Rift Rivals 2019: l’Europa distrugge il Nord America nel day 1

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nella serata di ieri, si è giocata la prima giornata del Rift Rivals 2019 tra l’Europa ed il Nord America. Il day 1 non è stato propriamente positivo per le squadre americane, che si sono ritrovati a subire lo strapotere dei ragazzi europei. Molti si aspettavano una prova di forza da parte dei team EU, ma ciò che abbiamo visto ieri ci ha lasciati a bocca aperta. Persino gli Origen (squadra su cui si avevano i dubbi maggiori) sono riusciti ad imporre il loro gioco, non lasciando la minima speranza ai TSM. Andiamo a vedere cosa è successo durante le quattro partite di giovedì.

Rift Rivals 2019 EU VS NA

G2 Esports-Cloud 9 (1-0)

La prima partita del day 1 del Rift Rivals 2019 è stato un totale massacro. In questa partita abbiamo visto una draft creativa da parte del team europeo. Ed anche questa partita è stata un massacro senza fine, anche peggiore di quello che hanno subito i TSMPerkz è stato dirottato toplane con Yasuo, mentre Wunder è sceso nella corsia inferiore con Neeko (in versione AP). Sin dal minuto 2 si è resa evidente la direzione della partita. Realmente non c’è mai stata storia, mai un dubbio sulla vittoria dei G2 che in 21 minuti e dopo ben 23 kill hanno distrutto i Cloud 9 su ogni fronte.

Team Liquid-Fnatic (0-1)

In questa partita, abbiamo visto il debutto del sostituto jungler dei Fnatic che, diciamolo subito, non ha convinto al 100%. Sicuramente la pressione sul ragazzo era tanta, ma da parte sua abbiamo visto degli errori grossolani dovuti forse alla poca esperienza ad alto livello. A parte la prestazione di Dan, abbiamo visto dei Fnatic un po’ troppo tranquilli in early-game, cosa che li ha portati a sottovalutare il nemico a più riprese. Infatti nei primi 10 minuti, i Liquid sembravano quasi potersela giocare ad armi pari anche se, con il passare del tempo, Rekkles e compagni hanno ripreso controllo del match andando a vincere.

Tra tutti i team Americani, i vice campioni del MSI 2019, sono quelli che ci hanno convinti di più. E’ vero non avranno il macro dei ragazzi europei, ma le loro abilità meccaniche non sono da sottovalutare. Sicuramente questa è stata la partita più avvincente e divertente, capace di mettere in mostra il meglio del Nord America.

Origen-TSM (1-0)

Gli Origen hanno tirato fuori una draft super flessibile, Nukeduck è stato dirottato in botlane con YasuoPatrik ha preso il suo posto midlane con Neeko. I TSM non sono riusciti a reagire ad una composizione troppo creativa, rimanendo incollati al meta ed andando a prendere campioni “classici” in ruoli “classici”. Oltre questa draft stupenda, i ragazzi europei hanno mostrato un livello meccanico e strategico troppo superiore, sono riusciti a surclassare i loro avversari in ogni zona del campo.

La partita si è chiusa dopo 30 minuti, su uno score complessivo di 3 kill (per NA) a 17 (per EU). Inoltre gli Origen sono riusciti a perdere solamente una torre, prendendo tutte quelle degli avversari.

Cloud 9-Fnatic (0-1)

Cloud 9 sembrano il team meno in forma nella compagine americana. Anche contro i Fnatic non sono riusciti a trovare niente di positivo, regalando preziose risorse agli avversari sia in draft (lasciare Rakan ad Hylissang vuol dire voler perdere) sia durante le fasi di partita vera a propria. Rekkles e compagni sono stati perfetti, abbiamo visto delle prestazioni mostruose da parte di BwipoBroxah che hanno dominato ogni settore della mappa. Il macro game della squadra europea è stato di un livello altissimo, i ragazzi americani non hanno mai capito cosa fare ma soprattutto quando farlo.

Considerazioni dopo il day 1

La prima giornata del Rift Rivals 2019 è stata un completo bagno di sangue per il Nord America. Nessuna delle squadre che abbiamo visto è stata convincente fino in fondo, il livello di gioco mostrato è stato bassissimo sotto ogni punto di vista. Non crediamo che le squadre americane possano ribaltare il destino di questo torneo che, dopo solo un giorno, sembra già in mano alle compagini europee troppo più forti e preparate. Speriamo solo che la situazione si possa vivacizzare nel corso delle prossime giornate, altrimenti questa manifestazione sarà solamente un massacro.

Immagini via LoL Esports