LEC: i Fnatic torneranno in studio per la prossima partita

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nel primo round dei playoff della LEC, i Fnatic hanno dovuto giocare da casa, dato che Adam è risultato positivo al test per il COVID-19. Il ragazzo ha dovuto rispettare la quarantena, mentre il resto della squadra è rimasto nella gaming house del team. Il periodo di quarantena ora è finito, e gli arancio-neri si preparano a tornare in studio.

I Fnatic tornano nel LEC Studio di Berlino

Periodo di quarantena

Se avete seguito la partita di domenica pomeriggio dei playoff della LEC, avrete sicuramente notato l’assenza delle due squadre. Questo problema è stato causato dalla positività di Adam, toplaner dei Fnatic, al test per il COVID-19.

Il ragazzo ha dovuto rispettare un periodo di quarantena, lontano dai suoi compagni e dello staff, rimasti tutti insieme nella gaming house del team inglese. Forse per questo motivo la squadra ha avuto qualche difficoltà di troppo, inciampando su dei Vitality (anche loro giocavano da casa) che non si sono mai tiranti indietro.

Il ritorno in studio

Nel pomeriggio di domani (venerdì 20 agosto), i Fnatic torneranno in studio per lottare per la sopravvivenza nel loser bracket. A fronteggiarli ci saranno i Misfits, agguerriti e sicuri dei loro mezzi dopo aver portato i Rogue al quinto game del primo match del winner bracket.

Sarà un match molto, molto, molto difficile per gli arancio-neri, che avranno bisogno di uno step-up nelle performance. Come detto, i Misfits sono un avversario tosto, e vorranno giocarsi tutte le carte che hanno nel mazzo per sperare ancora nella qualificazione ai Worlds 2021.

Chiunque vincerà questa sfida, dovrà affrontare i G2 Esports, in un match che sarà decisivo per la corsa mondiale. Rimane solo un posto per l’evento internazionale più importante dell’anno, dato che RogueMAD Lions si sono già assicurati uno spot dopo le prime due partite dei playoff della LEC.

Immagine di copertina via LoL Esports

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701