Scossa di assestamento: pesanti nerf in arrivo per la runa direttamente dal PBE

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Se avete mai avuto l’occasione d’incontrare una Lissandra, con Scossa di assestamento come runa chiave, sapete quanto può essere frustrante. Questa runa, inizialmente pensata per i tank, ha reso gli engager ed i campioni da dive fin troppo forti. Questi posso continuare a fare trade, in ogni situazione, senza subire troppe conseguenze.

Fortunatamente, Riot si è accorta del problema, troppo tardi secondo noi, e sta provando a porre rimedio, andiamo a vedere come.

I numeri del nerf alla scossa di assestamento

  • L’armatura e la resistenza magica guadagnate dopo aver immobilizzato un nemico passando da 70-120 a 20-170.
  • I ratio AP ed AD della runa sono stati completamente rimossi

Non serve dire molto, i numeri parlano da soli. Immaginiamo, però, che questo nerf voglia tagliare le gambe a quei campioni (protagonisti del meta attuale), che abusano di questa runa. Stiamo parlando di personaggi come Sylas e Lissandra, che tramite i loro innumerevoli controlli, riescono, in early game, ad avere dei trade sicuri e spesso gratuiti.

Non è tutto positivo però

Questo è uno di quei classici bilanciamenti, che da una parte risulta positivo, mentre da un’altra non lo è per nulla. Infatti i tank che utilizzavano la runa per avere un early più safe, dovranno ora abbandonarla. I numeri che abbiamo appena visto, rendono la scossa di assestamento totalmente inutile nelle fasi iniziali, mentre sarà più forte in late-game.

La maggiore debolezza dei tank, sta proprio nelle fasi iniziali di partita, durante le quali non hanno statistiche sufficienti per sopravvivere. Nelle fasi più tardive di partita, un tank ha già tutte le resistenze di cui ha bisogno, e se ne fa poco o nulla di quelle che verranno date dalla runa. Alla fine dei conti, questo nerf va bene ma non benissimo.


Scossa di assestamento: pesanti nerf in arrivo per la runa direttamente dal PBE
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701