MSI 2019: uscita la nuova canzone Bring Home the Glory, in coincidenza con il ritorno dei T1.

MSI 2019: uscita la nuova canzone Bring Home the Glory, in coincidenza con il ritorno dei T1.

Profilo di Paesano
19 Aprile 2019 12:26 di Eugenio "Paesano" Fofi
 WhatsApp

Con la fine delle varie competizioni regionali, parte l’organizzazione dell’evento di metà stagione di League of Legends: Mid Season Invitational.
A sottolineare la sua importanza nel competitivo, come per quanto avviene per i World Championship, è uscita la relativa canzone: “Bring Home the Glory“.
Se si fa caso che quest’anno vede il ritorno degli SK Telecom T1 nella competizione, il tutto sembra fatto apposta.

Bring Home the Glory:

MSI 2019: struttura e partecipanti

Ogni MSI prevede una fase di campionato, con scontri singoli e senza ritorno, tra sei squadre. Tre slot sono occupati dalle rappresentanti delle regioni più performanti (dell’anno passato), gli altri tre saranno occupati dai team che supereranno la fase Play-In (Round 1 e 2).

Attualmente sono già qualificati: G2 Esports (EU) e SK Telekom T1 (KR), per gli slot assicurati, e Team Liquid (NA), che dovranno superare solamente il secondo round di Play-In.

La competizione inizierà il 01/05/2019 e terminerà il 19/05/2019, con la finale che decreterà il nuovo campione, visto che i RNG non sono riusciti ad arrivare in finale, nella LPL di quest’anno.

Il ritorno degli SK Telecom T1

skt vincitori iem katowice 2016

Gli appassionati di League of Legends saranno di sicuro entusiasti del ritorno della squadra più titolata della competizione. Il capitano della squadra è ancora Faker, che a questo punto potremmo chiamare l’intramontabile. Questo anno potrebbe portare grandi sorprese, ma anche ricordare vecchie emozioni.

Worlds 2022: ottima prima giornata per i team europei

Worlds 2022: ottima prima giornata per i team europei

Profilo di Rios
30 Settembre 2022 9:58 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

La prima giornata dei Worlds 2022 è stata a dir poco caotica, ricca di problemi e ritardi che ne hanno segnato il corretto svolgimento. Il COVID ha infatti condizionato diverse squadre, costringendo Riot a prendere misure di sicurezza eccezionali per far giocare in isolamento i team coinvolti.

Tra questi troviamo anche i Fnatic ed i MAD Lions, che però hanno tenuto duro riuscendo a tirare fuori il massimo dalla giornata. Infatti, i due team europei, hanno vinto tutte le loro partite anche se i MAD hanno faticato di più del previsto.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cos’è successo in questa prima tornata di partita, che ha sorriso alle europee sotto diversi punti di vista.

La prima giornata dei Worlds 2022

Le problematiche legate al COVID

L’inizio dei Worlds 2022 è stato a dir poco problematico. Infatti, come vi avevamo detto in un articolo precedente, diversi team sono stati colpiti da COVID-19 durante la loro permanenza a Città del Messico. Per fronteggiare questa diffusione del virus e contenerla, Riot ha adottato un protocollo specifico, che però ha richiesto molto tempo per essere messo in atto.

Infatti, i giocatori infettati, hanno comunque giocato in LAN da una stanza d’isolamento, mentre i loro compagni erano presenti sul palco (come successo ai MAD Lions e ad altri). I Fnatic, invece, pur avendo ritrovato Upset, hanno dovuto giocare tutti in isolamento, dato che sia tra i giocatori che tra i membri dello staff sono state riscontrate delle positività.

Le prestazioni dei Fnatic

Worlds 2022 dei Fnatic non sono iniziati sotto una buona stella, questo dobbiamo dirlo. Poco prima della partenza, infatti, Upset ed Hylissang sono risultati positivi al COVID, non potendo partire subito verso il Messico con i propri compagni.

Questo ha gettato la squadra nel caos, che ha dovuto allenarsi con una corsia inferiore tutta nuova e mai provata nel corso di questa stagione. Oltre a questo ci sono stati innumerevoli problemi tecnici svelati da Wunder, che hanno impedito alla squadra di allenarsi correttamente una volta arrivati a Città del Messico.

Nonostante tutte queste circostanza difficili, sembra che tutto si sia risolto. Infatti la squadra ha ritrovato Upset ed ha scoperto un Rhuckz devastante, che potrebbe anche meritarsi la riconferma e continuare a giocare in questi giorni. I due sono stati i veri protagonisti delle due vittorie dominanti ottenute ieri ai danni degli Evil Geniuses e dei Chiefs.

Gli arancio-neri hanno tirato fuori delle prestazioni che in pochi si aspettavano, specialmente se si considera che questa non ha fatto nessuna scrim sulla patch corrente. Non hanno lasciato scampo agli avversari in nessuna occasione, con Upset che si è anche regalato la prima pentakill in questi Worlds 2022.

Le difficoltà dei MAD Lions

Benché i MAD Lions abbiano vinto le due prime partite dei play-in, lo hanno fatto con non poche difficoltà e contro squadre che dovevano essere “abbordabili” per loro. Sia contro gli Isurus che con contro gli Istanbul Wildcats abbiamo visto una squadra forse non ancora a suo agio con la patch, rifugiatasi in pick di comfort personale e “vecchi”.

Inoltre il loro macro non è stato dei migliori e fin troppo spesso ha concesso agli avversari grandi spazi di manovra, facendo sperare in una rimonta che non doveva essere possibile. Entrambe le partite viste ieri hanno avuto questo copione, con i MAD spesso in vantaggio ma poi vittima dei loro errori.

Tutto sommato sono arrivate due vittorie, cosa importantissima per classifica, che gli permette di guardare con più positività alle prossime partite. Sarà comunque un cammino complicato per gli spagnoli, che dovranno affrontare le due corazzate RNGDRX. Le speranze di conquistare un primi posto sono risicate, ma si può lottare e sudare per il secondo.

Se non avete potuto guardare le partite in diretta potete recuperarle attraverso la replica trasmessa ogni giorno dalle 9 sul canale Twitch di PG Esports.

Worlds 2022: MAD Lions colpiti dal COVID-19

Worlds 2022: MAD Lions colpiti dal COVID-19

Profilo di Rios
29 Settembre 2022 22:19 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Worlds 2022 sono ormai iniziati, ma il percorso dei MAD Lions è già stato pesantemente condizionato dal COVID-19. Infatti due giocatori ed il coach Mac sono stati contagiati dal virus, dovendo isolarsi di conseguenza rimanendo così lontani dai propri compagni.

Ma, secondo quanto riportato da LoL Esports su Twitter, anche altre squadre avrebbero riscontrato questa problematica. Molte partite potrebbero subire quindi dei ritardi nella serata odierna e, nel momento in cui stiamo scrivendo questo articolo, il primo match non è ancora iniziato.

Insomma, per quanto la fase pandemica sia più distesa, il virus ancora condiziona i grandi eventi ed oggi ne abbiamo avuto l’ennesima prova.

Il COVID colpisce i MAD Lions ai Worlds 2022

Due giocatori assenti

La prima partita dei play-in dei Worlds 2022 ha subito un gravissimo ritardo rispetto all’orario d’inizio, a causa di alcuni problemi legati al COVID. Infatti i MAD Lions hanno dovuto rinunciare al jungler Elyoya, al tiratore UNFORGIVEN ed al coach Mac.

Non è andata meglio agli Isurus Gaming, diretti avversari dei MAD nel primo match, in quando il toplaner ADd è stato colpito dal virus. Per evitare problemi e quindi danneggiare l’integrità competitiva, Riot ha dovuto apportare delle soluzioni di emergenza permettendo ai giocatori contagiati di giocare in LAN in delle sale isolate.

Il comunicato di LoL Esports

“La salute e la sicurezza dei giocatori e dello staff ai Worlds 2022 è la nostra priorità più importante. Come precauzione di sicurezza contro il COVID-19, richiediamo a tutti i partecipanti di a dei test con cadenza regolare. Durante questi test obbligatori, membri di diversi team sono risultati positivi ai test COVID.

La nostra policy stabilisce che se in un evento live un partecipante risulta positivo al COVID-19, ma si sente abbastanza bene e sceglie di giocare, il giocatore infettato parteciperà al match in programma su un network LAN costruiti ad hoc nelle strutture di isolamento. L’individuo risultato positivo giocherà da una stanza isolata, mentre i suoi compagni e gli avversarsi parteciperanno dallo stage. L’ordine dei match in un dato giorno potrebbe cambiare.”

Baolo Championship Series: ecco le date del torneo e della finale al Lucca Comics & Games

Baolo Championship Series: ecco le date del torneo e della finale al Lucca Comics & Games

Profilo di Rios
14:36 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Dopo il successo dell’ultima edizione, che ha assegnato la vittoria al team dei Lapoletani, la Baolo Championship Series sta per tornare in grande stile. Sono state infatti annunciate le date del torneo, che partirà a breve ed avrà anche una finale dal vivo.

Infatti gli organizzatori hanno collaborato con Riot Games, decidendo di portare lo spettacolo addirittura al Lucca Comics & Games, una delle fiere più importanti d’Italia. Insomma, è chiaro che si debba puntare in alto per un progetto così di successo.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio come andrà a strutturarsi l’evento, che sarà diviso in varie fasi prima di arrivare alla finalissima di Lucca.

La nuova edizione della Baolo Championship Series

Le date

Come annunciato dallo stesso Paolocannone su Instagram, la Baolo Championship Series inizierà ufficialmente il 9 ottobre 2022. In questa giornata ci sarà la fase di draft dei team, che saranno formati in modo diverso rispetto a quanto visto in passato.

Nelle giornate del 21 e del 22 ottobre 2022 la competizione arriverà nella Landa degli Evocatori, e vedremo tutte le partite del gruppo A e del gruppo B. Il 23 ottobre, invece, si giocheranno le semifinali del torneo, che porteranno i due team vincenti alla finalissima del Lucca Comics & Games nella giornata del 29 ottobre.

  • 9 ottobre: draft dei team
  • 21 ottobre: giornata del gruppo A
  • 22 ottobre: giornata del gruppo B
  • 23 ottobre: semifinali
  • 29 ottobre: finale al Lucca Comics & Games

Il comunicato di Riot Games

Riot Games tornerà a Lucca Comics & Games in grande stile scegliendo ancora una volta come base operativa l’Ex Museo del Fumetto in un progetto che vede la propria community protagonista grazie ad una serie di attività dedicate in primis ai fan. Tra queste l’unico merch-store in Europa con merchandising ufficiale Riot Games, il coinvolgimento di cosplay ispirati ai personaggi di League of Legends e VALORANT, un workshop di cosplaying e make-up sui più famosi personaggi Riot Games in collaborazione con M·A·C Cosmetics. Naturalmente moltissimo videogioco, con l’esport in primo piano, grazie alle finali di uno degli eventi competitivi di League of Legends più seguiti dell’anno in Italia – le Baolo Championship Series – e le tappe dedicate del Circuito Tormenta di LoL VALORANT.