L’evento live del PG Nationals stupisce e stabilisce un nuovo standard

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Tutti noi conosciamo la situazione degli esport italiani. Nonostante in altri paesi si siano fatti passi da gigante, nel nostro la situazione rimane non proprio rosea. Le istituzioni governative del mondo dello sport, continuano ad ignorare il fenomeno, rallentando lo sviluppo di un mercato potenzialmente florido.

Nonostante questo scenario apparentemente desolante, alcune eccezioni nel nostro paese ci sono ed una di queste è sicuramente PG Esports. Ormai da anni, questa realtà, sta investendo con forza in questo mercato, e la dimostrazione più lampante è sicuramente l’evento delle finali dello spring split del PG Nationals 2019. Oggi andremo a parlare proprio di questa manifestazione, e di come abbia finalmente stabilito uno standard per gli esports italiani.

Il coinvolgimento di Vigorsol

Molti di voi, probabilmente, non hanno nemmeno notato l’ingresso di Vigorsol nel PG Nationals. Ad una prima occhiata, sembrerebbe una cosa di poco conto, ma è molto più importante di quanto si possa immaginare. Infatti, l’ingresso di uno sponsor non endemico nel mondo esports, fa capire quanto la competizione sia diventata importante, ma soprattutto quanto questo mercato attragga i brand anche in Italia. Grazie a questi investimenti, PG Esports è riuscita ad alzare l’asticella, ed ha organizzato un evento incredibile.

Location, stage e scenografia

Dobbiamo dire che, rispetto agli altri anni, la location ha fatto passi da gigante. Il Teatro Ciak di Milano, è stato allestito in maniera magistrale, ed è riuscito ad ospitare tantissimi appassionati. Il palco del teatro, è stato organizzato in maniera professionale, anche se i giocatori sembravano troppo soli, visto che i caster e gli analyst non erano presenti sullo stage. La scenografia delle luci è stata di un livello altissimo, con fari che si muovevano seguendo le azioni della partita e cambiavano colore ogni volta che un barone veniva conquistato.

Una brutta pecca è stato lo schermo su cui venivano proiettate le partite. Infatti questo era troppo piccolo e, dalle sedute più lontane, non si riuscivano a seguire le singole azioni dei vari game.

Conclusioni

Il lavoro che PG Esports ha fatto, è sicuramente magistrale. Questa organizzazione, ha dimostrato (ormai da anni) come si organizzano gli eventi, ed è riuscita ad imporsi come leader del settore esportivo italiano. Certo le finali del PG Nationals Vigorsol Beats 2019 non sono esenti da pecche, ma hanno stabilito uno standard elevatissimo, e siamo convinti che le cose andranno a migliorare, visto che le competenze e la voglia non mancano.

Fonte immagini: pagina Facebook di PG Esports