LEC: i Fnatic demoliscono i Vitality nel match of the week

LEC: i Fnatic demoliscono i Vitality nel match of the week

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’ultima giornata della week 5 della LEC ci ha mostrato un match of the week nettamente indirizzato da un lato. I Fnatic hanno dominato i poveri Vitality, incapaci di costruire delle risposte adeguate sia in draft che all’interno della Landa degli Evocatori.

Cadono ancora una volta i Rogue dopo la sconfitta di ieri, affondati da dei Misfits Gaming molto combattivi ed in forma rispetto alle giornate precedenti. Il team polacco rimane comunque saldamente in testa alla classifica, ad un punto di distacco dal duo FnaticG2 Esports.

Ancora tanto spettacolo in questa quinta settimana, che ci ha fatto divertire ed ha smosso anche molto acque all’interno della classifica.

L’undicesima giornata della LEC

Che fatica

Il primo match della giornata di LEC, giocato tra ExcelBDS, ci ha regalato quasi quaranta minuti di batoste continue. Le due squadre hanno giocato a viso aperto, senza fermarsi o lasciarsi intimorire dall’avversario. Proprio grazie a questa caratteristica, Adam è riuscito a distruggere la fase di corsi di Finn, prendendo vantaggio e risorse.

Da lì in poi i BDS hanno continuato a camperare quella povera Irelia, cercando di bloccare ulteriormente i suoi tentativi di rimonta. Nonostante questo, però, le altre linee degli Excel non sono rimaste ferme a subire. In corsia centrale, ad esempio, Nukeduck ha massacrato Nuclearint con il suo Corki aprendo una voragine sul piano del farm.

Ma la cosa che ha “agevolato” la vittoria degli Excel è stata la fase di teamfight. I BDS hanno dimostrato di essere ancora molto scoordinati, vittime della volontà del singolo che spesso cerca giocate spettacolari (Adam in primis). Però gli inglesi non hanno propriamente dominato, in quanto c’è stato un continuo swing in gold tra i due team fino ad un momento fatale in cui i BDS si sono definitivamente sgretolati.

Cos’è successo ai MAD Lions?

Dopo la sconfitta subita ieri per mano dei G2 Esports, i MAD Lions avevano bisogno di una forte reazione, che però non è assolutamente arrivato. Nonostante avessero ottenuto un buon vantaggio in early-game grazie alla Jinx di Unforgiven, non sono stati in grado di sfruttarlo per vincere la partita.

Il loro macro è stato completamente confuso e sconclusionato, specialmente nel momento in cui era necessario lottare per gli obiettivi. Gli ex campioni della LEC si sono completamente scollegati, lasciando aperte molte finestre agli SK Gaming che ne hanno approfittato.

Gilius e compagni sono stati bravi a navigare bene i fight, sfruttando i continui flank di Sertuss con Akali, che non ha mai lasciato spazio alla back-line avversaria. Unforgiven non ha avuto possibilità di giocare correttamente ed essere utile al team, che nel frattempo non riusciva a reggere in nessun modo. Questo è comunque un punto importantissimo per gli SK Gaming, che stanno cercando di staccarsi con fatica dal fondo della classifica.

Il crollo

Si, è successo di nuovo. I Rogue hanno trovato la loro seconda sconfitta di questo split, battuti da dei Misfits capaci di combattere ad armi pari. Le due squadre si sono scontrate con violenza per quasi tutta la durata della partita, ma nessuno è riuscito a prendere un grandissimo vantaggio fino ad un certo punto.

Misfits sono stati bravi a tenere botta durante le fasi di corsia, anche in corsia superiore dove Hirit, nonostante stesse giocando Camille contro Ornn, non è riuscito ad avere ragione del buon Odoamne. Allo stesso tempo, i continui ed inutili roaming di Trymbi con Nami hanno condannato il Lucian di Comp a subire le angherie di NeonMersa.

La corsia inferiore dei Misfits è stata decisiva nel computo totale della partita, visto che la Jinx di Neon ha fatto il bello ed il cattivo tempo nei fight. Importantissimo l’apporto della Lulu di Mersa, che ha tenuto in vita tutti i suoi compagni rinunciando spesso alla sua.

Una vittoria davvero roboante, che condanna i Rogue ad uno 0-2 dolorosissimo, che però li mantiene ancora saldi al primo posto della classifica.

Tentativo apprezzabile

La vittoria ottenuta ieri ai danni dei Rogue ha dato delle speranze agli Astralis, che dovevano confermarsi un’altra volta contro i G2. Ed i danesi lo hanno fatto, ma solo parzialmente. Infatti la squadra ha giocato una partita davvero apprezzabile, scevra da quegli errori grossolani visti nel girone d’andata.

Certo, dare il primo sangue a Yone e regalare tante risorse a Jinx non sono proprio delle mosse intelligenti, ma è sempre meglio di non giocare a priori i game. Gli Astralis devono continuare a percorrere questa via, cercando di darsi una scossa prima della fine dello split.

Dall’altro lato i G2 hanno dimostrato, ancora una volta, di essere dei veri rapaci. Hanno sofferto per qualche periodo della partita, ma contestualmente sono stati capaci di tenere durissimo. Questo mental gli ha permesso si sfruttare gli errori avversari (specialmente quelli di Promisq), vincendo quasi tutti i fight prima di prendersi il trionfo finale.

La valanga arancione

Per la seconda volta consecutiva in questo spring split, i Fnatic hanno demolito i Vitality con la forza di una valanga. Già dalle fasi di draft si poteva notare un certo vantaggio della formazione arancio-nera, capace di prendere sia Zeri sia Twisted Fate dal lato blu.

Nelle prime fasi di partita, però, il pallino del gioco è andato in mano a Razork, che con Viego ha dominato tutta la mappa. Insieme a lui anche Hylissang, capace di continuare a fare roaming costantemente, visto che Upset poteva tranquillamente giocare 1v2.

Il carry tedesco dei Fnatic è riuscito a schiacciare l’Aphelios di Carzzy ed il Thresh di Labrov, che non avevano nessuna risposta. Le prime kill finite in mano alla sua Zeri sono state fatali per l’andamento della partita, e gli hanno permesso di impazzare in tutti i fight.

Ma al netto delle singole esecuzioni meccaniche, i Fnatic hanno giocato in maniera corale e sono stati meravigliosi nel farlo. Ogni volta che c’era un’azione in ballo, i giocatori arancio-neri non si muovevano mai a caso o da soli. Hanno commesso pochissimi errori, e nel frattempo hanno punito con forza quelli avversari. Una partita quasi perfetta per loro, che si portano a casa il match of the week e chiudono la settimana sul 2-0.

Fonte immagine di copertina: pagina Twitter della LEC

Star Guardian x Joy Rimini: un evento importantissimo per i cosplayer

Star Guardian x Joy Rimini: un evento importantissimo per i cosplayer

Profilo di Rios
 WhatsApp

Durante questa calda estate torneranno ufficialmente gli Star Guardian, con un evento a tema all’interno del client di League Of LegendsWild RiftLegends Of Runeterra. Proprio per questo motivo, Joy Rimini insieme a PG Esports, ha creato un contest imperdibile.

Per tutta la durata della fiera ci sarà un contest cosplay dedicato a League Of Legends, che coinvolgerà tutti gli artisti presenti alla manifestazione. Un’occasione unica per mostrare le proprie doti, sfoggiando i propri costumi davanti ad un pubblico enorme.

Insomma, se siete dei cosplayer ed amate LoL non potete perdervi questa occasione utile per mostrare a tutti il vostro valore.

L’evento Star Guardian al Joy Rimini

Il comunicato

“Con il ritorno del grande festival estivo dedicato alla cultura pop, il JOY Rimini, la cui edizione 2022 si terrà nel piazzale Federico Fellini dal 14 al 17 luglio, non potevamo farci sfuggire l’occasione di celebrare in maniera del tutto speciale il lancio di Star Guardian.

Per l’occasione, infatti, in collaborazione con PG Esports, presenteremo un format da non perdere: un contest cosplay a tema League of Legends. L’appuntamento è per sabato 16 luglio dalle 17 in poi sul palco Rimini Comix, la sezione dell’evento dedicata a videogiochi, cosplay e fumetti.

La giuria sarà formata da alcuni dei più conosciuti cosplayer nazionali e non solo, che per l’occasione vestiranno i panni dei nuovi personaggi di Star Guardian, proprio a ridosso della partenza dell’evento in League of Legends, Wild Rift e Legends of Runeterra. Il loro compito sarà valutare originalità, cura dei dettagli e ovviamente somiglianza con il personaggio interpretato.

Il contest è aperto a tutti e prevederà tre categorie, ovviamente tutte a tema League of Legends: Miglior Pool Party, Miglior Costume Originale e Miglior Star Guardian. Per i vincitori in palio un premio esclusivo.

Ma non è finita qui, subito dopo il contest i giurati inviteranno il pubblico e i vincitori a seguirli per una sfilata attraverso la fiera e al termine sarà possibile per chiunque scattare una foto con i propri cosplayer Star Guardian preferiti.

Speriamo di vedervi numerosi per celebrare il lancio del nostro nuovo evento estivo!”

LEC: la finale del summer split si giocherà a Malmö

LEC: la finale del summer split si giocherà a Malmö

Profilo di Rios
 WhatsApp

Finalmente si torna alla normalità! Dopo ben tre anni di finali tristi e senza pubblico, la LEC torna ad organizzare un evento di League Of Legends in grande stile. L’occasione sarà la finale del summer split, che si giocherà a Malmö, in Svezia.

Questa sarà la prima finale che si giocherà al di fuori dei confini dello studio di Berlino, e riunirà i fan da ogni paese d’Europa. Un’occasione per ritornare ad assaporare il gusto delle grandi arene ricolme di pubblico e dello spettacolo che solo LoL può offrire.

Mancano ancora diversi mesi prima della finalissima, ma questa notizia renderà felici tutti gli appassionati del MOBA di casa Riot.

La LEC vola verso Malmö

Il comunicato

“Dopo tre anni senza un roadshow della LEC, siamo entusiasti di annunciare che le finali estive del campionato si svolgeranno alla Malmö Arena di Malmö, in Svezia, dal 10 all’11 settembre.

Le finali estive torneranno su un palcoscenico internazionale per la prima volta da Atene 2019 e non vediamo l’ora di darti il ​​benvenuto di nuovo. I biglietti saranno disponibili per l’acquisto il 1° luglio su lec.gg/malmo e andranno in diretta durante ReadyCheck, quindi sintonizzati e acquista i biglietti. Siamo entusiasti di celebrare le finali estive con te in un’arena piena di azione. Quindi porta i tuoi poro pom e preparati a supportare i tuoi giocatori preferiti.”

Le dichiarazioni di Maximilian Schmidt

“Siamo assolutamente entusiasti di annunciare che ospiteremo le finali del summer split 2022 a Malmö, in Svezia. Essendo il primo roadshow che faremo lontali dal nostro studio di Berlino in tre anni, non vediamo l’ora di regalare ai fan un’esperienza indimenticabile. Siamo lieti di lavorare di nuovo con la città di Malmö e non vediamo l’ora di portare l’atmosfera mozzafiato nella loro città” ha affermato Maximilian Schmidt, Head of League of Legends Esports in EMEA.

Non siamo stati in Svezia dalle finali LEC di Stoccolma nel 2015 e speriamo di riportare la stessa eccitazione nel paese. Dalla famosa Pentakill di Rekkles con Tristana nel game tre, all’impressionante rimonta di Origen nel game quattro ed arrivare a Silver Scrapes in un’avvincente serie di cinque game tra Fnatic e Origen. Siamo entusiasti di tornare nel paese e mostrare a Malmö il meglio che la LEC ha da offrire.

Le dichiarazioni di Mats Schöld

“Siamo incredibilmente orgogliosi di avere il campionato europeo di League of Legends a Malmö. Questo dimostra ancora una volta che Malmö è una gaming city da non sottovalutare”, ha affermato Mats Schöld, capo degli eventi presso il Dipartimento per il tempo libero, il tempo libero e lo sport presso la città di Malmö.

Tutta l’azione principale si svolgerà alla Malmö Arena e non c’è dubbio che vivremo uno spettacolo incredibile quando tre delle migliori squadre della LEC saliranno sul palco per affrontarsi ed essere nominati campioni della LEC. Riusciranno i G2 Esports a vincere due volte consecutive o i Fnatic vinceranno il loro primo titolo LEC dall’estate 2018 nel paese in cui hanno concluso la loro prestigiosa stagione 18-0?

Oppure, un altro contendente della LEC si prenderà la vittoria sulla Landa? Non vediamo l’ora di scoprirlo! Abbiamo anche progetti entusiasmanti per il LEC XPO presso il vicino MalmöMässan Exhibition & Congress Center, di cui vi parleremo di più nelle prossime settimane su lolesports.com , quindi tenete gli occhi aperti.

KIA Italia punta sugli esports: partnership con il PG Nationals di LoL

KIA Italia punta sugli esports: partnership con il PG Nationals di LoL

Profilo di Rios
 WhatsApp

Da diversi anni ormai PG Esports, con i suoi PG Nationals, attira sponsor non endemici del mondo esports che decidono d’investire nel settore italiano del gaming competitivo. Oggi è stata siglata un’altra partnership importante in questo senso, con un colosso come KIA Italia.

La sussidiaria italiana di KIA ha scelto il PG Nationals di League Of Legends, entrando così in uno degli ambienti esport più floridi del nostro paese. Una scelta assolutamente di spessore, che conferma ancora una volta il buon lavoro svolto da PG Esports.

Insomma, sembra che qualcosa si stia muovendo nella direzione giusta anche nel nostro paese, storicamente non avvezzo a questo tipo di novità.

La partnership tra il PG Nationals e KIA Italia

Continua crescita

L’esport, ovvero l’insieme dei circuiti e delle leghe competitive dedicati ai videogiochi, è, anche in Italia, una realtà sempre più affermata e in espansione. A dimostrare questo trend contribuisce, ormai da anni, anche il più celebre torneo italiano dedicato a League of Legends, il videogame che conta 180 milioni di giocatori nel mondo, ovvero il PG Nationals.

La competizione firmata PG Esports è ormai da anni un punto di riferimento non solo per gli appassionati di gaming, ma anche per tutte quelle aziende che vogliono supportare la scena attraverso collaborazioni mirate. Lo sa bene Kia Italia , realtà di spicco del mondo automotive, che ha visto nel tournament organizer numero uno in Italia il partner ideale per collaborare anche nel Belpaese in un settore ad alta attrattività e in continua crescita. 

Uno sponsor importantissimo

Per farlo, la subsidiary italiana di KIA ha scelto uno dei tornei di punta della stagione competitiva 2022, il Summer Split del PG Nationals di League of Legends, in corso dal 7 giugno e che vede impegnati i migliori 8 team italiani, tra cui gli Atleta Esports, campioni in carica determinatissimi a difendere il titolo nazionale. La competizione sta già facendo registrare numeri da record su Twitch. Con picchi che sfiorano i 10.800 spettatori contemporanei e circa 123 mila ore complessive di streaming guardate solo nelle prime tre settimane. Risultando così il palcoscenico ideale per aumentare le opportunità di visibilità  gli investimenti di una realtà di prestigio come Kia ItaliaIA Motors.

Insomma, si può proprio dire che League of Legends, il videogame che con i suoi numeri da record ha dato negli anni una forte spinta a tutto il settore del gaming competitivo. E PG Esports, leader nell’organizzazione dei migliori tornei in Italia, costituiscono il mix perfetto per le aziende che vogliono investire in un mercato così giovane e in continua espansione. 

Numeri da capogiro

L’esport a livello globale rappresenta, ormai, un settore assai florido, strutturato e appetibile per tutte le aziende che vogliono rivolgersi a un target fondamentale come quello della Gen-z, spesso sfuggente e difficilmente fidelizzabile con i mezzi più tradizionali. Si stima che nel 2022 l’audience di riferimento per il settore crescerà dell’8.7% rispetto al 2021. Raggiungendo l’eccezionale cifra di 532 milioni di utenti nel mondo, contribuendo a generare un fatturato complessivo pari a 1.38 miliardi di dollari.

Insomma, numeri da capogiro che evidenziano il perfetto stato di salute del gaming competitivo. Un trend consolidato non solo a livello internazionale, ma anche italiano. Il mercato nostrano può contare, infatti, su una solida community di circa 1.62 milioni di persone. Appassionati che si rivedono negli elementi fondanti dell’esport, come l’inclusività, la sportività e la condivisione. Valori in cui crede fortemente anche PG Esports, come sottolinea Pierluigi Parnofiello, CEO dell’azienda.

Le dichiarazioni di Pierluigi Parnofiello

“Il sistema esport da sempre si basa su principi come la sportività, il senso di comunità e la condivisione di una passione. Caratteristiche che, ormai da anni, portano sempre più persone ad avvicinarsi a questo mondo. Anche in questo senso, il settore si dimostra in grado di attirare l’attenzione di player del calibro di KIA Italia, il primo partner del mondo automotive che si lega a un nostro torneo. Il senso di appartenenza e di fidelizzazione che il gaming competitivo è in grado di assicurare rappresentano un caso più unico che raro nel panorama internazionale. E sempre più aziende se ne stanno accorgendo.”

La forza di PG Esports

PG Esports continua quindi la propria espansione, risultando una realtà solida, affidabile e in grado di attrarre le risorse e il supporto di aziende leader nel proprio settore. Come testimonia l’accordo siglato per il Summer Split del PG Nationals di League of Legends con un partner dal respiro fortemente internazionale globale come Kia Italia Motors.