LEC Day 1

Recap della settima giornata di LEC: Disastro per i Vitality

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Anche la settima giornata di LEC si è conclusa. Non sono mancate le sorprese, sia in positivo che in negativo. I Fnatic si sono finalmente risvegliati, mentre i Vitality hanno dovuto cedere il passo a dei G2 fin troppo forti. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa è successo.

Schalke 04-Misfits (1-0)

Se molti di noi si aspettavano una partita combattuta, si sono dovuti ricredere. I Misfits hanno sbagliato tutto, dalla draft al game vero e proprio. Il pick di Sylas, nelle mani di sOAZ, ha condizionato questa partita rendendo la composizione del team inglese fragile, senza danni e senza un vero e proprio engage.

Gli Schalke 04 confermano la loro solidità, sia con la loro draft sia con la loro strategia. Dylan Falco ha messo in piedi una composizione tosta, ed i suoi giocatori l’hanno sfruttata al meglio. Upset continua a sorprendere, non bannare il suo Ezreal ormai equivale ad una sconfitta sicura. Il team tedesco ha liquidato la pratica in poco più di 20 minuti, prendendo gli obiettivi in maniera metodica, non lasciando nemmeno la minima chance agli avversari. Memento e compagni si portano su un inaspettato 6-1, minacciando direttamente i G2.

SK Gaming-Splyce (0-1)

Questa partita è stata totalmente confusa sin dai primi minuti. Entrambe le squadre, hanno messo in piedi azioni poco ragionate e senza un vero senso logico. Nonostante questo, gli Splyce hanno giocato una draft molto più solida, piazzando un Sion mid che ha cambiato le sorti della partita.

Le schermaglie sono state numerose, ma soprattutto quasi sempre impari. Infatti gli SK Gaming non avevano una vera frontline, e non riuscivano mai ad ingaggiare o a disingaggiare. Dopo più di 40 minuti, gli Splyce hanno portato a casa la partita ma comunque non hanno convinto, dimostrando ancora un volta i limiti di questo roster.

Origen-Rogue (1-0)

Anche questa volta, i Rogue non sono riusciti a trovare ciò che gli serviva. Ancora una volta si confermano deboli, ma sopratutto spaesati e senza sinergia tra di loro. Veramente non si può dire nulla di positivo su di loro, hanno dato il fianco agli avversari, rendendo la vita degli Origen molto semplice. Kikis ed HeaQ continuano a performare malissimo, lasciando il resto del team in balia degli avversari. Anche in questo game, il pick di Sylas ha condizionato fortemente la partita, ancora non capiamo perchè i vari team insistano su questo pick.

Gli Origen finalmente trovano una prestazione convincente. Non sappiamo se questa vittoria sia merito loro, o se siano stati di più i demeriti degli avversari che non li hanno messi in difficoltà. Una nota positiva viene da Mithy, che pare essersi svegliato ed ha offerto una prestazione più che convincente.

Fnatic-ExeL Esports (1-0)

Finalmente, finalmente e finalmente. I Fnatic hanno vinto, e lo hanno fatto dimostrando di essere ancora vivi. A differenza della vittoria ottenuta con i Rogue, oggi hanno vinto meritando. E’ vero, gli ExceL non hanno opposto chissà quale resistenza, ma Rekkles e compagni hanno giocato in maniera talmente metodica che gli avversari non hanno potuto fare nulla.

Broxah è riuscito ad essere efficace, ed ha giocato un Lee Sin letteralmente da manuale rimanendo opprimente nelle prime fasi di gioco. Nemesis ha performato discretamente, riuscendo a tenere sotto controllo la LeBlanc nemica con una Syndra convincente. Anche con la conquista degli obiettivi sono stati perfetti, a tratti scolastici ma efficaci e pulitissimi. Alcuni problemi rimangono, e sicuramente gli ExceL sono un avversario più che morbido, ma è una vittoria che fa morale ma soprattutto li fa salire nel tabellone.

Team Vitality-G2 Esports (0-1)

Molti di noi ci hanno sperato. Molti pensavano che i Vitality potessero tener testa ai G2, ma così non è stato. Per il team francese, questa partita si è trasformata in un incubo. Jiizuke e compagni, di solito, ci hanno abituato a performance ben diverse sotto pressione, ma oggi hanno deluso. La partita è stata persa nelle fasi di draft, infatti il pick di Rumble nelle mani di Cabochard è stata una delle peggiori scelte che potessero fare. Inoltre il non bannare Akali e Karthus, aveva già delineato il destino dei Vitality. Nei primi minuti, Mowgli ha regalato fin troppo vantaggio a Jankos che lo ha sfruttato egregiamente. Da lì in poi è stata solo questione di tempo. Ogni fight dei Vitality è stato bloccato sul nascere, eliminando ogni speranza per il team francese.

I G2 sono una macchina da guerra inarrestabile. Sono giocatori meccanicamente eccellenti, che insieme funzionano come un solo organismo. Stanno mostrando un livello di gioco altissimo, e probabilmente, chiuderanno uno split perfetto con 0 sconfitte. Si portano solitari in vetta alla classifica con un 7-0 che spaventa.