LEC: una serata ricchissima di risultati inattesi

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima giornata della super week 8 della LEC ci regala ben quattro risultati inattesi su cinque game giocati. I G2 Esports, i Fnatic ed i MAD Lions cedono il passo ai loro avversari, che ribaltano tutte le previsioni della vigilia. I Vitality perdono contro gli Astralis, rinunciando così ai loro sogni di miracle run.

La prima giornata della super week 8 di LEC

Difficoltà impreviste

Il primo match della super week 8 di LEC ha visto Rogue ed SK Gaming darsele di santa ragione. Nelle prime fasi di partita, i polacchi, hanno trovato un grosso vantaggio che però non sono riusciti a tradurre nel mid-game. Gli SK sono stati bravi nell’identificare gli erroracci degli avversari, sfruttando ogni minima finestra per rimanere a galla anche se non navigavano in acque calme. Alla fine, però, i vantaggi accumulati hanno favorito i Rogue che si portano a casa un punto prezioso, me dovranno aggiustare molte cose per le prossime giornate.

La fine dalle miracle run

Forse ci abbiamo creduto troppo. Tutti volevamo vedere il comeback dei Vitality, dopo una week 7 chiusa con ben due vittorie su due partite giocate. Purtroppo, nel match contro gli Astralis abbiamo rivisto quella squadra scollata ammirata lungo il corso dello split. Probabilmente l’ansia da prestazione ha fatto la differenza, condannando Crownshot e compagni all’oblio. Gli Astralis sono riusciti ad infilarsi nelle crepe dei loro avversari, sfruttando ogni singola occasione per prendere del vantaggio. Merito a loro che vincono una partita decisamente sporca e chiudono ogni speranza per i Vitality.

Il ribaltone

Com’è possibile perdere una partita che era praticamente vinta dopo 3 minuti? Bhe, sicuramente non è semplice, ma se volete un tutorial chiede ai Fnatic. Il team inglese ha gettato, letteralmente, al vento tutto il vantaggio accumulato, regalando allo Schalke 04 una vittoria che sembrava ormai lontana. Bwipo e compagni non sono riusciti a fermare l’Urgot di BrokenBlade, che ha preso tantissime risorse e poi ha camminato in faccia a chiunque gli si parasse davanti. I Fnatic hanno commesso tantissimi, troppi errori. Hanno tirato la corda più del dovuto, appena le cose sono andate nel verso sbagliato non sono riusciti a resettarsi mentalmente.

COLPACCIO!!!

Ma cosa hanno fatto i Misfits? Davvero, stavano perdendo in maniera brutale per mano dei MAD Lions, che però poi si sono accartocciati su loro stessi. Il team spagnolo ha perso il bandolo della matassa, commettendo troppe sbavature che i Conigli hanno sfruttato senza tirarsi indietro. La resilienza della squadra ha fatto un’enorme differenza. I ragazzi non si sono persi d’animo, si sono messi in trincea ed hanno aspettato il momento giusto per mettere in atto il loro piano malefico per vincere la partita dopo ben quaranta minuti.

E’ successo ancora una volta

Anche i G2 Esports cadono dopo aver subito uno sgambetto abbastanza sinistro da parte degli Excel Esports. E’ vero, i campioni in carica hanno giocato una composizione strana, provata per la prima volta, ma tutti questi errori non dovevano esistere. Caps con Rumble è stato disastroso (a dir poco), con Jankos assolutamente inconcludente con il suo Udyr. Gli Excel sono stati molto bravi a giocare attorno alle insicurezze dei loro avversari, colpendo sempre al momento giusto e nel posto giusto. Ottimo punto gli inglesi che continuano a mantenersi in corsa per un posto nei playoff.

Immagine di copertina via LoL Esports


LEC: una serata ricchissima di risultati inattesi
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701