LEC Day 1

Recap della quinta giornata di LEC: I Fnatic vincono ma non convincono

Profilo di Rios
 WhatsApp

Questa giornata di LEC ci ha dato delle sorprese piuttosto importanti. Infatti abbiamo visto i Misfits cadere, i Fnatic risorgere ed i Vitality riconfermarsi come seconda forza del campionato. Andiamo a vedere come sono andate le cose, analizzando partita per partita.

SK Gaming-G2 Esports (0-1)

Gli SK ci hanno provato. Hanno preso una composizione da early-game, provando a sfruttarla nel migliore dei modi. Ma non ci sono riusciti. Nonostante un leggerissimo vantaggio acquisito nei primi minuti, il team tedesco è stato schiacciato con forza ed anche con poco rispetto alle volte.

Infatti i G2 avevano sottovalutato gli avversari inizialmente. Ma dopo alcuni minuti, ed alcuni fight fatti con metodo, sono tornati loro stessi riuscendo a mettere sotto gli avversari. Caps è stato letteralmente mostruoso, ha giocato un Urgot sontuoso dovendo fronteggiare un match-up difficile contro la LeBlanc di Pirean. Anche Jankos sta sorprendendo, in questa stagione ha trovato una continuità che raramente ha avuto negli anni precedenti.

Ancora convince poco il support Mikyx. Ha giocato sicuramente meglio del match contro gli ExceL, ma non sembra mai sicuro di ciò che fa e spesso commette errori banalissimi. I G2 sembrano inarrestabili, si portano su uno sfavillante 5-0 dopo le prime cinque giornate.

Splyce-Schalke 04 (0-1)

Inizialmente questa partita è stata noiosa. Non è successo molto, in quanto gli Splyce avevano una composizione incentrata sui teamfight e puntavano tutto su quello. Gli Schalke 04 però non gli hanno mai permesso di accedere alla loro condizione di vittoria,prendendo campioni ad alta mobilità. Infatti i pick di LeBlanc in mano ad Abbedagge e di Ezreal nelle mani di Upset, sono stati fondamentali per contrastare la comp delle Vipere.

Nella midlane, l’Aatrox di Humanoid ha sofferto moltissimo rimanendo molto limitato nelle sue azioni. Abbedagge ha mostrato una LeBlanc spaventosa, non è mai stato in difficoltà, ha portato una quantità di danni disarmante riuscendo a “splittare” dominando le sidelanes.

Gli Splyce, nel primo vero fight, hanno fatto un errore gravissimo. Infatti Vizicsacsi ha preferito lanciare la suprema del suo Ornn addosso al solo Ezreal, rinunciando ad un quadruplo knocup sul resto del team nemico. Questo errore, ha permesso agli Schalke 04 di vincere agevolmente la schermaglia prendendo sempre più vantaggio.

Il team tedesco, è riuscito a dominare anche gli obiettivi grazie ad un Memento in forma smagliante. E’ stato bravissimo a rubare un drago infernale che sembrava già sicuro per gli Splyce. Non è stato altrettanto bravo, però, nel momento in cui Norskeren (il support nemico), gli ha soffiato un altro drago da sotto il naso con uno smite precisissimo (ottenuto grazie alla runa del Libro d’incantesimi).

Lentamente gli Schalke 04 hanno preso sempre più vantaggio, rinchiudendo gli avversari nella loro base e, dopo oltre 30 minuti, sono riusciti a portare a casa la partita.

Fnatic-Rogue (1-0)

I Fnatic hanno vinto. Ci sono riusciti non per loro meriti, ma per demeriti degli avversari. Infatti queste due squadre ci hanno offerto una partita brutta, confusa e tecnicamente discutibile.
I Rogue hanno forzato ogni schermaglia possibile ed immaginabile. Hanno fatto vedere un livello di gioco disastroso, ed il jungler Kikis è stato assolutamente il peggiore, rimanendo sempre impalpabile, assente e sempre fuori posizione. Anche l’adc HeaQ non ha brillato, non riuscendo a distaccarsi dalle brutte prestazioni che sta offrendo dall’inizio della stagione.

In casa Fnatic la situazione non è certo delle migliori. Infatti rimangono i persistenti problemi di Broxah che, anche con un jungler super aggressivo come Zac, rimane assente ed in ritardo su ogni giocata del proprio team. Nemesis continua ad offrire prestazioni convincenti, ed è forse l’unica nota interamente positiva della sua squadra. La botlane sembra in ripresa, con Rekkles che è stato finalmente messo nella sua comfort zone grazie al pick di Kai’Sa. Hylissang ha smesso di roammare come se non ci fosse un domani, rimanendo in lane con il suo carry ed aiutandolo a prendere il controllo della linea.
Durante il fight finale, Rekkles è riuscito a prendere una pentakill garantendo la vittoria per la sua squadra. Nonostante i Fnatic abbiano vinto, non hanno convinto. Infatti il loro macrogame è stato completamente assente, ed hanno mostrato delle lacune preoccupanti. Speriamo che questo sia un punto da cui i vice campioni del mondo possano ripartire, per tornare a brillare nel campionato europeo.

ExceL Esports-Misfits Gaming (1-0)

Questa è la classica partita che non ti aspetti. Gli ExceL hanno giocato una partita solidissima ed anche in fase di draft sono stati superiori ai Misfits. Hanno preso vantaggio nelle prime fasi di partita, riuscendo a tenere botta anche durante le fasi in cui i Misfits hanno provato a stallare la partita. Dobbiamo fare i complimenti ad Expect che ha giocato una partita assurda, riuscendo anche a rubare un Barone con il suo Urgot (grazie alla runa del Libro d’incantesimi).

Purtroppo i Misfits sono stati penalizzati da una draft non proprio precisa, con la Morgana di GorillA che è stata inutile nella fase di teamfight (anche se ha totalmente negato l’Alistar di kaSing in linea). Il pick di Irelia è stato quantomeno strano visti i nerf della patch 9.2, ed ha condizionato l’output di danno dei Misfits. sOAZ non ha performato bene, dando molte risorse ad Urgot e Gragas e lasciando il proprio team in inferiorità numerica per molto tempo. Anche il loro macro è stato preoccupante, in quanto l’intera squadra non ha fatto nulla per tutta la durata della partita.
Gli ExceL hanno vinto e convinto, dimostrando che l’exploit contro i G2 non è stato casuale. Saranno sicuramente una mina vagante per chiunque.

Origen-Team Vitality (0-1)

Questa volta, i Vitality, sono stati a dir poco sontuosi. Pur avendo una composizione, sulla carta,inferiore sono riusciti a vincere la partita al di fuori dalla loro condizione di vittoria. Per buona parte del game, i team si sono scambiati il leggero vantaggio più volte. Spesso però, la squadra francese è stata penalizzata dal pick di Lee Sin da parte del jungler Mowgli. Infatti il ragazzo coreano, non è riuscito a trovare vantaggio nelle prime fasi di partita, facendosi spesso prendere dagli attacchi di “Leesindrome” e tuffandosi in ingaggi che non poteva permettersi. Nonostante questo, ci ha pensato Cabochard a salvare la giornata, giocando un Urgot clamoroso che ha dominato sia le sidelanes sia i fight 5v5.

Da sottolineare anche il grande lavoro di Jiizuke con la sua LeBlanc, che pur non trovando kill e danni, è riuscito a prendere moltissime torri nelle corsie laterali costringendo gli Origen a dedicargli molte più attenzioni del dovuto. Anche la prestazione di Attila è stata bellissima, il suo Ezreal da lategame è stata una carta vincente che ha portato tantissimi danni per la sua squadra.

In casa Origen è da sottolineare, in negativo, la prestazione del supporto Mithy. Il ragazzo spagnolo, non riesce a performare come sa fare e rimane assente durante tutto il corso del game, commettendo errori stupidi che lo rendono un “peso” per il suo team.

vex def

Riot al lavoro per ridurre il danno ed il potenziale di one-shot

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il lavoro di Riot per la stagione 12 di League Of Legends è stato aspramente criticato per molti aspetti, nonostante questo sia arrivato da poco sui server live. Le lamentele dei normali utenti utenti, ma anche dei pro e degli ex pro, si sono concentrate sui danni.

In tanti pensano che l’attuale meta offra troppe possibilità di one-shot, anche a quei campioni che in teoria non dovrebbero essere in grado di usare un’arma del genere. Ma questa non è certo una novità, anzi è un problema che ha radici lontane nel tempo.

Gli sviluppatori si sono già messi all’opera per risolvere tutto, anche se questo lavoro richiederà davvero molto tempo per essere portato a termine.

Riot dovrà ridurre il danno in League Of Legends

Problema di lungo corso

Da qualche anno a questa parte, ormai, molti utenti non sopportano (giustamente) l’eccessivo danno presente in League Of Legends. La cosa è peggiorata nel corso del tempo, ed ha permesso a diversi campioni di diventare delle vere macchine da one-shot. Mentre altre categorie sono scomparse proprio a causa di questo motivo.

All’alba della stagione 12, molti giocatori hanno iniziato ad aprire delle polemiche piuttosto forti sui social su questo argomento in quanto la situazione è ulteriormente peggiorata. Il loro pensiero, inoltre, è stato avallato anche da proplayer ed ex proplayer, che si sono schierati dalla parte della normale utenza di League Of Legends.

Riot pronta ad intervenire

Le polemiche su Reddit sono diventati virali, al punto in cui gli sviluppatori di Riot sono stati costretti ad intervenire per dire la loro versione dei fatti. Axes ha assicurato che il team sta già lavorando sulla cosa, ma che ci vorrà del tempo.

Nonostante questo, il dev ha assicurato che tutto dovrebbe arrivare durante quest’anno, e che non dovremo aspettare la prossima pre-season.

ENG

“We are actively working on finding the good, nuanced version of reducing overall damage in the game.

We are hoping to ship during the season if possible. There’s not a good update I can give right now other than we’re working on it. We’re hoping to ship it when it’s ready, and we’re willing to ship it during the season instead of having to wait til preseason if we’re able to land it, aside from specific launch windows like playoffs/MSI or the leadup to Worlds.”

ITA

“Stiamo lavorando attivamente per trovare il modo giusto per ridurre il danno generale all’interno del gioco.

Speriamo di farla uscire durante la stagione se possibile. Non c’è un buon aggiornamento che io possa darvi al momento se non che ci stiamo lavorando. Speriamo di farlo uscire quando sarà pronto, e siamo disposti a farlo uscire durante la stagione invece di dover aspettare fino alla preseason se ci riusciamo, escludendo alcune specifiche finestre di lancio come quelle dei playoff/MSI oppure quelle che portano ai Worlds.”

Riot migliorerà la rappresentazione del rank dei giocatori

Profilo di Rios
 WhatsApp

La nuova stagione ha introdotto delle nuove grafiche che rappresentano il rank dei giocatori, ma molti utenti non sono soddisfatti di questa feature. Il tutto risulta davvero molto brutto ed anonimo, quasi un downgrade rispetto ai lavori precedenti di Riot.

Proprio per questi motivi, gli sviluppatori hanno deciso di mettersi al lavoro, ascoltando il feedback proveniente da tutte le community del mondo. Sarà un cambiamento piuttosto lento che, probabilmente, continuerà ad evolversi nel corso del 2022, anche se un primo assaggio lo potremmo avere con la 12.2.

Speriamo vivamente che il team riesca a cambiare rotta rispetto a quanto visto fino ad ora, dato che questo “aggiornamento” grafico non convince per niente.

Riot pronta a migliorare le grafiche dei rank

Poca attenzione ai dettagli

La stagione 12 avrebbe dovuto introdurre diverse migliorie grafiche all’interno del client di gioco, volte a rendere ancora più personalizzabile l’esperienza di ogni utente. Nel momento in cui vi stiamo scrivendo, Riot non è riuscita a mantenere quanto detto, ma anzi ha peggiorato una situazione che andava bene a molti giocatori.

L’aspetto che ha subito di più queste “modifiche” è stata la rappresentazione del rank. Alcuni livelli sono praticamente indistinguibili dagli altri, specialmente se andiamo a prendere in esame il rank bronzo ed oro. Nemmeno a livelli alti la situazione migliora troppo, dato che molti utenti non sentono il “prestigio” del loro livello faticosamente guadagnato.

Le dichiarazioni di Jordan Checkman

ENG

“We’re working on some improvements to ranked representation in League after all the helpful feedback we received since launch. First up: We’re adding ranked division displays back to the Lobby, Profile, Loading Screen, and Hovercards.

We’re also addressing: Gold and bronze not being well enough differentiated. Ranked borders not feeling prestigious enough at the higher levels . Rendering quality issues on the loading screen. League is never complete. We ship a new game every two weeks.”

ITA

“Stiamo lavorando ad alcuni miglioramenti alla rappresentazione del rank in League dopo tutto l’utilissimo feedback che abbiamo ricevuto dal lancio. Per prima cosa: aggiungeremo di nuovo la visualizzazione della divisione classificata nella lobby, sul profilo, nella schermata di caricamento e sulle hovercards.

Ci stiamo anche dedicando a: i rank bronzo ed oro non sono ben differenziati. I bordini classificati non sono abbastanza prestigiosi ai livelli alti. Problemi della qualità del rendering nella schermata di caricamento. League non è mai completo. Facciamo uscire un gioco nuovo ogni due settimane.”

LEC: i G2 Esports fanno i conti con il COVID-19

Profilo di Rios
 WhatsApp

Secondo quanto riportato dai G2 Esports su Twitter, quasi tutto il team di League Of Legends ha contratto il COVID-19. I giocatori ed i coach sono dovuti rimanere in isolamento, costretti a giocare la prima week di LEC completamente lontani gli uni dagli altri.

Fortunatamente, il virus, non ha condizionato le performance dei giocatori, che hanno portato a casa ben due vittorie nel week-end appena trascorso. Sicuramente ci saranno degli sviluppi in questi giorni, e speriamo che nessuno di loro possa aggravarsi.

Ma andiamo a leggere il comunicato ufficiale della squadra diffuso ieri notte sui social, sperando che il tutto possa risolversi in fretta.

Il COVID-19 colpisce la LEC

Una circostanza sfortunata

Nonostante la nostra vita stia procedendo quasi normalmente, la presa del COVID e della pandemia non accenna a diminuire in tutta Europa. Proprio per questo motivo, Riot ha deciso di mantenere il formato online per lo spring split 2022 della LEC, cercando di garantire la sicurezza di tutti.

Purtroppo il COVID è un nemico davvero difficile da prevedere, e spesso colpisce di soppiatto anche chi prende tutte le precauzioni necessarie. Lo hanno dovuto imparare, a loro spese, quattro giocatori ed entrambi i coach del team di LoL dei G2 Esports.

La squadra ha infatti comunicato che tutti i player e gli allenatori sono dovuti rimanere in isolamento, ed hanno dovuto giocare il week-end di LEC senza potersi incontrare. Al momento non sappiamo chi sia l’unico fortunato ad essere sfuggito al virus, ma va bene così.

Il comunicato

ENG

“Earlier this week the vast majority of our LEC roster + staff tested positive for COVID-19. We decided to play as normal, just without player cams and winners interviews where possible. We hope to be back to 100% come next weekend’s games.”

ITA

“All’inizio di questa settimana la maggior parte del nostro roster LEC e lo staff sono risultati positivi al COVID-19. Abbiamo comunque deciso di giocare normalmente, rinunciando alle cam dei giocatori ed alle interviste dei vincitori ove possibile. Speriamo di ritornare al 100% per le partite della prossima settimana.”