Riot Phroxzon: “il durability update sta funzionando bene”

Riot Phroxzon: “il durability update sta funzionando bene”

Profilo di Rios
 WhatsApp

In un recente dev blog, pubblicato sul sito di League Of LegendsRiot Phroxzon ha parlato dei grandi aggiornamenti di gioco che abbiamo visto in questo periodo. Il “durability update” ha cambiato il meta dalle radici, ma avrà raggiunto l’obiettivo posto dagli sviluppatori?

Per ora sembra di si, anche se il team sta lavorando per bilanciare altre cose che non funzionano. In primis abbiamo il sistema di “ferite gravi”, che ancora non soddisfa al 100% le esigenze dei programmatori e forse anche di una larga parte dei giocatori.

Ma andiamo a leggere direttamente le parole del rioter, che ha cercato di spiegare il tutto nella maniera più dettagliata possibile.

Riot Phroxzon parla del durability update

Introduzione

“Con l’aggiornamento alla resistenza dei campioni ormai alle spalle, vogliamo condividere con voi le nostre riflessioni in merito. Per ulteriori informazioni sulla nostra gestione dell’aggiornamento alla resistenza, consultate questi Commenti sul gameplay.”

Perché aumentare la resistenza?

“Prima di cominciare, vogliamo rispondere a una domanda che abbiamo visto spesso: perché abbiamo buffato la resistenza invece di nerfare i danni?

Mentre valutavamo i danni in LoL, abbiamo analizzato in modo approfondito sistemi di gioco come rune, oggetti e incantesimi dell’evocatore per capire quali fossero i problemi relativi ai danni a lungo termine. Abbiamo concordato tutti che i danni di questi sistemi erano insieme troppo elevati, ma che erano bilanciati relativamente l’uno all’altro. Per mantenere questo relativo bilanciamento abbiamo deciso di buffare la resistenza dei campioni, in modo da intervenire sui singoli sistemi invece di modificarli tutti.”

Bilanciamento e modifiche

“Come previsto per tutti i grandi aggiornamenti, all’inizio la situazione non era molto bilanciata. Invece di provare a bilanciare preventivamente tutti i campioni in vista di una prima uscita, abbiamo scelto un approccio con interventi rapidi basato sulle migliaia di partite e di dati raccolti nel primo giorno. Nel corso di quel primo giorno abbiamo ribilanciato 11 campioni che erano stati buffati o nerfati troppo dall’aggiornamento. Poi abbiamo iniziato a lavorare sulla patch 12.11, che con più di 60 modifiche è una delle più grandi mai realizzate (scusateci, lettori delle note sulla patch). Inoltre abbiamo inserito altre modifiche mirate a cure e scudi nella patch 12.12.

Detto questo, ci sono ancora delle cose da sistemare. Le classi e gli oggetti non sono ancora del tutto bilanciati, alcuni campioni hanno bisogno di ritocchi e la guarigione è ancora sbilanciata, in un mondo con 40% di Ferita grave.

A proposito dell’attuale situazione di Ferita grave (FG), ci stiamo impegnando a bilanciare il gioco intorno al 40% di riduzione della guarigione. Idealmente non dovreste comprare Ferita grave in ogni partita, dovrebbe essere piuttosto un acquisto in base alle situazioni in partite contro 2 o più campioni curatori. In futuro abbiamo in mente di ridurre le guarigioni per allinearle all’attuale situazione di Ferita grave.”

Considerazioni personali di Riot Phroxzon

“Stiamo ancora bilanciando l’aggiornamento alla resistenza, ma pensiamo stia funzionando relativamente bene. I giocatori di tutte le regioni hanno più occasioni per mostrare le loro abilità e ci segnalano che i combattimenti hanno un ritmo migliore e sono più intellegibili (questi erano due dei nostri obiettivi principali!) Crediamo che combattimenti più lenti offrano ai giocatori più opportunità di dimostrare abilità strategiche come posizionamento e gestione dei tempi di ricarica. Queste piccole dimostrazioni di abilità preparano il palco ai giocatori che potranno dare il meglio nelle incredibili giocate e nei combattimenti a squadre che rendono fantastico LoL.

Abbiamo visto anche altri effetti positivi, come la ridotta “valangosità” delle partite e un (leggero) allungamento dei tempi di gioco.

Crediamo che l’effetto valanga inizialmente sia positivo, dopotutto è giusto che i giocatori possano sfruttare i vantaggi iniziali per determinare il risultato della partita. Detto questo, pensiamo anche che non sia possibile che una partita diventi irrecuperabile dopo 15 minuti. Prima dell’aggiornamento alla resistenza l’effetto valanga era un po’ troppo forte. Ma con campioni più resistenti e torri più forti abbiamo raggiunto un equilibrio che ci soddisfa.

A proposito di partite più lunghe, queste danno ad entrambe le squadre più possibilità di affrontarsi al meglio a fine partita, rendendo le relative strategie e decisioni più importanti rispetto a quanto non fossero nelle partite più brevi. Siamo felici di rendere questi concetti più importanti in LoL, sempre che le partite non diventino troppo lunghe.”

Conclusioni

“Un ringraziamento speciale va al team del gameplay, ma anche agli aiuti dei team dei campioni e dell’analisi di gioco, per aver reso possibile un aggiornamento così grande.

Vogliamo anche ringraziare voi giocatori perché amate il gioco quotidianamente, come noi, e perché ci comunicate i vostri dubbi e le vostre richieste. Siamo emozionati all’idea di continuare a costruire League of Legends con voi!”

Preseason 2023 LoL, REWORK ALLA GIUNGLA: inaspettato ritorno dei PET della Season 6

Preseason 2023 LoL, REWORK ALLA GIUNGLA: inaspettato ritorno dei PET della Season 6

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Alcuni leak, tuttavia non ancora confermati, avrebbero indicato un prossimo ritorno di una feature molto amata dai giocatori di League Of Legends, anche se tristemente scomparsa in Season 6.

Stiamo ovviamente parlando dei PET della GIUNGLA, una vecchia conoscenza dei giocatori più longevi che ha tuttavia lasciato il gioco da diverso tempo… per motivi ancora ad oggi non confermati.

Come anticipato, secondo alcune recentissime fughe di informazioni dagli studi LoL/Riot Games, questa meccanica sarebbe ormai prossima al ritorno durante la PreSeason 2023. Vediamo i dettagli.

Preseason 2023 LoL, i dettagli del REWORK ALLA GIUNGLA ed il ritorno dei PET

Un rapporto condiviso dai colleghi di Dotesports ha indicato la pubblicazione di un Dev Blog (che attualmente risulta tuttavia cancellato da Riot), che discute alcune funzionalità sperimentali che potrebbero essere testate per la preseason 2023 alla fine dell’anno.

Secondo quanto riportato, nel comunicato si parlava di una certa difficoltà nell’affrontare il ruolo della giungla, portato alla luce da un numero irrisorio di persone che si mettono in coda in Solo mettendo come ruolo primario Giungla.

Secondo gli sviluppatori, questo effetto sarebbe causato da due principali fattori: il primo sarebbe la difficoltà nell’imaprare un ruolo che rispetto alle Lane classiche richiede l’apprendimento di una serie di meccaniche estremamente complesse, come i vari ”pathing”, o ancora i timing di spawn dei vari campi.

La seconda invece, è più di carattere sociale. Il ruolo della giungla, secondo gli studi effettuati, sarebbe il ruolo dove in generale si ricevono più critiche da parte del resto della squadra, cosa che ovviamente tende a scoraggiare chi gioca per divertimento o solo per passatempo.

preseason lol

Una delle possibili soluzioni a questi problemi, scrivono nei rapporti, sarebbe il ritorno di una serie di vecchie feature, tra cui i PET della Giungla, dai simpatici companion che, molto banalmente, ci dovrebbero aiutare a pulire i campi più in fretta, permettendoci di concentrarci di più su altri aspetti del gameplay in Giungla.

Allo stato attuale delle cose non è ovviamente facile capire come funzioneranno questi PET con esattezza, ma di sicuro tutti i nostri lettori main-giungla, saranno felici di sapere che Riot sta pensando anche a loro. Che ve ne pare? Siete in attesa trepidante per la Preseason 2023 di LoL? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

In un recente sfogo avvenuto in diretta streaming, il noto player Tyler ‘Tyler1‘ Steinkamp, ha spiegato come secondo lui lo scarso livello dei giocatori nelle sue partite classificate lo stia davvero mettendo a dura prova.

Streamer decisamente sopra le righe, Tyler1 è tuttavia inequivocabilmente un giocatore di altissimo livello che appena pochi mesi fa è addirittura riuscito ad arrivare in Challenger, il massimo livello delle ranked di LoL, in tutti e cinque i ruoli del gioco.

Un deterioramento non solo mentale, ma anche a livello fisico, quello che secondo Tyler1 sarebbe ormai la quotidianità per moltissimi giocatori delle ranked su LoL, stanchi di trovarsi a giocare con gente decisamente non al loro livello.

Le ranked su LOL sono davvero così tossiche?

Sebbene Tyler1 sia diventato famoso proprio grazie ai suoi sfoghi contro i compagni di squadra, quello che dice non è del tutto fuori dal mondo.

A quanti di voi sarà capitato almeno una volta di farsi ”rodere il fegato” così tanto dopo una partita magari persa solo per l’arrendevolezza di alcuni compagni di squadra? Ecco, questo è fondamentalmente quello che lamenta lo streamer.

”Purtroppo, mi fa ancora male lo stomaco dalla partita di prima. Penso che i giocatori che incontro in Ranked, per quanto giocano male, mi stiano facendo ammalare fisicamente”.

Ed ha continuato: ”Penso davvero che stiano danneggiando la mia salute. Li vedo giocare, e poi prima che la partita finisca, non sto scherzando, ve lo giuro mi sento male, come ieri che ha iniziato a farmi male la testa. Poi oggi invece ha iniziato a farmi male lo stomaco.”

Che ne pensate community? Anche per voi le ranked su LoL sono un’esperienza così traumatica? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Patch 12.15 LoL – nel mirino Master Yi e Sivir, NERF anche all’Annientatore Divino ed alla runa Primo Attacco

Patch 12.15 LoL – nel mirino Master Yi e Sivir, NERF anche all’Annientatore Divino ed alla runa Primo Attacco

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

LOL – Arrivati ieri in serata anche i dettagli completi sulla patch 12.15, che dopo l’anteprima di settimana scorsa verranno resi disponibili oggi stesso.

Nel mirino degli interventi degli sviluppatori diversi campioni, con un’attenzione speciale al flagello del Low-Elo Master Yi ed a Sivir, che verranno entrambi depotenziati dopo i risultati impressionanti degli ultimi giorni.

Senza ulteriori indugi procediamo dunque con i dettagli sui bilanciamenti, lasciando la parola direttamente agli sviluppatori: ‘‘Nella versione di questa settimana delle note sulla patch abbiamo dato ai campioni basati sull’energia un lieve potenziamento, alcuni bilanciamenti a Master Yi e Sivir, e buffato alcuni supporti da ingaggio.

Abbiamo anche ridotto il potere di Annientatore divino e di Primo attacco, in modo che non siano sempre troppo efficaci. Ora andiamo, è il momento della patch 12.15!”

LoL – Patch 12.15, dettagli completi sull’aggiornamento

Campioni nerfati nella patch 12.15

  • Master Yi – Stile Wuju (E): Tempo di ricarica aumentato da 18/17/16/15/14 a 18 a tutti i livelli
  • Qiyana Privilegio reale (P): Scaling con l’AD del danno diminuito dal 45% al 30%
  • Sivir Statistiche base: Crescita dell’AD diminuita da 3.3 a 3 // Scudo incantato (E): Tempo di ricarica aumentato da 22/20/18/16/14 a 24/22.5/21/19.5/18 // Caccia grossa (R): Tempo di ricarica aumentato da 100/85/70s a 120/100/80
  • Gwen Zac Zac! (Q): Conversione del danno puro diminuito dal 75% al 70%
  • Taliyah Disfare il terreno (E): Tempo di ricarica aumentato da 16/15/14/13/12s a 18/17/16/15/14s // Muro della Tessitrice (R): Durata del muro diminuito da 5s a 4s
  • Kalista Statistiche base: AD base diminuito da 69 a 66

CLICCA QUI per continuare a leggere tutti i dettagli sulla PATCH 12.15 di League of Legends