Logo Riot Games

Sospeso dirigente Riot Games per il caso ”George Floyd”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

George Floyd – Apprendiamo la notizia di un paio di giorni fa della sospensione del dirigente Ron Johnson, ”global head of consumer products” di Riot Games.

Colpevole di aver diffuso un’immagine di George Floyd riportante notizie riguardo la sua fedina penale degli ultimi anni, avrebbe inoltre aggiunto dei commenti poco piacevoli sull’uomo.

Ad esempio, riguardo una fantomatica rapina che sarebbe stata compiuta dall’afroamericano ai danni di una donna incinta, Johnson scrive: ”peccato che la donna non avesse una pistola”.

In testa al post il dirigente ha dichiarato”Questo non è un motivo valido per giustificare l’omicidio da parte del poliziotto, che dovrà essere indagato in quanto potenziale crimine”. Ed ha poi aggiunto ”Dovrebbe essere un’opportunità per le persone e per i ragazzi di imparare che una vita di criminalità non può portare a nulla di buono per voi e per chi vi sta intorno”.

Ron Johnson ed il post su George Floyd

Nonostante l’immediato distanziamento da parte di Riot Games dalle parole del dirigente su George Floyd, e la successiva sospensione dell’uomo, questa di Ron Johnson è una faccenda che la compagnia avrebbe certamente evitato.

Il polverone mediatico che si era alzato durante lo scandalo in casa Riot sul trattamento e la discriminazione delle donne riecheggia infatti ancora oggi e di sicuro non erano per nulla necessarie per l’azienda questo tipo di esternazioni.

Articoli Correlati :

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701