LEC: la nuova era del campionato europeo

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La stagione della LEC è finalmente iniziata dopo mesi di attesa interminabili e, già dalla prima giornata, si sono chiaramente stabilite delle gerarchie molto chiare. I G2 Esports di Rekkles sono già tirati a lucido, mentre i Fnatic ripartono da dove erano rimasti: dall’inting di Bwipo ed Hylissang. Ottime prestazione, invece, per i sorprendenti Misfits, già pronti alla prima giornata.

La prima giornata della LEC

Docili gattini

La prima partita dell’anno di LEC inizia con il botto per i nuovi G2 Esports di Rekkles, che battono dei MAD Lions ancora poco coordinati. Nonostante un early-game giocato con tutti i giusti crismi, i leoni (o forse i gattini) non sono riusciti a sfruttare il punto di debolezza dei loro avversari.

Caps e compagni hanno vinto grazie ad una netta superiorità meccanica in tutte le lane, specialmente nella corsia superiore dove Armut è stato annientato dal Gragas di Wunder. I ragazzi di coach Grabbz hanno capovolto l’andamento del game con una gestione dei fight splendida, ed anche grazie ad un Mikyx incredibile.

Infine Rekkles è stato anche capace di rubare un drago, con una Sivir dal sapore stagionato. I MAD avranno tanti compiti da fare, per capire cosa non ha funzionato in questo primo match della stagione.

L’ombra degli Origen

Diciamo la verità, nessuno avrebbe mai puntato un centesimo sui poveri Astralis. Il loro primo match all’interno del campionato ha mostrato tutte le loro debolezze marcate, favorendo i non irresistibili SK Gaming. Entrambi i team hanno commesso una sequela di errori infinita, ed alla fine ha vinto chi ne ha fatti di meno.

L’errore più grosso di Nukeduck e compagni è stato quello di voler mettere in stallo il game, dando così abbastanza tempo all’Aphelios di Jezu di scalare sulle sue zone di comfort. Per la seconda volta di fila un Gragas ha distrutto un Renekton, che sia arrivato il momento di smettere di blind pickare il lucertolone?

Ivern ed Udyr nello stesso team? Nel 2021? In LEC?

Sono queste le domande che si sono fatte strada nella mente degli spettatori che hanno assistito al match tra Rogue ed Excel Esports. Il team inglese ha provato a confondere i propri avversari, con dei pick esotici che però non sono stati efficaci. La pulizia e la metodicità dei Rogue ha avuto la meglio sulla caotica (e forse folle) creatività degli Excel, arrivati ad accumulare uno svantaggio di oltre 10k gold.

L’uomo foresta, piazzato in toplane, non ha avuto alcuna opportunità per brillare e, già dai primi minuti, i Rogue lo hanno allontanato da ogni risorsa. Quasi la stessa cosa si può dire di Udyr (pilotato da Dan), incapace di sfruttare la sua supremazia nei primi minuti sulla Lillia di Inspired.

Non un buon esordio per Trimby, il nuovo supporto dei Rogue, che a larghi tratti ha ricordato Intissang, il gemello cattivo di Hylissang.

La prima base race della stagione

Una partita assurda, durante la quale non c’è mai stato un chiaro padrone del vantaggio che ha rimpallato da un team all’altro. Nelle prime fasi, i Vitality, hanno messo in campo una pressione psicologica degna delle migliori cene di Natale con i parenti, rubando facilmente un barone sotto il naso del buon Gilius sempre on point con gli smite.

Dopo qualche minuto di stallo, però, i Calabroni hanno peccato d’impazienza, regalando piccoli vantaggi a degli avversari che non si sono fatti pregare. Negli ultimi minuti è stato il caos totale, i team hanno mollato tutti gli schemi e si sono lasciati andare alla follia pura.

Il tutto si è concluso con una ridicola base race degli Schalke 04, favoriti dalla chiamata al Drago Anziano da parte dei Vitality, iniziato senza il dps della Kai’Sa di Comp che stava provando a chiudere il game con un’altra base race.

Ah sh*t here we go again

Cambiano i giocatori in casa Fnatic ma non cambiano le attitudini di Bwipo ed Hylissang. I due, ampiamenti criticati dai tifosi e dagli addetti ai lavori, non riescono a non strafare, intano in continuazione e sono l’anello debole del team come sempre. La loro discontinuità condanna tutti gli altri compagni, che li guardano morire senza poter fare nulla di positivo.

Dall’altro lato abbiamo avuto dei Misfits giganti, con un Vetheo che ha vestito i panni da super carry ed ha fatto delle cose vietate ai minori. Ottime basi per i Coniglietti mannari, capaci di dimostrare il lavoro svolto in fase di off-season.

Immagini via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701