Riot spiega perché LoL non avrà mai una chat vocale

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La chat vocale è un argomento che, ciclicamente, infiamma gli animi dei giocatori di League Of Legends. Molti vorrebbero la sua implementazione per comunicare meglio con il proprio team, ma Riot è sempre stata restia ad inserirla nel gioco.

Recentemente, la questione è rinata su Reddit, e lo sviluppatore BarackProbama ha voluto chiarire la posizione dell’azienda ancora una volta. Purtroppo la tossicità su LoL è un problema tanto reale quanto grave, che sarebbe ingigantito (secondo lo sviluppatore) dalla chat vocale.

Insomma, sempre la solita solfa che ormai conosciamo a memoria, ma sembra che la cosa non entri in testa a buona parte della community.

Riot non vuole la chat vocale su LoL

Il commento di  Riot Barack Probama

ENG

Howdy friends, I’m the design lead on the Behavioral Systems team for League of Legends.

Some quick thoughts:

The core goal and motivation people think about when they ask for broader voice support in League is better team cohesion by increasing communication. I actually think that’s a noble goal and if that were the only thing at play I’d be super gung ho about team voice chat.

Unfortunately what we’ve seen time and time again is that the more rich the communication tool, the more powerful it is as a means for disruptive behavior. Put more simply: It’s way worse to be told you’re a noob via voice than it is to be told the same through text.

And beyond that, voice is more damaging and disruptive to marginalized groups. It reveals more information about them that has been repeatedly demonstrated to increase severity and frequency of harassment. (Think gender, accent, dialect, etc)

And to go even further beyond that, voice chat is significantly more difficult to moderate, detect disruption in, and police than text chat or other forms of communication.

In the future, we will certainly be looking into giving players richer communication tools that do not have the same disruptive potential as voice chat. For now, we like voice chat for parties and don’t love it for teams.

ITA

“Ciao amici, sono il lead designer del Behavioral Team di League Of Legends.

Qualche pensiero veloce:

L’obiettivo principale e la motivazione a cui le persone pensano quando ci chiedono un supporto vocale più ampio per League è il migliorare la coesione del coesione del team aumentando la comunicazione. Credo che sia un obiettivo piuttosto nobile e se fosse l’unica cosa in gioco sarei molto felice per la voice chat.

Sfortunatamente, ciò che abbiamo visto nel corso del tempo, ci ha dimostrato che più è ricco il sistema di comunicazione, più aumentano i comportamenti negativi. Mettiamola in termini più semplici: è peggio sentirti dire di essere nabbi attraverso la chat vocale che attraverso quella testuale.

Ma oltre a questo, la voce è molto più dannosa e distruttiva per i gruppi marginalizzati. Rivela troppe informazioni su di loro, ed è stato dimostrato che questa cosa aumenta la gravità e la frequenza delle molestie. (Pensate al gender, al dialetto, all’accento etc.)

Ma andando anche oltre ciò, la chat vocale è notevolmente più difficile da moderare, è più difficile individuare i comportamenti distruttivi è anche più difficile da sorvegliare rispetto alla chat testuale o altre forme di comunicazione.

In futuro, sicuramente cercheremo di dare ai giocatori degli strumenti di comunicazione che non hanno lo stesso potenziale distruttivo della chat vocale. Per il momento, amiamo la chat vocale per i party ma non l’amiamo per i team.


Riot spiega perché LoL non avrà mai una chat vocale
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701