Meta tier list TFT: quali campioni dominano nella nuova landa?

Meta tier list TFT: quali campioni dominano nella nuova landa?

Profilo di muddza
 WhatsApp

Oggi vi propongo un meta tier list dei campioni di Teamfight Tactics che più influenzano i nostri game, dal più forte al più debole. Essa si basa su molteplici fattori: sinergie nella squadra, capacità individuali del carry, possibilità di applicare crowd control, flessibilità ed esperienze nei game.

Tier 1

  • Cho’Gat;
  • Draven;
  • Pyke;
  • Brand;
  • Swain.

Il meta tier list ha al vertice questi 5 campioni, forti sia in combo che in solitaria. Cho’Gat ha sicuramente l’effetto di crowd control più massiccio tra tutti e 5o i campioni, il raggio della sua spell, Rupture, è gigantesco e può offrire al nostro team l’attimo di tregua di cui necessitiamo al fine di portare a casa il game. Che dire di Draven? Come in League of Legends, anche in questa modalità è la punta di diamante, il carry per eccellenza, inoltre per ottenere il bonus Imperiale necessitiamo di sole due unità. Parlando di similitudini tra LoL e questa modalità, Pyke è broken come nella landa, potranno nerfarlo mille volte, ma lui ne uscirà sempre vittorioso (e pronto ad alimentare il nostro stress mentale). Brand e Swain sono simili, hanno bisogno di essere difesi per riuscire a sfruttare il loro potenziale, le sinergie Elementalista ed Imperiale al momento sono le più forti, si, ma anche presi singolarmente, con i loro AoE, metteranno in grande difficoltà le difese nemiche, soprattutto se equipaggiati con oggetti ricarica mana.

Tier 2

  • Akali;
  • Ashe;
  • Aurelion Sol;
  • Yasuo;
  • Gnar;
  • Sejuani;
  • Kindred;
  • Kayle;
  • Nidalee;
  • Garen;
  • Karthus.

Questa categoria rappresenta champion forti, ma che necessitano di essere accompagnati dal giusto team. Iniziamo da Karthus e Aurelion Sol, entrambi Maghi, di cui conosciamo tutti l’entità del danno che possono causare 6 personaggi con questo bonus, ma senza di esso non sono così spaventosi. Inoltre, considerando il meta Assassini, non sarà facile tenerli in vita e farli arrivare al loro powespike. Ashe e Kindred sinergizzano bene tra di loro essendo entrambe Tiratrici, in più, Ashe, necessita solo di un altro Glaciale e qualche oggetto di velocità d’attacco per diventare una macchina da cc micidiale. Gnar e Sejuani sono una frontline ottimale, le loro ulti, offrono controllo sulla mappa ed entrambi, con i loro tratti e le loro origini, ci permettono di avere quella variegatura nel team per poter scegliere altre combinazioni nel late game. Ho deciso di includere anche Garen e Nidalee perché hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo e la loro forza nell’early game ci farà rimanere ad un’alta percentuale di vita.

Tier 3

  • Anivia;
  • Lulu;
  • Kassadin;
  • Kha’Zix;
  • Kennen;
  • Warwick;
  • Volibear;
  • Lissandra;
  • Miss Fortune;
  • Rengar.

Questi champion non possono essere considerati carry, la loro forza risiede nel il supporto che danno ai nostri personaggi di spicco, sia come classi e origini, sia come pungiball. Se prendiamo in considerazione una Lulu o una Lissandra, non vorremmo mai schierarle da sole, proprio perché funzionano bene con i loro compagni: Maghi, Glaciali e Elementalisti. La scelta di includere Miss Fortune in questa posizione dipende da due parametri: meta e prezzo. È un’unità a costo 5, difficile da trovare e da potenziare e può sinergizzare con i Pistoleri. Qui non stiamo mettendo in discussione il suo potenziale, ma il fatto che, in un meta di Assassini e Maghi, sia difficile riuscire a farla arrivare alla sua ultimate, in più, le sue sinergie non trovano spazio nel late game, questo le toglie forza e la porta un gradino sotto rispetto ai suoi compagni di prezzo.

Tier 4

  • Ahri;
  • Blitzcrank;
  • Morgana;
  • Darius;
  • Vayne;
  • Graves;
  • Veigar,
  • Shyvana;
  • Varus;
  • Lucian;
  • Tristana;

Queste unità hanno i loro punti di forza nell’early game, ma, con l’andare avanti della partita, possono essere sostituiti con champion di gran lunga migliori. Blitzcrank è l’esempio calzante di questa categoria, può essere forte contro backline pericolose, se buildato a dovere, ma potrebbe anche prendere un tank o un personaggio scomodo, rovinando così la partita. A questo punto al suo posto, così come per i Maghi in questa lista, vorrai optare per un personaggio con la stessa capacità, ma che sia in grado di attuarla in maniera più efficace, come un Pyke, un’Akali, o un Brand. Shyvana viene mantenuta a metà del meta tier list, sebbene non sia molto popolare, per la grande sinergia che ha con Aurelion Sol, essendo entrambi Draghi, infatti, il bonus loro fornirà immunità da danni magici, ottima contro team che prediligono combinazioni basate sui Maghi.

Tier 5

  • Zed;
  • Katarina;
  • Evelynn;
  • Leona;
  • Mordekaiser;
  • Shen;
  • Graves;
  • Gangplank.

Champion come questi sono relativamente facili da trovare, ma è vantaggioso investirci su? Distogliamo un attimo lo sguardo dagli Assassini e prendiamo in considerazione gli altri personaggi presenti in questa lista. La combinazione Pirata (composta da Graves, Pyke e Gangplank) è utile per accumulare oro, ma quanto ci costa riuscire a completarla? Beh, se il gioco vi rema contro non il caso di premere reroll in maniera compulsiva, ma scegliere piuttosto champion nelle pool superiori. Shen, posizionato in solitaria, può essere utile, specialmente per la sua origine Ninja, ma se non puntiamo a combinazioni particolari è consigliabile scegliere qualcun’altro. Mordekaiser è un’unità che capita spesso inizialmente, può tankare ed essere fastidioso, ma entrando nel late game la sua martellata non farà poi così tanto, anzi, rischierà di essere esploso in malo modo. Tuttavia la sinergia Fantasma è molto usata e se l’effetto viene piazzato sul giusto target può assicurarti il game. Tornando ai nostri Assassini possiamo dire che, quelli situati in questa parte della classifica non sono molto forti, a livello di origini e di ultimate, se vogliamo puntare ad un bonus da 6 dovremo prenderli obbligatoriamente tutti, (a meno che non si ricorra alle combinazioni della Spatola/MC Spada), se così non fosse dobbiamo sceglierne uno tra questi da abbinare ai campioni must-have, come Pyke o Akali. Il discorso è valido per tutte le combinazioni di sinergie dei campioni in fondo al meta tier list.

Tier 6

  • Braum
  • Elise
  • Poppy
  • Aatrox
  • Fiora

Questi champion sono decisamente da evitare, sia per la mancanza di forza nelle sinergie, sia per le loro debolezze come unità singole, la maggior parte di loro trova posto solo in combinazioni dove siamo costretti ad utilizzarli per applicare un bonus. Aatrox ed Elise sono Demoni, sebbene il concept di bruciare mana all’avversario sia intrigante e tattico, non trova ancora spazio nelle combinazioni più performanti e, inoltre, lo stesso effetto può fornircelo Kassadin, di gran lunga più forte singolarmente rispetto loro due. Poppy è lo Yordle meno forte, non offre molto al nostro team, prende abbastanza danni, meglio Gnar. Braum potrebbe essere importante per una combinazione Glaciale, ma se non si punta ad averne 6, sarà il caso scegliere Sejuani. Inoltre, la sua ultimate, è particolarmente misera.

 

Riusciranno i Demoni a scalare la classifica? Riuscirà la Riot a bilanciare Pyke? Si troverà un counter alla combinazione dei 6 Maghi? Mi assicurerò di aggiornarvi sui cambiamenti del meta, dagli oggetti, ai campioni più prestanti, soprattutto con le ranked in dirittura d’arrivo.

Patch 12.10b: note complete dell’aggiornamento correttivo

Patch 12.10b: note complete dell’aggiornamento correttivo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Come promesso nei giorni passati, Riot è subito intervenuta per sistemare le cose che non hanno funzionato con la 12.10. Infatti sono già disponibili le note della patch 12.10b, che cercherà di bilanciare tutto quello che è stato toccato in precedenza dagli sviluppatori.

Chiaramente i nerf sono indirizzati ai campioni che, in questo momento, possono sfruttare il danno percentuale e quello puro, visto che hanno preso il sopravvento del meta. Un intervento assolutamente necessario, visto che i loro winrate sono schizzati verso l’alto in poche ore.

Sarà anche data una mano a quei personaggi troppo penalizzati dalla 12.10, che avranno modo di tornare in forma dopo un piccolo scivolone.

La patch 12.10b di League Of Legends

Campioni buffati

Diana

  • W – SCUDO BASE 25/40/55/70/85  40/55/70/85/100
  • E – DANNI MAGICI 40/60/80/100/120 (+40% potere magico)  50/70/90/110/130 (+45% potere magico)

Draven

  • PASSIVA – ORO BONUS DOPO UN’UCCISIONE 25 (+2 per carica di Adorazione)  40 (+2,5 per carica di Adorazione)
  • Q – DANNI BONUS 40/45/50/55/60 (+70/80/90/100/110% attacco fisico bonus)  45/50/55/60/65 (+75/85/95/105/115% attacco fisico bonus)

Kled

  • W – RICARICA 14/12,5/11/9,5/8 secondi  12/10,5/9/7,5/6 secondi
  • R – RICARICA 160/140/120 secondi  140/125/110 secondi

Renekton

  • Q – RICARICA 8 secondi  7 secondi
  • Q – GUARIGIONE BASE CONTRO I CAMPIONI 10/14/18/22/26  12/18/24/30/36
  • (POTENZIATA) – GUARIGIONE BASE CONTRO I CAMPIONI 30/42/54/66/78  36/54/72/90/108

Vladimir

  • Q – GUARIGIONE 20/25/30/35/40 (+30% potere magico)  20/25/30/35/40 (+35% potere magico)
  • Q (POTENZIATA) – RAPPORTO GUARIGIONE AGGIUNTIVA PER POTERE MAGICO 3,5% per 100 potere magico  +4% per 100 potere magico
  • (POTENZIATA) – GUARIGIONE AGGIUNTIVA (CONTRO I MINION) 30%  35%

Yuumi

  • E – GUARIGIONE 65/90/115/140/165 (+25% potere magico)  70/100/130/160/190 (+35% potere magico)
  • E – COSTO IN MANA 40/45/50/55/60 (+15% mana massimo)  40/45/50/55/60 (+12% mana massimo)

Campioni nerfati

Anivia

  • Q – RICARICA 11/10/9/8/7 secondi  12/11/10/9/8 secondi
  • E – DANNO MAGICO 50/80/110/140/170  50/75/100/125/150

Taliyah

  • PASSIVA – VELOCITÀ DI MOVIMENTO BONUS 10/20/35/55%  10/15/25/40% (livelli 1/9/12/15)
  • PASSIVA – TEMPO DI DECADIMENTO 2,5 secondi  3 secondi
  • Q (SU TERRENO ALTERATO) – RALLENTAMENTO 30/35/40/45/50% per 2 secondi  20/25/30/35/40% per 1,5 secondi
  • Q (SU TERRENO ALTERATO) – DANNI CONTRO IL PRIMO NEMICO COLPITO 200%  190%
  • E – RALLENTAMENTO 20/22/24/26/28%  20% a tutti i livelli
  • E – DURATA STORDIMENTO 0,6/0,7/0,8/0,9/1 secondo  0,75 secondi a tutti i livelli

Kayle

  • CRESCITA SALUTE 99  92
  • RESISTENZA MAGICA BASE 26  22
  • E – DANNI MAGICI BONUS ATTIVI SUL COLPO 8/9/10/11/12% (+2% per 100 potere magico)  7/8/9/10/11% (+1,5% per 100 potere magico) della salute mancante del bersaglio

Vayne

  • SALUTE BASE 585  550
  • W – DANNI PURI BONUS 50/65/80/95/110 (+4/6,5/9/11,5/14% della salute massima del bersaglio)  50/65/80/95/110 (+4/6/8/10/12% della salute massima del bersaglio)

Senna

  • SALUTE BASE 590  560
  • PASSIVA – DANNO FISICO BONUS 1-16% (al livello 11)  1-10% (al livello 10) della salute attuale del bersaglio

Bug di Swain risolto

  • VERSI DI UCCELLINO TRISTE Risolto un bug che impediva a Swain di aumentare correttamente il livello di R – Ascensione demoniaca

Patch 12.10b: in arrivo dei nerf per i campioni più dominanti

Patch 12.10b: in arrivo dei nerf per i campioni più dominanti

Profilo di Rios
 WhatsApp

La patch 12.10 ha cambiato il volto di League Of Legends per come abbiamo imparato a conoscerlo in questi anni, ma alcune non hanno funzionato come previsto. Per correggere questi piccoli errori, Riot ha già preparato la patch 12.10b.

Questo aggiornamento andrà a dare una mano ai campioni che stanno avendo difficoltà, mentre porrà un freno a quelli più dominanti. Tra questi troviamo Vayne, il tiratore che più ha beneficiato delle modifiche della 12.10 vista la sua abilità innata nell’utilizzo del danno puro.

Insomma, sembra che il lavoro del team di bilanciamento non sia ancora terminato, vista la portata dei cambiamenti fatti in precedenza.

Anteprima della patch 12.10b

Campioni buffati

  • Renekton
  • Yuumi
  • Kled
  • Vladimir
  • Diana
  • Draven

Campioni nerfati

  • Kayle
  • Anivia
  • Taliyah
  • Brand
  • Vayne
  • Senna

La forza del danno puro e del danno percentuale

La patch 12.10, o “durability update”, ha radicalmente cambiato il volto di League Of Legends. L’obiettivo di Riot era quello di allungare la durata dei fight, fornendo a tutti i campioni più HP di base e più resistenze per difendersi dal burst.

Per bilanciare la situazione si sono resi necessari dei nerf importanti alle cure, agli scudi ed anche alle ferite gravi. Ma qualcosa non ha funzionato come previsto. Alcuni campioni basati quasi interamente su queste statistiche hanno subito un colpo durissimo, e per questo Riot ha deciso d’intervenire con dei buff dedicati.

Dall’altra parte, invece, i personaggi che sfruttano i danni percentuali sugli HP ed il danno puro hanno iniziato a dominare. I winrate di AniviaBrandKayle sono subito schizzati verso l’alto, superando o avvincinandosi al 55% dal platino in su. Una situazione davvero difficile da navigare per i combattenti e per i tank, che attualmente non riescono a tenere il passo di questi campioni.

Un intervento era necessario per bilanciare correttamente le cose, ed il team non ha esitato e non ci ha fatto aspettare. Nella nottata di oggi dovrebbero essere diffusi tutti i dati relativi alla patch 12.10b, che poterà delle modifiche a tutti campioni che potete vedere nell’elenco scritto sopra.

MSI 2022: i Royal Never Give Up si prendono la finale

MSI 2022: i Royal Never Give Up si prendono la finale

Profilo di Rios
 WhatsApp

Royal Never Give Up ce l’hanno fatta: si sono ripresi la finale. I campioni della LPL vogliono difendere il loro titolo, e puntano anche a prendersi la coppa del MSI 2022. Purtroppo la resistenza coraggiosa degli Evil Geniuses non è bastata, vista la netta superiorità dei cinesi.

La squadra nord-americana ha messo in campo il proprio meglio, rischiando anche di vincere durante il secondo ed il terzo game. Questi ragazzi hanno fatto un’ottima figura, e potranno presentarsi ai Worlds con un bagaglio di esperienza ancora più ricco.

Per quanto la serie sia finita con un secco 3-0, ci ha tenuti sulle spine e ci ha fatto emozionare in ogni singola partita giocata.

Gli RNG si prendono la finale del MSI 2022

La coraggiosa resistenza degli EG

I pronostici della vigilia non era particolarmente favorevoli per gli Evil Geniuses, visti come la “Cenerentola” di queste semi-finali del MSI 2022. Nonostante questo, la squadra della LCS ha messo in piedi una resistenza inaspettata dopo aver perso il primo game in maniera disastrosa.

Jojopyun e compagni sono stati bravi a resettarsi mentalmente dopo la prima sconfitta, dando il loro meglio nei due game successivi. Hanno anche accarezzato la vittoria in una seconda partita assurda in cui hanno fatto sudare gli RNG.

Purtroppo, però, l’esperienza ed il divario meccanico tra i due team ha fatto la differenza. I Royal infatti non si sono mai arresi (come dice il loro nome), sono stati freddi ed hanno portato gli avversari all’errore, sfruttandolo a loro vantaggio in maniera cinica.

I campioni della LPL sono riusciti a prendersi un game 2 ed un game 3 difficilissimi, dimostrando di essere il vero raid boss del torneo. Onore ad entrambe le squadre, che ci hanno regalato una serie divertentissima e ricca alle squadre. Gli RNG volano in finale, in attesa di sapere chi andrà a giocarsela con loro per la vittoria finale. Nella giornata di domani, 28 maggio, G2T1 si contenderanno l’accesso alla finalissima del MSI 2022.