LEC: pagelle della seconda settimana di campionato

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La seconda settimana di LEC ci ha offerto tanti risultati inaspettati. I G2 Esports perdono la loro prima partita del campionato, mentre i redivivi MAD Lions si portano a casa due punti fondamentali. Ancora imbattuti i Rogue, che rimangono primi con il punteggio di 5-0. I Fnatic, invece, continuano a combattere i loro fantasmi e sono alla ricerca di una continuità difficile da trovare.

Fonte: Leaguepedia

Le pagelle della terza settimana di LEC

Astralis: 3

Durante la prima settimana di LEC avevamo dato il beneficio del dubbio a questi Astralis, capaci di portarsi a casa una vittoria abbastanza inattesa. Rispetto ad allora, però, la squadra non ha fatto passi avanti, ma anzi è andata incontro ad una involuzione piuttosto allarmante. I giocatori non riescono a muoversi come una singola unità, sono scollati e non hanno nessun piano specifico in testa. Anche Nukeduck, che dovrebbe essere il leader di questa formazione, sta avendo delle prestazioni al limite della decenza. La situazione tecnica è apparsa abbastanza tragica, il coaching staff dovrà invertire la rotta presto, ma non sarà affatto semplice.

Excel Esports: 4,5

Cari Excel, così non si va da nessuna parte. Anche loro, rispetto alla scorsa settimana, ci sono sembrati più fiacchi e molto meno attenti all’aspetto tecnico. Fa rabbia vedere questa squadra, perché ha delle ottime potenzialità per far bene ma alla fine i risultati sono sempre gli stessi. La sconfitta subita per mano dei MAD Lions è stata decisamente pesante e la vittoria ottenuta contro gli Astralis non li salva da una valutazione negativa.

Schalke 04: 7

Finalmente iniziamo a vedere un po’ di luce in casa Schalke. La squadra sembra esser tornata sui livelli che hanno reso possibile la miracle run dello scorso split, e la vittoria ottenuta contro i G2 lo testimonia con forza. I ragazzi, guidati da un Gilius in grande spolvero, hanno ritrovato la loro compattezza e sono migliorati molto sia nelle draft che nel macro. Riusciranno a darsi la continuità giusta per poter competere con i piani alti della classifica? Lo scopriremo nelle prossime settimane.

Fnatic: 5

Al momento è molto difficile inquadrare i Fnatic, sia in positivo che in negativo. Sono una squadra tremendamente incostante, troppo condizionata dalle prestazioni altalenanti di Bwipo ed Hylissang. Riescono a tirar fuori delle prestazioni maiuscole, ma anche degli scivoloni abbastanza ridicoli come successo nel match giocato contro i MAD LionsNisqy sta cercando d’inserirsi al meglio delle sue possibilità in una formazione che ha uno stile diverso dal suo, mentre Upset fa innervosire e non poco. Il carry tedesco, infatti, tende ad escludersi volontariamente dal resto della squadra, rimanendo isolato in una lane a farmare anche più del necessario. Quando arriva il momento d’inserirsi nei fight è spesso in ritardo e poco coordinato con gli altri compagni. E’ chiaro che al momento, i Fnatic, siano un cantiere aperto, ma devono darsi una mossa per evitare di perdere ulteriori punti.

G2 Esports: 5

E’ arrivato quel momento dell’anno, quell’abitudine che non ci stanchiamo mai di commentare. Infatti, i G2 Esports, hanno regalato il solito punto agli Schalke 04. Nel match contro i tedeschi abbiamo visto una squadra presuntuosa, irrispettosa e decisamente poco preparata ad affrontare un avversario che giocava con il sangue agli occhi. Colpevole di questa disfatta il supporto Mikyx, che ha voluto rendere omaggio al maestro Intissang, lanciandosi in molteplici ingaggi suicidi con la sua Leona. In ogni caso la squadra si porta a casa una vittoria contro gli Astralis, che fa comodo per la classifica ma non gli permette di raggiungere la sufficienza.

MAD Lions: 6,5

Buona nei risultati la seconda settimana di LEC per i MAD Lions, che si portano a casa un 2-0 soddisfacente. La squadra, però, ha ancora diversi difetti da sistemare sul piano tecnico. Il macro del team, infatti, non è deciso e comune a tutti i giocatori, che a volte sembrano scoordinati e mancanti di comunicazione. La corsia inferiore deve decisamente cambiare passo, per mostrarsi splendente come lo scorso anno.

Misfits Gaming: 5

Grosso passo per i Misfits in questa week 2, che si portano a casa ben due sconfitte su due match giocati. La prima settimana ci aveva fatto ben sperare per questa squadra, che aveva mostrato dei buoni margini di miglioramento. La sconfitta subita per mano dei Rogue era abbastanza preventivata (anche se il team si è ben difeso), ma non ci aspettava di vederli perdere nel match giocato contro gli SK Gaming.

Rogue: 8

Rogue continuano a volare in alto in queste prime due settimane di LEC e rimangono, per il momento, l’unica squadra imbattuta del campionato. Altre due vittorie per far capire le loro vere intenzioni, per dichiarare la loro fame e la loro forza. La squadra sta esprimendo un livello di gioco altissimo, superiore anche a quello dei G2 Esports che si sono accartocciati su stessi in questa week 2. Chiunque dovrà contendersi il titolo con questi ragazzi, dovrà sudare parecchio per fermarli.

SK Gaming: 5

Gli SK Gaming non riescono a darsi una continuità, non riescono ad essere una squadra vera e propria nemmeno dopo due settimane di campionato. Il team tedesco, infatti, sta rodando diversi schemi ed il coaching staff deve ancora capire come inserire correttamente BlueTynx. I due non si sono adatti benissimo ai meccanismi della squadra, faticano a giocare con tutti gli altri compagni. Ci vorrà del tempo, è chiaro, ma la LEC non aspetta nessuno.

Team Vitality: 3

Una squadra con un roster come quello dei Vitality non dovrebbe aver problemi a vincere qualche partita. A differenza degli Astralis, infatti, i Calabroni vantano delle individualità piuttosto interessanti, che però non stanno performando come dovrebbero (prendiamo Milica ad esempio). La week 2 li ha visti impegnati in due match difficili contro RogueFnatic, è vero, ma anche nella sconfitta non si sono fatti valere.

Immagini via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701