Rell la Vergine di Ferro è il nuovo campione di League of Legends!

Rell la Vergine di Ferro è il nuovo campione di League of Legends!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Pochi minuti fa sono stati condivisi i primi dettagli riguardo al personaggio Rell, nuovo campione annunciato sul sito ufficiale di League of Legends.

Nata da una serie di brutali esperimenti condotti dalla Rosa nera, il nuovo campione di Supporto Rell è un’arma vivente ribelle determinata a far cadere Noxus. Orrore e dolore l’hanno accompagnata nella sua infanzia, durante la quale ha dovuto sopportare terribili procedure per perfezionare e rendere letale la sua magia di controllo del metallo… finché la misura non fu colma, e decise di fuggire uccidendo brutalmente molti dei suoi aguzzini.

Ora considerata una pericolosa criminale, Rell attacca qualsiasi soldato noxiano veda mentre bracca i superstiti della sua “accademia”, difendendo i deboli e massacrando senza pietà i suoi vecchi insegnanti (clicca qui per maggiori dettagli sulla storia).

Per quanto riguarda le abilità con cui si presenterà nel gioco, ecco la passiva, la ultimate e le altre peculiarità del nuovo campione:

Passiva – Rompere gli schemi

Rell attacca molto lentamente, ma ruba temporaneamente una porzione dell’armatura e della resistenza magica del bersaglio per infliggere danni bonus in base alla quantità rubata. Inoltre, Rell può sottrarre le resistenze di vari nemici diversi e diventare estremamente resistente.

Q – Colpo frantumante

Rell affonda un colpo con la sua lancia, spezzando tutti gli scudi e danneggiando i nemici colpiti (i danni diminuiscono dopo il primo bersaglio). Se Rell è vincolata a un alleato con E – Attira e respingi, entrambi recuperano salute per ogni campione colpito da questa abilità.

W1 – Ferromanzia: Schianto

(Può essere lanciata solo se in sella) Rell balza in aria e trasforma la sua cavalcatura in un’armatura pesante, ottenendo un enorme scudo che dura finché non viene distrutto o finché non sale nuovamente in sella. Quando atterra, fa saltare in aria tutti i nemici intorno a lei. Durante la trasformazione, Rell può lanciare E – Attira e respingi e R – Tempesta magnetica.

Quando è in forma corazzata, la resistenza di Rell è aumentata, mentre la sua velocità di movimento è ridotta e ha un limite massimo. Dopo la trasformazione, questa abilità diventa Ferromanzia: In sella.

W2 – Ferromanzia: In sella

(Può essere lanciata solo quando è in forma corazzata) Rell scatta in avanti e trasforma la sua armatura in una cavalcatura, ottenendo una raffica di velocità di movimento. Durante il suo prossimo attacco carica il bersaglio, infligge danni bonus e lo lancia dietro di sé.

La velocità di movimento di Rell è aumentata quando è in sella. Dopo la trasformazione, questa abilità diventa Ferromanzia: Schianto.

E – Attira e respingi

Rell vincola magneticamente un pezzo della propria armatura a un campione alleato bersaglio, conferendogli armatura e resistenza magica bonus quando è vicino.
Rell può rilanciare questa abilità per spezzare il vincolo e stordire tutti i nemici intorno e tra lei e l’alleato vincolato.

R – Tempesta magnetica

Rell scatena la sua furia magnetica, tirando verso di sé i nemici vicini. A questo punto, crea un campo gravitazionale intorno a sé, attirando i nemici vicini per qualche secondo. Il campo non interrompe le altre azioni dei nemici.

Rell – Dettagli Campione

Noxus ha un problema. Non si tratta solo del debole di Demacia per i nazionalisti, dell’incombente minaccia della Nebbia Oscura, o del crescente numero di demoni presenti su Runeterra. Stiamo parlando di un problema che la tocca molto più da vicino. E ha un carattere di ferro.

Mordekaiser è ineluttabile. E Noxus non deve fermarsi davanti a nulla per sconfiggerlo.

Ma questa determinazione, esattamente, cosa comporta? Sono disposti a mettere da parte qualsiasi principio etico per costruire un’arma definitiva? E cosa succederà quando quest’arma gli si rivolterà contro?

Rell è la risposta a questa domanda e Noxus non è pronta.

Alimentata dalla rabbia

Quando il team di sviluppo ha iniziato a lavorare a Rell, avevano due idee di partenza: un tank e un campione di supporto con un’anima oscura. Non è esattamente abbastanza per creare un personaggio, quindi il passo successivo è stato prevedibilmente di rivolgersi agli artisti.

“Ci piaceva davvero moltissimo l’idea di creare un supporto che ricoprisse il ruolo di tank. È passato molto tempo dall’ultima volta che ne avevamo creato uno, dai tempi di Braum effettivamente”, ci ha spiegato il bozzettista senior Justin “Riot Earp” Albers. “Ma, a differenza di Braum, in questo caso volevamo che il campione avesse un passato e una personalità più cupi. Ho analizzato diverse opzioni, ma eravamo tutti molto decisi a voler mantenere l’elemento della manipolazione dei metalli. A questo punto, dovevamo solo decidere da dove provenisse Rell.”

01_rell_1.jpg

Quando si parla di oscurità, forza e armature, c’è un’area di Runeterra che si adatta perfettamente: Noxus. È una terra di inclusione, tolleranza e opportunità… almeno per chi è disposto a mettere da parte l’etica per provare ad afferrare il potere.

La Rosa nera, che gestisce le operazioni clandestine di Noxus, è disposta a fare cose orrende per aumentare il potere e l’espansione dell’impero”, ci ha raccontato il capo narrativo Jared “Carnival Knights” Rosen. “Evocare demoni, magia del Vuoto, riportare in vita e controllare divinità defunte… Un po’ di questo, un po’ di quello. Tra le cose che questo gruppo di orribili aristocratici millenari ha scoperto, c’è la magia dei sigilli, cioè la capacità di estrarre il potere magico dagli esseri viventi e trasferirlo con la forza in altre creature”.

Così, nella ricerca di un modo per spiegare il “passato oscuro” di Rell, il team si è concentrato sul lato più cupo di Noxus.

02_rell_4.jpg

Rell è figlia di un’agente della Rosa nera e di un soldato di rango noxiano: la sua magia si è manifestata fin dall’infanzia, nella forma straordinariamente rara della ferromanzia, cioè la manipolazione dei metalli. Questa caratteristica la rendeva perfetta per combattere Mordekaiser, un revenant legato al metallo. Per questo, i suoi genitori fecero ciò che avrebbe fatto qualsiasi vero patriota di Noxus: la mandarono a un’accademia di magia per bambini, dove l’avrebbero trasformata in un’arma al servizio del regno.

Rell passò anni in questa struttura, costretta a combattere gli altri studenti con il pretesto di “imparare gli uni dagli altri per migliorare”. Li sconfisse tutti.

Ma man mano che li batteva e diventava più potente, i suoi compagni sparivano, strappati via dalla sua vita, nello stesso modo in cui i suoi istruttori strappavano la magia dai loro corpi per impiantarla all’interno di Rell, la loro arma definitiva.

03_Base_Rell_Final2.jpg

“Il potere magico degli altri studenti viene inserito in Rell grazie alla magia dei sigilli, che potenzia le sue abilità latenti”, ci ha spiegato Riot Earp. “Ma è un processo incredibilmente doloroso, sia per lei che per gli altri ragazzi. Mi sono focalizzato molto sull’aggiungere dei sigilli sulle sue braccia, specialmente quello che impugna la lancia, per renderli ben visibili quando la si usa nel gioco. Volevo che il dolore che ha dovuto sopportare fosse chiaro ai giocatori, in modo che potessero capire il suo passato”.

Quando Rell sconfigge gli altri studenti, finiscono per morire a causa delle ferite subite o gli istruttori strappano la magia dai loro corpi per impiantarla in quello di Rell, lasciandoli in uno stato catatonico, simili a zombi privi di magia ed emozioni.

Eppure Rell non ha mai chiesto di far parte di tutto ciò: non vuole combattere contro i suoi amici, le uniche persone ad averle mai mostrato affetto e compassione. Quando finalmente scopre le menzogne che le hanno raccontato e di essere stata costretta a fare del male agli altri studenti… Si infuria contro tutto e tutti. E rade al suolo l’intera scuola.

“La rabbia è un’emozione con cui è molto difficile empatizzare e, per questo, vogliamo essere sicuri che i giocatori capiscano le motivazioni di Rell, tutto il dolore che ha vissuto e il suo strazio emotivo”, ci ha raccontato l’editrice narrativa Elan “Qulani” Stimmel. “È anche una delle ragioni per cui abbiamo deciso di rendere Rell una ragazza: è molto più facile capire e identificarsi nella rabbia di un giovane. La maggior parte degli adolescenti sono pieni di collera, senza neanche scoprire che la loro vita è stata un susseguirsi di menzogne”.

È a questo punto della sua storia che incontriamo Rell. È libera dai vincoli della scuola. La Rosa nera ha ottenuto ciò che voleva: l’arma più formidabile di Noxus è stata finalmente scatenata.

Ferromanzia illimitata

“Volevo che Rell fosse il tank più resistente mai visto. Avevo questa idea di un personaggio in armatura pesante che fa tremare il terreno su cui cammina, spaccando il suolo sotto di sé per la sua immensa potenza”, ci ha confessato il game designer Stash “Riot Stashu” Chelluck. “Purtroppo, sono aspetti difficili da tradurre su LoL e bisognava anche fare in modo di rispettare la tematica della manipolazione del metallo. Per questo, stavo cercando dei modi per inserire i suoi poteri di ferromanzia nel gameplay e dare ai giocatori la sensazione di un campione potente che infligge molti danni, senza farla assomigliare a un mago”.

Per questo, era necessario che il team capisse esattamente cosa fosse la ferromanzia. Come funziona? Che aspetto ha su LoL? E come fare per essere sicuri che Rell sembri un tank e non un mago che lancia metalli?

04_Rellbasescreenshots.jpg

“Volevo far sì che Rell avesse evidentemente l’aspetto visivo di un tank”, ci ha detto Riot Earp. “Nel creare la sua armatura, che è fatta del metallo proveniente dalla scuola, volevo fare in modo che fosse chiaro quanto sia un personaggio straordinariamente forte e potente. Per questo, la parte metallica della sua armatura è massiccia e oscura e, per compensare, le ho dato una sagoma simile a quella di un abito”.

Rell ha creato la sua armatura usando la ferromanzia e agisce come una specie di campo magnetico che le permette di controllare il metallo nascosto nel terreno, quello che tocca direttamente o qualsiasi altro che le si avvicini. Ciò che non può fare, invece, è raggiungere individui distanti centinaia di metri sul campo di battaglia per schiacciare le loro ossaarmature.

“Poiché Rell dev’essere vicina ai nemici per manipolare le loro armature, ed essendo un tank, dovevo fare in modo che il suo gameplay fosse adeguato”, ci ha spiegato Riot Stashu. “Così, la sua suprema è diventata il modo migliore per esprimere questa particolare tematica del tank. Rell si sovraccarica di potere e i nemici nelle sue vicinanze vengono attirati verso di lei, senza però interrompere lanci e canalizzazioni”.

05_Ult_Gif.gif

Tuttavia, ciò non spiega che aspetto abbia la ferromanzia su LoL. Come si fa a rendere evidente una forza invisibile all’interno di un gioco in cui la chiarezza è fondamentale?

“Quando ho iniziato a lavorare su Rell, non avevo idea di come dare effetti chiari alla ferromanzia. È strano, ma ho davvero iniziato a osservare le calamite”, ci ha raccontato l’artista degli effetti grafici Kyle “RiotPrismaPrime” Valentin. “Non ne capisco realmente il funzionamento, ma so che la loro forza di attrazione è straordinariamente potente ed è spesso rappresentata come una distorsione degli elettroni nell’aria”.

Dopo aver fatto degli esperimenti con diversi effetti e forme di manipolazione della luce, RiotPrismaPrime ha creato qualcosa che gli sembrava unico e adatto a Rell: l’aberrazione cromatica. Focalizzandosi sulla distorsione dei colori, RiotPrismaPrime è riuscito a far sembrare che la luce si pieghi in modo diverso attorno a Rell quando lancia le sue abilità. Inoltre, aggiungendo i suoi colori distintivi, il giallo e il rosso, questo effetto richiama l’elemento della rabbia presente nella sua personalità.

“Benché la ferromanzia non sia un concetto nuovo nel fantasy o nella fantascienza, lo è su Runeterra e doveva avere dei suoni diversi dalle altre forme di magia”, ci ha spiegato il sound designer Darren “Riot DummerWitz” Lodwick. “Inoltre, dovrebbe essere distinguibile dagli altri campioni legati al metallo, come Mordekaiser e Leona. Per questo, ho usato diversi metodi e fonti, come la sfregatura del metallo, il ghiaccio secco e tantissima elaborazione audio per rendere fluido il suono metallico”.

06_rell_3.jpg

Un cavaliere e il suo destriero

“Uno degli altri obiettivi che ci siamo posti con Rell era di coprire la tematica del cavaliere in sella e armatura”, ci ha raccontato Riot Stashu. “E siccome volevo che fosse un campione particolarmente resistente, ho dovuto capire come inserire questi elementi nel suo gameplay. Volevamo che fosse un tank che si muove lentamente ma è inarrestabile, eppure questi elementi non sono molto efficaci su LoL, poiché il gioco dipende molto da movimento, posizionamento e schivate. Tuttavia, non riuscivo a smettere di pensare a questa idea e dovevo trovare un modo per renderla fattibile”.

Dato che Rell ha l’abilità di piegare il metallo alla sua volontà, è ovvio che non se ne starebbe tutto il tempo a camminare, portandosi dappertutto quell’armatura così pesante… giusto? Aveva bisogno di qualcosa che le permettesse di essere più leggera e di spostarsi rapidamente.

Trovare la cavalcatura adatta a Rell ha richiesto più lavoro di quanto il team si aspettasse. Non poteva essere troppo carina, poiché stiamo parlando di Rell, un campione a caccia degli insegnanti dell’accademia per ucciderli ovunque siano, un compito per cui un unicorno color arcobaleno non è adatto. Eppure, qualsiasi creatura troppo… ultraterrena non avrebbe trasmesso chiaramente la tematica del “cavaliere in sella”.

07_REllhighhorsepoly.jpg

“Ho analizzato diverse opzioni per l’aspetto della cavalcatura di Rell”, ci ha detto Riot Earp. “Ho provato varie incarnazioni di figure astratte di metallo o un basilisco, ma nessuna andava bene, poiché erano ambigue dal punto di vista visivo. Per questo ho optato per un cavallo, rendendolo però più metallico e scarno, in modo che sia chiaro che non è il tipo di equino a cui daresti da mangiare delle carote”.

08_RellMounted.jpg

La capacità di Rell di cambiare forma ha permesso al team di esplorare due elementi particolarmente unici di gameplay: quello del tank più resistente e del cavaliere in sella. Dato che può passare da una forma all’altra (con un tempo di ricarica, ovviamente) sono stati liberi di concentrarsi efficacemente su entrambi gli aspetti. Quando Rell attacca le retrovie e scende da cavallo, si muove molto lentamente, ma ha più armatura e resistenza magica. È in cerca di un combattimento e non ha alcuna intenzione di scappare.

“Quando Rell decide di scendere da cavallo e di entrare nella mischia, è costretta a rimanere in questa forma per un po’ di tempo”, ci ha spiegato Riot Stashu. “Il vantaggio di questo aspetto è che abbiamo potuto renderla molto resistente, in modo che possa sopravvivere per un po’, pur non essendo immortale. Effettivamente, durante i playtest le era stato dato il nome di “cavallo del feeding intenzionale”. Può raggiungere qualsiasi combattimento mentre è in sella, ma deve restare dov’è una volta scesa. E va bene così. I giocatori lo capiranno e, a quel punto, sarà fantastico”.

Tuttavia, c’è stato un piccolo intoppo nella tematica del cavaliere in sella che il team voleva raggiungere. È stato difficile dargli delle animazioni… Ma davvero difficile.

09_animation.gif

“Fare in modo che le animazioni di Rell che sale in sella fossero soddisfacenti è stato davvero impegnativo. Il cavallo è l’avatar della sua rabbia e dei suoi poteri magnetici e volevo che il momento del salto in sella fosse cinematografico per i giocatori, che rispecchiasse l’idea del campione che cavalca verso la battaglia”, ci ha detto l’animatore senior David “davehelsby” Helsby. “Ogni singolo pezzo della sua armatura doveva essere animato e doveva essere visivamente chiaro, oltre a trasmettere l’epicità del momento. Ho passato molto tempo ad allineare sotto il profilo visivo ogni elemento metallico del cavallo con la sua forma bipede corazzata”.

10_rell_5.jpg

C’è un altro motivo per cui volevamo che Rell incarnasse la tematica del “cavaliere in sella”… Ricordate i bambini catatonici dell’accademia? Beh, lei li ricorda sicuramente.

“In fin dei conti, sarebbe facile guardare Rell e pensare che sia solo arrabbiata, piena di odio e in cerca di vendetta… E non sto negando che sia vero, ma il suo obiettivo finale è molto più sentimentale”, ci ha confessato Carnival Knights. Prova compassione per quei bambini più di quanto faccia per chiunque altro. E farebbe qualsiasi cosa per salvarli. In un certo senso, è un cavaliere nobile. Vuole difendere chi non è in grado di farlo, a cominciare dagli altri bambini”.

La vita perduta

Rell sarebbe potuta essere una persona diversa, se qualcosa nella sua vita fosse andato in un altro modo. Se i suoi genitori non l’avessero consegnata alla Rosa nera, se non avesse scoperto la verità a scuola o se qualcuno le avesse mostrato un briciolo d’amore. Ma non è andata così.

E, sebbene lei non si soffermi sul passato, non significa che non possa trovare un po’ di sollievo nella vita che ha ora…

11_Joke.gif

“La prima cosa a cui ho pensato quando ho sentito che Rell era un’adolescente con una cavalcatura è stata uno di quei cavallini a gettoni per bambini che si trovano spesso fuori dai supermercati”, ha ricordato davehelsby. “Ho visto spesso degli adolescenti che li cavalcavano: è interessante vedere un individuo quasi adulto che dentro di sé è ancora un bambino. Credo che sia così anche per Rell. Ha sulle spalle molte responsabilità da adulto, ma è ancora una bambina e merita di divertirsi un po’”.

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

 

Star Guardian x Joy Rimini: un evento importantissimo per i cosplayer

Star Guardian x Joy Rimini: un evento importantissimo per i cosplayer

Profilo di Rios
 WhatsApp

Durante questa calda estate torneranno ufficialmente gli Star Guardian, con un evento a tema all’interno del client di League Of LegendsWild RiftLegends Of Runeterra. Proprio per questo motivo, Joy Rimini insieme a PG Esports, ha creato un contest imperdibile.

Per tutta la durata della fiera ci sarà un contest cosplay dedicato a League Of Legends, che coinvolgerà tutti gli artisti presenti alla manifestazione. Un’occasione unica per mostrare le proprie doti, sfoggiando i propri costumi davanti ad un pubblico enorme.

Insomma, se siete dei cosplayer ed amate LoL non potete perdervi questa occasione utile per mostrare a tutti il vostro valore.

L’evento Star Guardian al Joy Rimini

Il comunicato

“Con il ritorno del grande festival estivo dedicato alla cultura pop, il JOY Rimini, la cui edizione 2022 si terrà nel piazzale Federico Fellini dal 14 al 17 luglio, non potevamo farci sfuggire l’occasione di celebrare in maniera del tutto speciale il lancio di Star Guardian.

Per l’occasione, infatti, in collaborazione con PG Esports, presenteremo un format da non perdere: un contest cosplay a tema League of Legends. L’appuntamento è per sabato 16 luglio dalle 17 in poi sul palco Rimini Comix, la sezione dell’evento dedicata a videogiochi, cosplay e fumetti.

La giuria sarà formata da alcuni dei più conosciuti cosplayer nazionali e non solo, che per l’occasione vestiranno i panni dei nuovi personaggi di Star Guardian, proprio a ridosso della partenza dell’evento in League of Legends, Wild Rift e Legends of Runeterra. Il loro compito sarà valutare originalità, cura dei dettagli e ovviamente somiglianza con il personaggio interpretato.

Il contest è aperto a tutti e prevederà tre categorie, ovviamente tutte a tema League of Legends: Miglior Pool Party, Miglior Costume Originale e Miglior Star Guardian. Per i vincitori in palio un premio esclusivo.

Ma non è finita qui, subito dopo il contest i giurati inviteranno il pubblico e i vincitori a seguirli per una sfilata attraverso la fiera e al termine sarà possibile per chiunque scattare una foto con i propri cosplayer Star Guardian preferiti.

Speriamo di vedervi numerosi per celebrare il lancio del nostro nuovo evento estivo!”

LEC: la finale del summer split si giocherà a Malmö

LEC: la finale del summer split si giocherà a Malmö

Profilo di Rios
 WhatsApp

Finalmente si torna alla normalità! Dopo ben tre anni di finali tristi e senza pubblico, la LEC torna ad organizzare un evento di League Of Legends in grande stile. L’occasione sarà la finale del summer split, che si giocherà a Malmö, in Svezia.

Questa sarà la prima finale che si giocherà al di fuori dei confini dello studio di Berlino, e riunirà i fan da ogni paese d’Europa. Un’occasione per ritornare ad assaporare il gusto delle grandi arene ricolme di pubblico e dello spettacolo che solo LoL può offrire.

Mancano ancora diversi mesi prima della finalissima, ma questa notizia renderà felici tutti gli appassionati del MOBA di casa Riot.

La LEC vola verso Malmö

Il comunicato

“Dopo tre anni senza un roadshow della LEC, siamo entusiasti di annunciare che le finali estive del campionato si svolgeranno alla Malmö Arena di Malmö, in Svezia, dal 10 all’11 settembre.

Le finali estive torneranno su un palcoscenico internazionale per la prima volta da Atene 2019 e non vediamo l’ora di darti il ​​benvenuto di nuovo. I biglietti saranno disponibili per l’acquisto il 1° luglio su lec.gg/malmo e andranno in diretta durante ReadyCheck, quindi sintonizzati e acquista i biglietti. Siamo entusiasti di celebrare le finali estive con te in un’arena piena di azione. Quindi porta i tuoi poro pom e preparati a supportare i tuoi giocatori preferiti.”

Le dichiarazioni di Maximilian Schmidt

“Siamo assolutamente entusiasti di annunciare che ospiteremo le finali del summer split 2022 a Malmö, in Svezia. Essendo il primo roadshow che faremo lontali dal nostro studio di Berlino in tre anni, non vediamo l’ora di regalare ai fan un’esperienza indimenticabile. Siamo lieti di lavorare di nuovo con la città di Malmö e non vediamo l’ora di portare l’atmosfera mozzafiato nella loro città” ha affermato Maximilian Schmidt, Head of League of Legends Esports in EMEA.

Non siamo stati in Svezia dalle finali LEC di Stoccolma nel 2015 e speriamo di riportare la stessa eccitazione nel paese. Dalla famosa Pentakill di Rekkles con Tristana nel game tre, all’impressionante rimonta di Origen nel game quattro ed arrivare a Silver Scrapes in un’avvincente serie di cinque game tra Fnatic e Origen. Siamo entusiasti di tornare nel paese e mostrare a Malmö il meglio che la LEC ha da offrire.

Le dichiarazioni di Mats Schöld

“Siamo incredibilmente orgogliosi di avere il campionato europeo di League of Legends a Malmö. Questo dimostra ancora una volta che Malmö è una gaming city da non sottovalutare”, ha affermato Mats Schöld, capo degli eventi presso il Dipartimento per il tempo libero, il tempo libero e lo sport presso la città di Malmö.

Tutta l’azione principale si svolgerà alla Malmö Arena e non c’è dubbio che vivremo uno spettacolo incredibile quando tre delle migliori squadre della LEC saliranno sul palco per affrontarsi ed essere nominati campioni della LEC. Riusciranno i G2 Esports a vincere due volte consecutive o i Fnatic vinceranno il loro primo titolo LEC dall’estate 2018 nel paese in cui hanno concluso la loro prestigiosa stagione 18-0?

Oppure, un altro contendente della LEC si prenderà la vittoria sulla Landa? Non vediamo l’ora di scoprirlo! Abbiamo anche progetti entusiasmanti per il LEC XPO presso il vicino MalmöMässan Exhibition & Congress Center, di cui vi parleremo di più nelle prossime settimane su lolesports.com , quindi tenete gli occhi aperti.

KIA Italia punta sugli esports: partnership con il PG Nationals di LoL

KIA Italia punta sugli esports: partnership con il PG Nationals di LoL

Profilo di Rios
 WhatsApp

Da diversi anni ormai PG Esports, con i suoi PG Nationals, attira sponsor non endemici del mondo esports che decidono d’investire nel settore italiano del gaming competitivo. Oggi è stata siglata un’altra partnership importante in questo senso, con un colosso come KIA Italia.

La sussidiaria italiana di KIA ha scelto il PG Nationals di League Of Legends, entrando così in uno degli ambienti esport più floridi del nostro paese. Una scelta assolutamente di spessore, che conferma ancora una volta il buon lavoro svolto da PG Esports.

Insomma, sembra che qualcosa si stia muovendo nella direzione giusta anche nel nostro paese, storicamente non avvezzo a questo tipo di novità.

La partnership tra il PG Nationals e KIA Italia

Continua crescita

L’esport, ovvero l’insieme dei circuiti e delle leghe competitive dedicati ai videogiochi, è, anche in Italia, una realtà sempre più affermata e in espansione. A dimostrare questo trend contribuisce, ormai da anni, anche il più celebre torneo italiano dedicato a League of Legends, il videogame che conta 180 milioni di giocatori nel mondo, ovvero il PG Nationals.

La competizione firmata PG Esports è ormai da anni un punto di riferimento non solo per gli appassionati di gaming, ma anche per tutte quelle aziende che vogliono supportare la scena attraverso collaborazioni mirate. Lo sa bene Kia Italia , realtà di spicco del mondo automotive, che ha visto nel tournament organizer numero uno in Italia il partner ideale per collaborare anche nel Belpaese in un settore ad alta attrattività e in continua crescita. 

Uno sponsor importantissimo

Per farlo, la subsidiary italiana di KIA ha scelto uno dei tornei di punta della stagione competitiva 2022, il Summer Split del PG Nationals di League of Legends, in corso dal 7 giugno e che vede impegnati i migliori 8 team italiani, tra cui gli Atleta Esports, campioni in carica determinatissimi a difendere il titolo nazionale. La competizione sta già facendo registrare numeri da record su Twitch. Con picchi che sfiorano i 10.800 spettatori contemporanei e circa 123 mila ore complessive di streaming guardate solo nelle prime tre settimane. Risultando così il palcoscenico ideale per aumentare le opportunità di visibilità  gli investimenti di una realtà di prestigio come Kia ItaliaIA Motors.

Insomma, si può proprio dire che League of Legends, il videogame che con i suoi numeri da record ha dato negli anni una forte spinta a tutto il settore del gaming competitivo. E PG Esports, leader nell’organizzazione dei migliori tornei in Italia, costituiscono il mix perfetto per le aziende che vogliono investire in un mercato così giovane e in continua espansione. 

Numeri da capogiro

L’esport a livello globale rappresenta, ormai, un settore assai florido, strutturato e appetibile per tutte le aziende che vogliono rivolgersi a un target fondamentale come quello della Gen-z, spesso sfuggente e difficilmente fidelizzabile con i mezzi più tradizionali. Si stima che nel 2022 l’audience di riferimento per il settore crescerà dell’8.7% rispetto al 2021. Raggiungendo l’eccezionale cifra di 532 milioni di utenti nel mondo, contribuendo a generare un fatturato complessivo pari a 1.38 miliardi di dollari.

Insomma, numeri da capogiro che evidenziano il perfetto stato di salute del gaming competitivo. Un trend consolidato non solo a livello internazionale, ma anche italiano. Il mercato nostrano può contare, infatti, su una solida community di circa 1.62 milioni di persone. Appassionati che si rivedono negli elementi fondanti dell’esport, come l’inclusività, la sportività e la condivisione. Valori in cui crede fortemente anche PG Esports, come sottolinea Pierluigi Parnofiello, CEO dell’azienda.

Le dichiarazioni di Pierluigi Parnofiello

“Il sistema esport da sempre si basa su principi come la sportività, il senso di comunità e la condivisione di una passione. Caratteristiche che, ormai da anni, portano sempre più persone ad avvicinarsi a questo mondo. Anche in questo senso, il settore si dimostra in grado di attirare l’attenzione di player del calibro di KIA Italia, il primo partner del mondo automotive che si lega a un nostro torneo. Il senso di appartenenza e di fidelizzazione che il gaming competitivo è in grado di assicurare rappresentano un caso più unico che raro nel panorama internazionale. E sempre più aziende se ne stanno accorgendo.”

La forza di PG Esports

PG Esports continua quindi la propria espansione, risultando una realtà solida, affidabile e in grado di attrarre le risorse e il supporto di aziende leader nel proprio settore. Come testimonia l’accordo siglato per il Summer Split del PG Nationals di League of Legends con un partner dal respiro fortemente internazionale globale come Kia Italia Motors.