Splyce LEC playoff

LEC playoff: La maggiore esperienza degli Splyce batte l’inesperienza degli SK Gaming

Condividi su WhatsApp  WhatsApp
Una buona serie contro gli SK Gaming garantisce agli Splyce l’accesso al Round 2 dei playoff di LEC. Ad attenderli troveranno i Fnatic.

Dopo la splendida vittoria dei Fnatic contro i Vitality arriva il momento dell’ultima partita del Round 1 valevole per i playoff della League of Legends European Championship (LEC). Le due sfidanti sono SK Gaming e Splyce.

La partita contrappone due team filosoficamente molto distanti tra loro. Gli SK, con un roaster pieno di rookie, hanno inizialmente fatto molta fatica durante la regular season. Tuttavia con ottime prestazioni durante le ultime settimane sono riusciti a conquistare un posto ai playoff di LEC, battendo anche alcune tra le formazioni più forti come, ad esempio, i Vitality nella partita più veloce di sempre.

Anche gli Splyce hanno faticato per arrivare ai playoff di LEC. Tuttavia, a differenza degli avversari, sono noti per adottare uno stile di gioco molto difensivo e calcolato. Quale delle due filosofie prevarrà?

LEC Splyce vs SK

Game 1 (SK)

Il game si apre in maniera pacata con entrambi i team che si studiano. I rookie degli SK dimostrano di avere i nervi saldi, ma non riescono a conquistare vantaggio durante le fasi iniziali.

Uno dei fattori da considerare è che entrambe le botlane hanno giocato un minimo ruolo durante questo game 1. Come atteso da molti il matchup in giungla è quello che più ha pesato nella sfida tra questi due team così diversi tra loro.

Con un ottimo vantaggio di visione e obiettivi nelle proprie mani gli Splyce decidono di muoversi verso il Barone Nashor intorno alla mezz’ora; è qui che cambia l’inerzia del game. Gli avversari decidono di contestare l’obiettivo cogliendoli di sorpresa. Gli SK riescono, con il vantaggio acquisito, a conquistare l’inibitor degli Splyce con un singolo push e poco dopo, grazie ad un altro Barone conquistato, chiudono la partita.

SK Gaming LEC playoff

Game 2 (SPY)

Dopo un primo game che, nonostante il risultato, ha dato buona impressione di entrambi i team il secondo si apre con due draft nettamente contrapposte. Gli SK optano per una comp basata principalmente sul poke e i pick singoli mentre gli Splyce per una molto orientata ai fight.

Proprio questa è stata la chiave della partita. Infatti gli SK non sono riusciti a trovare nelle prime fasi di partita il vantaggio necessario per compiere in maniera efficacie la transizione verso il mid game per una composition come questa. Al contrario gli Splyce, grazie allo Skarner di Xerxe, sono riusciti in più occasioni a cogliere gli avversari fuori posizione e grazie al potenziale di engage garantito da Kennen e Rakan a portare dalla loro gli scontri di squadra. Tuttavia un Baron e un buon push che garantisce loro l’inibitore avversario riaccendono le speranze degli SK.

Gli Splyce riescono però a trovare un ottimo fight che consente loro di conquistare quasi un ace pulito e, poco dopo, il buff del Barone. Gli SK non riescono più a riprendersi, complice anche la loro composition. 1 a 1 palla al centro.

Game 3 (SPY)

In fase di draft gli Splyce tirano fuori dal cappello magico un pick molto particolare, Vel’Koz come carry da corsia inferiore e optano per una comp estremamente aggressiva; molto particolare considerato il loro stile di gioco canonico durante LEC.

Inoltre Jayce nelle mani di Vizicsacsi è stato semplicemente magnifico e ingestibile per gli SK. Con due kill al minuto 15 anche nei 2v1 è riuscito facilmente a gestire la situazione diventando un serio problema per il team avversario. Con un vantaggio così grande alle soglie del mid-game, agli Splyce è bastato strozzare gli avversari con un siege costante, garantito dal potenziale di poke della comp, per portare a casa il game 3.

Splyce LEC

Game 4 (SPY)

Sul match point per gli Splyce entrambi i team si giocano il tutto per tutto in fase di draft con due comp molto aggressive orientate ai team fight; Shen – Vayne per gli Splyce, Rek’Sai – Hecarim per gli SK i pick da tenere d’occhio.

Intorno gli inizi del mid-game i caster notano una stranezza nella Rek’Sai di Selfmade: una Infinity Edge! Se avesse pagato la strategia sarebbe valsa, senza alcun dubbio, il dominio e la gloria; ma ovviamente è rimasto un grande se.

Purtroppo la prestazione del jungler degli SK Gaming non è stata adeguata per una strategia così rischiosa. Gli Splyce sono riusciti a portare a casa il game e la serie giocando un LoL molto più scolastico, come da loro classico, mettendo in mostra la maggiore esperienza rispetto agli SK.

Splyce LEC playoff

Gli Splyce chiamati all’impresa

Gli Splyce avanzano così al secondo turno dei playoff di LEC, giocando una serie, tutto sommato, in maniera intelligente. Tuttavia ad attenderli nella prossima partita troveranno i Fnatic, probabilmente il team più in forma di LEC e attesi rivali dei G2 in finale. Una delle principali incognite è se il gioco scolastico e compassato degli Splyce basterà a contrastare i Fnatic.

G2 e Origen, rispettivamente prima e seconda del Regular Split, si giocheranno l’accesso diretto alla finale dei playoff. La perdente giocherà un mini loser bracket contro la vincente tra Fnatic e Splyce.

Potrete seguire entrambe le partite sul canale Twitch ufficiale di Riot Games.

Immagini via LOL Esports Flickr

Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport.Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque.Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.