LEC: una week 5 all’insegna di Origen e Fnatic

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo una settimana di pausa riparte la LEC, e la week 5 segna l’inizio del girone di ritorno.

Le prime partite ci hanno già mostrato dei cambiamenti in alcune squadre, che finalmente ritrovano la vittoria dopo un periodo non proprio facile. OrigenFnatic riescono a guadagnare due punti importanti per la classifica, ma ancora di più per il morale di questi ragazzi.

G2 Esports continuano a raccogliere sconfitte, non riuscendo a trovare una loro condizione di esistenza nel meta della patch 10.14. In testa rimangono MAD LionsRogue, che guidano il gruppo con tre punti di vantaggio sui primi inseguitori.

Fonte: Leaguepedia

Pagelle della week 5 di LEC

Excel Esports: 4

Partiamo subito da un presupposto importante: la schedule degli Excel, per questa settimana, era durissima. Affrontare MAD Lions Rogue uno dopo l’altro non è sicuramente facile, ma la squadra inglese non ha fatto assolutamente nulla per infastidire le due corazzate che dominano il campionato.

Patrik e compagni non hanno continuità nelle prestazioni e, per questo motivo, è sempre molto difficile esprimere un giudizio univoco su di loro. Hanno bisogno di lavorar ancora di più, per trovare quella costanza che gli permetterebbe di puntare ad un posto nei playoff, anche se al momento pare improbabile una loro qualificazione.

Schalke 04: 3

Ci avevamo sperato un po’ tutti, abbiamo creduto che quel punto conquistato contro i Fnatic avrebbe dato una nuova consapevolezza a questi ragazzi, ma così non è stato. Riparte il campionato e ritroviamo sempre i soliti Schalke 04. Ci dispiace puntare il dito sempre sul povero Abbedagge, ma lui è la cartina tornasole che meglio rappresenta la condizione della squadra tedesca.

Il ragazzo non riesce a trovare la sua nicchia nel meta attuale, e non riesce nemmeno ad essere un anello di congiunzione per i propri compagni. La comunicazione tra questi ragazzi è completamente inesistente, e si può notare dagli innumerevoli errori ripetuti anche durante la singola partita. A ciò aggiungete un Dreams totalmente fuori fase, relegato a giocare lo split da otp Nautilus, campione non proprio nelle sue corde.

Fnatic: 6

Fnatic, dopo un periodo terribile, tornano finalmente alla vittoria e chiudono la week 5 di LEC sul 2-0. Nemesis sembra esser tornato sui suoi livelli e, da solo, è stato in grado di vincere una partita che sembrava persa (quella contro i Misfits). Nonostante tutto rimangono ancora dei forti dubbi su questo team, che ha perso la solidità dimostrata in primavera.

I due punti guadagnati sono importantissimi per la classifica dato che li portano al terzo posto complessivo, in coabitazione con OrigenSK Gaming. Devono lavorare ancora tanto per poter tornare su quei livelli di gioco a cui ci avevano abituati, e già nella prossima settimana se la vedranno con MAD Lions ed Origen.

G2 Esports: 3

La settimana di pausa avrebbe dovuto portare consiglio ai G2, per farli tornare in carreggiata nel minor tempo possibile. Purtroppo così non è stato, e le prestazioni complessive del team continuano a peggiorare. Nella week 5 sono stati protagonisti di ben due sconfitte, che li hanno allontanati dalla lotta per la vetta della classifica. La cosa che più stranisce non è la sconfitta, ma il modo in questa sconfitta arriva ogni volta.

Caps e compagni non sono ancora entrati, a pieno, nel meta della patch 10.14 e stanno giocando con una lettura sbagliata di questo aggiornamento del gioco. La squadra ancora risente della mancanza di allenamenti, dovuta all’assenza di Perkz a causa del lutto che ha colpito la sua famiglia. E’ chiaro che niente sia perduto per loro, ma da ora in avanti si fa veramente dura.

MAD Lions: 9

Cosa dobbiamo dire ancora sui MAD Lions? Stanno giocando lo split ad altissimi livelli, e la loro crescita continua ad essere inarrestabile. Shadow e compagni riescono a costruire il loro meta, costringendo l’avversario a combattere contro cose strane e poco utilizzate (Kaiser ha giocato Pantheon support). In questa week 5 hanno dimostrato una solidità invidiabile, che li ha portati a vincere (anzi stravincere) contro i G2 Esports campioni in carica.

A questo punto bisogna ammettere che, i MAD Lions, siano dei candidati credibili per la vittoria finale. Se le squadre storiche di LEC non dovessero trovare la loro dimensione, potrebbero dover cedere il passo al nuovo che avanza.

Misfits Gaming: 4

Questa doveva essere una settimana importante per i Misfits Gaming, ma alla fine si è trasformata in un incubo a tutti gli effetti. Ancora una volta sono riusciti a perdere, contro i Fnatic, una partita che era già vinta, favorendo la rimonta di Rekkles e compagni. Anche contro gli Origen non sono riusciti a tirar fuori qualcosa di buono, abbandonando di fatto le speranze di restare incollati al trenino del terzo posto. Di questo passo rischiano di non arrivare nemmeno ai playoff, visto che davanti a loro hanno ben sei squadre.

Origen: 6,5

L’abbiamo tanto criticato, preso in giro ed anche memato, ma alla fine Jactroll ha messo a tacere tutti, noi in primis. Il support polacco si è rivelato una carta vincente per gli Origen che, grazie a lui, ora hanno un minimo di strategia e di macro-game. Chiaramente solo due partite non ci dicono molto sul rendimento complessivo del giocatore e della squadra, ma il ragazzo è partito in quarta. La vittoria ottenuta contro i G2 è stata piuttosto importante, specialmente perché ha fatto capire di cosa sono capaci questi ragazzi.

Rogue: 8

Rogue chiudono l’ennesima settimana sul 2-0, e tengono il passo dei MAD Lions, ma a differenza loro sembrano una squadra con debolezze più marcate. Lo stile di gioco del team è piuttosto leggibile, dato che tutte le risorse vengono date in mano a Larssen che poi vince la partita da solo. Capita spesso di vederlo prendere tutto il farm dalle corsie laterali, cosa che lo porta ad avere molti più cs degli avversari e degli alleati.

Fino ad ora questa tattica ha funzionato egregiamente, ma non crediamo che potrà andare avanti ancora a lungo specialmente contro le squadre più esperte. Già dalla prossima settimana capiremo se, questa squadra, potrà effettivamente restare in testa o se sarà l’ennesima stella cadente dell’estate.

SK Gaming: 7

La rivoluzione apportata in casa SK Gaming sta dando, finalmente, i suoi frutti. Dopo un inizio convincente nel girone d’andata, gli SK si erano un po’ persi, ed hanno portato a casa dei risultati altalenanti. Ora questa squadra sembra nettamente più solida, più preparata ad affrontare un’estate che sarà rovente. L’ingresso di Zazee ed il role swap di Jenax hanno dato tanto al team, che potrebbe addirittura pensare ad un posto all’interno dei playoff di LEC se riuscisse a mantenere questa continuità di risultati.

Team Vitality: 4

Ancora i Vitality non riescono a trovare il loro equilibrio e, l’ingresso di Skeanz in questa week 5 di LEC, ha un po’ destabilizzato le dinamiche rodate della squadra. E’ una mossa che, onestamente, non abbiamo capito, visto che Nji non stava performando male. Sicuramente hanno il potenziale per non rimanere incollati sul fondo della classifica, ma la strada è tutta in salita ormai.

Immagini via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701