Riot chiude il “caso Reginald”: ecco la sentenza

Riot chiude il “caso Reginald”: ecco la sentenza

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il “caso Reginald” ha scosso tutto l’ambiente dei TSM e della LCS, costringendo Riot ad intervenire direttamente dopo le numerose denunce ricevute. Infatti diversi dipendenti ed ex-dipendenti del team si sono rivolte alle autorità competenti portando alla luce il compramento del proprietario della squadra.

Dopo diversi mesi d’indagine interna, gli incaricati di Riot hanno finalmente fatto chiarezza, pubblicando una sentenza definitiva contro l’imputato. Il tutto è stato diffuso attraverso un comunicato sul sito di LoL Esports, in modo tale da mantenere la massima trasparenza.

Andiamo a leggere quali sono state le decisioni su questa spiacevole vicenda, che è andata avanti per fin troppo tempo.

La sentenza sul “caso Reginald”

Sommario

  • La Lega ritiene che ci fosse un modello e una pratica di comportamento denigratorio e di bullismo mostrato da Andy Dinh nei confronti dei giocatori e dei membri dello staff di TSM.
  • I TSM vengono multati di settantacinquemila dollari ($ 75.000). Mentre Dinh dovrà completare la formazione sulla sensibilità e la formazione per dirigenti. Inoltre sarà in libertà vigilata per i prossimi due anni nell’ecosistema Riot.
  • Un supervisore indipendente è stato nominato per gestire una “tip-line” e seguire i regolari check-in con i giocatori del team di League of Legends dei TSM.

Contesto

Nel novembre 2021, un ex giocatore di TSM ha presentato una serie di accuse pubbliche contro Andy Dinh (“Dinh”), il proprietario di maggioranza di TSM. Queste includevano accuse di bullismo e rimproveri sui giocatori e sul personale su TSM, affermando che le aggressioni verbali di Dinh avevano causato ai giocatori e allo staff umiliazioni pubbliche, esaurimenti mentali e altro ancora.

In risposta a queste accuse pubbliche, altre persone che sono o erano associate a TSM si sono fatte avanti con denunce simili attraverso la NA LCS Players Association. A seguito di queste, la North America League of Legends Championship Series, LLC (la “LCS”) ha incaricato un consulente esterno di condurre un’indagine indipendente e riferire i propri risultati. Questa sentenza competitiva riflette tali risultati.

Inoltre, il 27 maggio 2022, TSM ha annunciato di aver completato un’indagine indipendente su Dinh. Che è stata guidata da un direttore indipendente dei TSM, senza il coinvolgimento di Reginald stesso. Il rapporto finale di quell’indagine ha rilevato che “non c’era condotta illegale da parte del signor Dinh” ma che Dinh “ha fornito feedback ai dipendenti, compresi i giocatori, in un tono aggressivo e duro”. Il rapporto raccomandava azioni correttive, tra cui:

  • Executive coaching obbligatorio per Reginald ed executive coaching volontario per altri dirigenti;
  • Formazione alla leadership e formazione alla costruzione della cultura
  • Una hotline di segnalazione anonima in modo che i dipendenti possano presentare reclami su qualsiasi dirigente al di fuori della normale catena di comando e senza timore di ritorsioni.

L’indagine della LCS

L’Accordo di partecipazione della squadra (il “TPA”), che è il contratto tra ciascuna squadra e la LCS, insieme al Regolamento ufficiale della LCS (il “Regolamento”), stabilisce l’ambito consentito di qualsiasi indagine condotta dalla LCS . In questo caso, lo scopo della nostra indagine era:

  • Quanto sono state serie e pervasive le azioni alla base dei resoconti del trattamento e dei comportamenti di Dinh nei confronti dei giocatori e dello staff di TSM?
  • Dinh ha fatto commenti denigratori o molesti relativi alla razza, all’origine nazionale, all’orientamento sessuale o a qualsiasi altra classe protetta di qualsiasi individuo o gruppo. O ha intrapreso azioni o fatto commenti che creerebbero un’inferenza che Dinh abbia discriminato, molestato sessualmente o molestato illegalmente chiunque collegato con TSM?
  • Ci sono state segnalazioni credibili di altre azioni di Dinh, inclusa la violenza fisica, che avrebbero dato luogo a una violazione del TPA o delle Regole?

Mentre abbiamo visto altre accuse pubbliche nel corso dell’indagine, che facevano riferimento al trattamento di appaltatori e dipendenti ai sensi della legge statale o federale pertinente, tali domande sono in definitiva al di fuori dell’ambito della nostra indagine fino a quando e a meno che non vi sia una decisione di un tribunale o di un arbitro , o una transazione pubblica che comporti un’ammissione di illecito, che potrebbe innescare ulteriori azioni investigative e/o sanzioni ai sensi del Regolamento e della TPA.

In definitiva, ci sforziamo di camminare sulla linea sottile tra proteggere il nostro sport e far rispettare le nostre regole da un lato. E giudicare controversie o sostituire tribunali, arbitri o, in alcuni casi, la polizia dall’altro. Inoltre, la nostra revisione degli incidenti che si verificano nelle attività accessorie di un team è generalmente limitata a casi di azione illegale o turpitudine morale.

Il processo d’investigazione

Gli investigatori hanno interrogato quattordici persone, tra cui Reginald. Ciò includeva tutti i denuncianti forniti dall’Associazione dei giocatori, nonché qualsiasi altra parte identificata nel corso di tali interrogatori.

Inoltre, gli investigatori hanno contattato un certo numero di ex giocatori e dipendenti di TSM che non hanno risposto o si sono rifiutati di collaborare alle indagini. Gli investigatori hanno anche esaminato alcune e-mail e altre comunicazioni elettroniche, nonché dichiarazioni e video pubblici.

I nostri investigatori erano a conoscenza dell’indagine condotta dal direttore indipendente dei TSM e hanno parlato con questa persona in diverse occasioni. Inoltre, un piccolo numero di colloqui con gli attuali dipendenti di TSM è stato condotto congiuntamente per motivi di efficienza. Sebbene a tali individui sia stata offerta un’ulteriore opportunità di parlare senza la presenza del direttore dei TSM per assicurarsi che potessero parlare in modo aperto e schietto.

Non abbiamo fornito informazioni ai TSM sulla nostra indagine. Non è stato fornito un elenco di persone con cui abbiamo parlato (al di fuori degli attuali dipendenti di TSM). Inoltre non abbiamo condiviso le nostre note o conclusioni finali con i TSM. E non abbiamo collaborato con TSM alle loro indagini relazione o avviso, o su tale pronuncia competitiva (al di fuori del consueto preavviso di pronuncia che di solito diamo in sede di emissione delle sentenze).

Abbiamo informato TSM, Reginald e la NA LCS Players’ Association in merito alla sostanza di questa sentenza competitiva.

Risultati dell’indagine

Sulla base delle conclusioni che abbiamo tratto dalla segnalazione dei nostri investigatori indipendenti, riteniamo che ci fosse un modello e una pratica di comportamento denigratorio e di bullismo esibito da Reginald. Ciò includeva abusare verbalmente di giocatori professionisti e membri dello staff di TSM e comunicare in modo umiliante e sminuente.

Quasi tutti i testimoni hanno convenuto che gli sfoghi e gli abusi di Dinh erano generalmente limitati alla prestazione percepita di un giocatore o di un membro dello staff. Nessuno dei testimoni ricorda alcuna situazione in cui il comportamento abusivo di Dinh si è concentrato su una classe protetta (razza, genere, età, orientamento sessuale, identità sessuale, ecc.). Non ci sono state segnalazioni di abusi fisici effettivi o minacciati nei confronti di qualsiasi giocatore di TSM o membro dello staff.

Regole violate

14.3.1 Incitamento all’odio e parolacce . Un membro del team non può usare un linguaggio osceno, scurrile, volgare, offensivo, minaccioso, offensivo, calunnioso, diffamatorio o comunque discutibile; o promuovere o incitare all’odio o comportamenti discriminatori.

14.3.4 Molestie. Le molestie sono vietate. Le molestie sono definite come atti sistematici, ostili e ripetuti che si verificano in un periodo di tempo considerevole, o un singolo caso eclatante, che ha lo scopo di isolare o ostracizzare una persona e/o ledere la dignità della persona.

Decisione

Le Regole sono applicabili a Reginald come proprietario di una squadra il che lo classifica come “Membro della squadra”. Reginald ha violato le regole 14.3.1 e 14.3.4 del regolamento LCS. Inoltre, secondo i termini dell’accordo di partecipazione al team tra LCS e TSM, il team ha accettato sia di “gestire e far funzionare il team in modo professionale, in conformità con i più alti standard nel settore degli eSport” e di garantire che i membri del team (incluso Dinh) “forniscono i propri servizi in modo professionale e in conformità con gli standard e le regole di condotta specificati nelle Regole”.

Ai fini dell’LCS Penalty Index, l’LCS non ha basi su cui determinare quanti casi di condotta abusiva e molesta si siano verificati. In quanto tale, il nostro risultato attingerà da questo, ma si discosterà dall’indice di penalità.

I TSM sono multati di settantacinquemila dollari ($ 75.000). Il che rappresenta 3 volte la multa massima per condotta sconveniente di un membro del team LCS. Coincidendo con il lungo modello pluriennale che crediamo esistesse. Questa multa sarà devoluta dalla LCS a un ente di beneficenza. Un ente incentrato sull’antibullismo e/o sulla salute mentale selezionato in collaborazione con l’Associazione dei giocatori.

Inoltre, i TSM sono tenuti a fornire prove entro sessanta (60) giorni che Reginald ha completato: (1) addestramento di sensibilità. E (2) corso di formazione per dirigenti. La formazione deve essere fornita da una terza parte non affiliata ai TSM. Per garantire che il fornitore di formazione sia qualificato, TSM deve pre-inviare il fornitore alla Lega per l’approvazione. Inclusa la prova di qualifiche come certificati di istruzione, formazione ed esperienza. Attraverso l’imposizione di queste sessioni di formazione.

Condanna personale

Infine, Reginald viene messo in “libertà vigilata” per i prossimi due anni. I TSMReginald si sono impegnati in un cambiamento culturale all’interno della loro organizzazione. E vogliamo fornire loro spazio affinché avvenga quel cambiamento positivo.

Tuttavia, vogliamo anche garantire che se questo cambiamento non si verifica, le conseguenze all’interno dell’ecosistema Riot siano chiare. Qualsiasi constatazione da parte della LCS, o di qualsiasi altro ente governativo di Riot, dovesse dimostrare che Reginald ha violato le nostre regole durante questo periodo di libertà vigilata comporterà sanzioni notevolmente aumentate.

Al fine di garantire il rispetto delle nostre regole, durante la libertà vigilata di Reginald, un supervisore indipendente nominato da Riot gestirà una “tip line”. Attraverso questa, i dipendenti dei TSM potranno segnalare in forma anonima casi di condotta abusiva da parte di Reginald.

Inoltre, tramite l’Associazione dei giocatori, il supervisore controllerà gli attuali giocatori del team di LoL dei TSM. Così protrà segnalare eventuali violazioni delle regole alla lega per il follow-up. I TSM saranno tenuto a fornire ad informare, con un modulo fornito dalla Lega, tutti i giocatori e tutti i membri dello staff esistenti e a eventuali nuovi assunti durante il periodo di prova, spiegando l’esistenza e lo scopo della “tip-line”.

Teletrasporto: un bug gravissimo affligge l’incantesimo

Teletrasporto: un bug gravissimo affligge l’incantesimo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il Teletrasporto è stato, nel corso della storia di League Of Legends, una degli incantesimi dell’Evocatore più importanti sia in soloQ che in competitivo. Proprio per questo motivo Riot ha cercato di tenerlo sotto controllo, con diversi nerf che ne hanno modificato la natura.

L’ultimo di questi ha totalmente cambiato il ruolo dell’incantesimo, permettendo ai giocatori di sfruttarlo al massimo soltanto dopo il minuto 14. Ma, secondo quanto riportato da Vandiril, uno strano bug permette a chiunque di aggirare questo limite.

Un’interazione gravissima, che non solo mette a rischio la soloQ, ma ancora di più il competitivo e tutti i tornei ad esso collegati.

Il grave bug del Teletrasporto

Funzionamento dell’incantesimo

Qualche tempo fa Riot ha deciso di cambiare permanentemente la natura del Teletrasporto e delle strategie che gli ruotavano attorno. Infatti i giocatori possono teletrasportarsi soltanto sulle torri prima del minuto 14, utilizzando la “versione base” dell’incantesimo.

Una volta passato questo limite temporale, il Teletrasporto sblocca tutto il suo potenziale, permettendo ai player di sfruttare anche i minion e le ward per spostarsi nella Landa. Una limitazione non da poco, che ha progressivamente ridotto l’impatto della corsia superiore e di alcuni specifici campioni.

Il bug

Il bug scoperto da Vandiril s’inserisce proprio all’interno di questa meccanica, in maniera totalmente inspiegabile. Infatti se avete il Teletrasporto in cooldown poco prima dei 14 minuti, ed avete comprato anche una buona quantità di velocità abilità, il tempo di ricarica dell’incantesimo sarà ridotto da questa statistica subito dopo lo scoccare del quattordicesimo.

Sembra difficile da capire soltanto con le parole, ma qui sotto vi lasciamo la clip di Vandiril che mostra chiaramente ciò che succede. Un bug assurdo in ogni caso che, se sfruttato a dovere, permette di prendere dei vantaggi non di poco conto specialmente in competitivo.

I giocatori professionisti possono organizzarsi perfettamente, in modo tale da organizzare delle azioni totalmente inaspettate per chiunque. Speriamo vivamente che Riot possa risolvere questo problema prima dei playoff, in modo tale da evitare di falsare l’integrità competitiva di League Of Legends.

AGGIORNAMENTO: Riot ha annunciato che il bug sarà risolto immediatamente, in quanto durante questo mercoledì arriverà una micro-patch a sistemare ogni cosa.

Patch 12.16: anteprima completa del nuovo aggiornamento

Patch 12.16: anteprima completa del nuovo aggiornamento

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dopo averci mostrato un’anteprima senza numeri nella giornata di ieriRiot Phroxzon ha finalmente pubblicato tutti i numeri della patch 12.16. Questo è un aggiornamento particolarmente importante per League Of Legends, visto che getterà le basi per il meta dei Worlds 2022 che inizieranno a breve.

Il focus maggiore del team di bilanciamento è stato indirizzato su Diana e sulla sua build tank, capace di devastare la soloQ. Proprio per questo gli sviluppatori l’hanno presa di mira, ed ora stanno cercando d’indirizzarla più verso la build AP con queste ultime modifiche.

Ma andiamo a vedere tutti i numeri di questo nuovo aggiornamento, che arriverà sui server live nella prossima settimana.

Tutti i numeri della patch 12.16

Campioni buffati

  • Tristana, Q: velocità d’attacco aumentata dal 50-110% al 65-125%
  • Zoe, W: droprate dei minion aumentato da 1 su 12 a 1 su 10- E: danno aumentato da 60-220 (+40% AP) a 70-230 (+45% AP)
  • Irelia, statistiche base: armatura per livello aumentata da 4.2 a 4.7- Resistenza magica base aumentata da 28 a 30
  • Caitlyn, passiva: AD ratio aumentato dal 60-110% al 60-120%- R: ora infligge fino al 25% di danno bonus in base alla probabilità di colpo critico
  • Kai’Sa, passiva: danno on-hit aumentato da 4-16 a 5-23- Danno aggiuntivo della passiva per stack aumentato da 1-8 a 1-12- Q: AP ratio aumentato dal 25% al 30%-R: AP ratio aumentato dal 90% al 120%
  • Jayce, statistiche base: armatura di base aumentata da 22 a 24- Q: danno bonus dell’abilità melee aumentato dal 120% al 130%- R: AD ratio del danno bonus aumentato dal 25% al 30%
  • Vladimir, buff annullato e spostato in un’altra patch
  • Malphite, passiva: tempo di ricarica della passiva diminuito da 10-6s a 8-6s- W: tempo di ricarica diminuito da 12s a 12-10s
  • Zyra, E: tempo di lockup dopo il cast diminuito da 0.15-0.4s a 0.15s

Campioni nerfati

  • Zeri, W: AP ratio diminuito dal 60% al 40%- Q: AD ratio diminuito dal 105-125% al 100-120%
  • Yuumi, E: velocità di movimento diminuita dal 20% (+6% ogni 100 AP) al 20% (+2% ogni 100 AP)-Tempo di ricarica della E aumentato da 12-8s a 12-10s
  • Draven, Q: danno base diminuito da 45-65 a 40-60
  • Poppy, Q: cap del danno sui mostri diminuito da 50-170 a 30-150

Aggiustamenti ai campioni

  • Diana, passiva: danno cambiato da 20-250 (+50% AP) a 20-220 (+55% AP), la differenza diventa più grande ai livelli 11-16- E: ratio AP aumentato dal 45% al 50%

Buff di sistema

  • Velo costante: amplificazione danni aumentata dal 9% al 10%- Durata dell’amplificazione danni aumentata da 4s a 5s
League Of Legends: Riot inizia ad eliminare gli account più inattivi

League Of Legends: Riot inizia ad eliminare gli account più inattivi

Profilo di Rios
 WhatsApp

E’ arrivato il tempo delle pulizie in casa League Of Legends, visto che Riot ha dato il via all’eliminazione degli account più vecchi ed inattivi del gioco. Chiaramente ci saranno dei criteri ben precisi da seguire, e le cose non saranno fatte completamente a caso.

Un momento che prima o poi sarebbe arrivato, inesorabilmente. Gli sviluppatori hanno voluto sottolineare che i dati appartenenti a questi account non saranno trattenuti da Riot, ma saranno cancellati per rispettare la privacy di chi non vuole più far parte del mondo di LoL.

Andiamo a leggere le parole dei devs, che ci spiegano quali saranno i criteri adottati l’eliminazione di questi profili non attivi.

Tempo di pulizie per League Of Legends

Cos’è un account inattivo?

Un account di Riot Games viene considerato inattivo quando non c’è stata alcuna attività di accesso in nessuno dei nostri giochi o proprietà web per oltre tre anni.

Ciò significa che anche se non giocate partite o non entrate nel client da un po’ di tempo, il vostro account verrà ancora considerato attivo se avete effettuato l’accesso in una delle nostre proprietà web come riotgames.com, support.riotgames.com, leagueoflegends.com, lolesports.com, valorantesports.com, ecc.

Gli account che saranno cancellati

Abbiamo adottato dei criteri molto prudenti per determinare quali account inattivi verranno eliminati. Un account deve rispettare tutti i seguenti requisiti per essere considerato idoneo alla cancellazione a causa della sua inattività.

  • L’account dev’essere inattivo (in base alla definizione riportata più su)
  • non deve aver acquistato alcuna valuta di gioco nel corso della sua esistenza
  • non deve aver ricevuto alcuna valuta di gioco nel corso della sua esistenza
  • deve aver giocato per meno di 20 ore
  • non deve possedere diritti di gioco per edizioni rare o limitate

Come potete vedere, i criteri sono molto specifici e non si applicheranno alla maggior parte dei giocatori. Il processo di cancellazione degli account inattivi avverrà in modo continuativo.

Ci sarà un avviso per gli account che rischiano di essere cancellati?

Certo! Se il vostro account è idoneo per la cancellazione a causa della sua inattività, riceverete un’email all’indirizzo collegato all’account in questione. Tuttavia, non potrete accedere ai nostri giochi, applicazioni o proprietà web a eccezione di support.riotgames.com.

Si può impedire che l’account venga cancellato?

Cominceremo ad applicare questa nuova politica di cancellazione degli account inattivi nel corso dei prossimi mesi. Se doveste ricevere un’email riguardo alla cancellazione per inattività del vostro account, potete visitare il sito del Supporto giocatori. Effettuate l’accesso e seguite le istruzioni per interrompere il processo di cancellazione!