa 68 cm, ha richiesto un intenso processo creativo e di collaborazione tra LoL Esports e Tiffany & Co. Il moderno design è il risultato di un lavoro di quattro mesi per un totale di 277 ore da parte degli esperti artigiani che realizzano più di 65 trofei ogni anno nel laboratorio di Cumberland, Rhode Island. L’ultimo capolavoro in argento sterling di Tiffany è stato creato usando strumenti e tecniche che risalgono alla metà del diciannovesimo secolo unite a innovazioni all’avanguardia, e riflette la storica tradizione di straordinaria maestria artigianale del marchio.

 

Le dichiarazioni di Alexandre Arnault

Siamo entusiasti di poter continuare la nostra collaborazione con League of Legends e di avere l’occasione di fare parte dell’evoluzione del brand dell’eSport più popolare del mondo“, ha dichiarato Alexandre Arnault, Vicepresidente esecutivo per i prodotti e la comunicazione di Tiffany & Co. “La creazione della Coppa degli Evocatori ha segnato per Tiffany un altro importante passo nel mondo degli eSport e un nuovo capitolo nella nostra tradizione come artigiani di trofei sportivi, che dura da 160 anni.

I Worlds 2022

Quest’anno, il Campionato Mondiale di League of Legends ritornerà in Nord America per la prima volta dal 2016 e riproporrà il formato di tour di più città dopo due anni di pausa. La competizione partirà con la fase di qualificazioni, dal 29 settembre al 4 ottobre a Città del Messico, seguita dai gironi (7-10/13-16 ottobre) e dai quarti di finale (20-23 ottobre) a New York. Le semifinali si terranno il 29 e 30 ottobre ad Atlanta, GA, e la finale 2022 si svolgerà il 5 novembre a San Francisco, CA.

I Mondiali costituiscono l’apice della competizione dell’eSport di LoL e durante il torneo le migliori squadre di 11 diverse regioni si sfidano per il titolo di campioni. Ventiquattro squadre provenienti dalle 11 leghe professionali di Riot parteciperanno a un torneo della durata di un mese per incoronare la migliore squadra del mondo. Ogni anno, i Mondiali continuano a infrangere tutti i precedenti record di spettatori, con un picco di oltre 73 milioni spettatori in contemporanea in tutto il mondo e una media di oltre 30 milioni di spettatori al minuto (AMA) durante lo scontro finale del 2021.


MMO di League of Legends: secondo Asmongold ”WoW non può competere con Riot”

MMO di League of Legends: secondo Asmongold ”WoW non può competere con Riot”

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Da tempo ormai si sa con certezza che Riot Games, casa produttrice di titoli ormai entrati nell’immaginario collettivo del mondo del gaming, è attualmente al lavoro su un MMO RPG ambientato proprio nel mondo di League of Legends.

Talmente è alto l’hype per questo progetto, che ogni singola, minima, notizia, viene di solito accolta con un entusiasmo senza paragoni. Parte del merito è sicuramente di Arcane, l’opera pensata per il piccolo schermo che ha introdotto anche i profani ai personaggi del continente di Runeterra.

Ma l’MMO di League Of Legends sarà davvero un gran successo come si suppone possa essere? Secondo un esperto del settore e vero e proprio colosso del mondo del Gaming, sì.

Asmongold rivela la sua opinione sull’MMO di League Of Legends

Durante una recente diretta streaming, Asmongold, leggenda di World of Warcraft e vera e propria autorità nel genere MMO, ha guardato insieme alla chat il teaser pubblicato qualche mese fa da Riot – teaser che ad oggi conta quasi 140 MILIONI di visualizzazioni su Youtube.

Dopo aver finito il filmato, lo streamer ha descritto così la sua impressione a caldo: “C***o, è stato davvero figo. Hanno letteralmente tutto quello che gli serve per rendere il progetto un vero successo.”

“Tanto per cominciare hanno una mole di fan mostruosa; poi hanno già per le mani un mondo praticamente gigantesco. Sono semplicemente una compagnia enorme, possono permettersi di spendere quantità stupide di soldi ed i loro giochi non sono mai stati Pay-To-Win. Hanno fatto grandi giochi e continueranno a farne ancora.”

Che ne pensate fan? Siete d’accordo con Asmongold sull’MMO di League of Legends? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: