LEC: i Fnatic rompono la maledizione e volano in finale

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

FnaticG2 Esports sono le due squadre più vincenti d’Europa, ma il loro summer split di LEC non è stato assolutamente dei migliori. I due team si approcciavano a questi playoff con delle aspettative molto basse, ma alla fine sono stati in grado di rimettersi in carreggiata.

Nella finale del winner bracket, i due Re d’Europa si sono dovuti scontrare per accedere alla finalissima dei playoff. Dopo una serie durata ben cinque game, alla fine l’hanno spuntata Rekkles e compagni, che tornano a vincere contro gli spagnoli dopo quasi due anni.

I Fnatic agguantano la finale dei playoff di LEC

La fine della maledizione

Come detto in precedenza, i G2 Esports erano diventati un’ossessione per i Fnatic, che cercavano (inutilmente) di proporre cose nuove per battere i rivali di sempre. Finalmente sembrano aver trovato il modo giusto per farlo: giocare in maniera ordinata. Infatti è stata proprio questa la chiave di volta per il team inglese, che ha fatto breccia nel caos generato dagli spagnoli.

Non stiamo dicendo che i Fnatic abbiano giocato in maniera perfetta (altrimenti avrebbero vinto 3-0), ma almeno hanno trovato un modo per contrastare i loro demoni. Oltre allo stile di gioco, bisogna lodare anche le prestazioni dei singoli giocatori. Tra tutti spicca il jungler Selfmade, che ormai è diventato un vero e proprio leader per i compagni, proprio ora che può giocare il suo stile di gioco (visto che il meta glielo consente). Quando il polacco ha in mano dei championi carry, è praticamente inarrestabile.

E’ stata eroica la difesa di NemesisRekkles nel quinto game, capaci di tenere vivo il loro nexus da soli contro quattro avversari. Infine Bwipo ed Hylissang si sono concessi fin troppi “momenti felici”, che sono stati determinanti nelle sconfitte guadagnate dal team in arancione. Tutto sommato, anche loro, hanno tirato fuori delle prestazioni straordinarie, pur con tutti gli errori del caso.

I G2 devono resettarsi

La sconfitta dei G2 Esports è figlia di vari fattori, primo tra tutti la mancanza di un macro game comune a tutti i giocatori del team. Infatti Perkz e compagni giocano senza un vero piano, ma si affidano alle abilità del singolo ed al caos generato dal loro stile di gioco imprevedibile e confusionario.

Inoltre la loro arroganza e presunzione gli fa perdere dei game che sembrano tranquillamente vincibili, come successo nel game 3 della serie giocata contro i Fnatic. Avevano un grosso vantaggio, potevano vincere ma hanno gettato tutto la vento inseguendo delle kill che non potevano prendere, permettendo agli avversari di recuperare il match e vincerlo.

Nonostante tutto, niente è perduto per loro, che dovranno affrontare una tra MAD LionsRogue (che si sfideranno questo pomeriggio) per poter accedere alla finalissima dei playoff di LEC.

Immagini via LoL Esports

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701