LEC: i BDS fanno il miracolo ed abbattono i G2 Esports

LEC: i BDS fanno il miracolo ed abbattono i G2 Esports

Profilo di Rios
 WhatsApp

La quarta giornata della LEC ci ha regalato una sorpresa enorme: la prima vittoria dei BDS. La squadra elvetica ha battuto i G2 Esports, il team che prima di oggi era ancora imbattuto ed in testa alla classifica dopo una super-week spettacolare.

Nonostante questo, i campioni in carica si sono dovuti inchinare ai loro avversari, che li hanno letteralmente demoliti. Oggi abbiamo avuto anche un game lunghissimo, che ha visto gli Excel vittoriosi sui Vitality dopo ben due ore di pausa.

Una giornata davvero folle e lunghissima, che ha messo duramente alla prova tutti fan del campionato europeo di League Of Legends.

La quarta giornata della LEC

Antipasto leggero

Questa quarta giornata della LEC è stata aperta da un match piuttosto leggero, giocato dagli SK Gaming e degli Astralis. I due team non si sono affrontati sul main stage dello studio, in quanto i tedeschi hanno avuto alcuni piccoli problemini che li hanno costretti a rimanere in casa (qui più informazioni).

Le squadre hanno messo in piedi un game privo di colpi di scena particolari, ma che ha comunque messo in mostra la nuova forza degli Astralis. I danesi si sono imposti sul macro game, giocando una composizione sinergica ed efficace. Questo gli ha permesso di prendere gli obiettivi con semplicità, strozzando le iniziative avversarie. La vittoria è stata una pratica fin troppo semplice per Kobbe e compagni.

La partita infinita

Il match tra ExcelTeam Vitality è stato maledetto, ed è durato oltre due ore complessivamente. Infatti la partita si è inizialmente persa tra mille pause e ben tre chrono-break falliti, che hanno costretto i giudici di gara ad un remake inevitabile del game.

Dopo tutto questi eventi, però, le squadre sono tornate sulla Landa, per giocarsi un punto importante. Sin dai primi minuti gli Excel hanno mostrato una superiorità netta, dominando fino al minuto 26. Da lì in poi il team britannico si è spento totalmente, dando ai Vitality l’opportunità di rimettersi in sesto per tentare il colpo gobbo. I continui errori di posizione di Patrik con Zeri hanno condizionato fortemente il late game.

Vitality, anche grazie al buff del Drago Maggiore, erano riusciti a ribaltare una partita che era velocemente sfuggita dalle loro mani. Fortunatamente, però, i francesi si sono letteralmente suicidati, sbagliando proprio l’ultimo fight decisivo. Perkz e compagni si sono divisi male, permettendo ai loro rivali di eliminarli uno ad uno senza problemi.

Dove sono finiti i Misfits?

Nella scorsa settimana della LEC abbiamo visto dei Misfits completamente sperduti, lontano da uno stato di forma quantomeno accettabile e con un adattamento al meta non pervenuto. Anche oggi, nella partita giocata contro i Rogue, tutto si è ripetuto.

Coniglietti non hanno imparato nulla in questi sette giorni, si sono lasciati ulteriormente andare senza nemmeno lottare. Sin dai primi minuti si sono messi in un angolo, lasciando campo aperto a tutte le iniziative dei Rogue che non hanno esitato ad approfittarne.

Non hanno fatto nulla di giusto, né sul micro né sul macro. Soltanto Shlatan ha provato delle azioni abbastanza goffe per risollevare i suoi compagni, ma non è mai riuscito ad essere incisivo. Odoamne e compagni hanno giustamente sfruttato una draft più aderente al meta per ottenere un vantaggio enorme e continuo, portandosi a casa la vittoria con ben 11k gold di vantaggio.

Grande festa

BDS hanno fatto quello che sembrava impossibile per loro: vincere un game in questo summer split. E non solo si sono portati a casa un’importante vittoria, ma lo hanno fatto ai danni dei G2 Esports, unico team ancora imbattuto dopo le prime tre giornate.

La squadra elvetica ha mostrato un buon livello di gioco, colpendo i campioni in carica della LEC proprio sul loro terreno: i teamfight. Infatti, dopo aver preso un buon vantaggio in fase di linea, i ragazzi di GrabbZ hanno convertito tutto in un guadagno macroscopico, chiudendo le manovre dei G2 ogni volta.

Il team spagnolo non era proprio in serata oggi, specialmente per ciò che riguarda Jankos, reo di aver giocato una Vi non proprio di buon livello. Persino Caps, che ci ha deliziati con alcune giocate spettacolari, ha poi commesso degli errori che definire grossolani è dire poco. I G2 sono crollati su tutta la mappa, si sono incartati su delle manovre poco smart ed hanno scoperto il fianco agli avversari.

Nonostante questo, però, i BDS devono continuare a migliorare. Infatti non sono mancati gli errori in questo match, e la squadra ha anche rischiato di farsi rimontare prima di premere sull’acceleratore e prendersi questo punto importantissimo.

Lo show di Nisqy

Cosa succede quando Nisqy ha in mano il suo Twisted Fate? Beh, diventa il carry della squadra pur non essendo un carry in senso stretto. Il midlaner belga ha dominato i Fnatic (sua ex squadra), cancellando persino il pick di Fiora in toplane nelle mani di Wunder.

Nisqy ha dato una grossissima mano ad Armut, sbilanciando il match-up in favore della sua Gwen e facendogli vincere la linea. Ma Nisqy non ha fatto tutto da solo, dato che anche Elyoya con Viego ha avuto la sua grossa fetta d’importanza nella vittoria dei MAD.

Fnatic non riusciti a trovare il bandolo della matassa, condizionati forse da una draft poco pensata ed un Razork abbastanza criminale in varie occasioni. Gli arancio-neri non hanno mai avuto delle reali chance, si sono dovuti arrendere alla forza degli spagnoli.

Worlds 2022: Tiffany & Co ridisegna la Coppa degli Evocatori

Worlds 2022: Tiffany & Co ridisegna la Coppa degli Evocatori

Profilo di Rios
 WhatsApp

Manca ormai relativamente poco all’inizio dei Worlds 2022, e Riot sta muovendo i primi passi per innovare il torneo più importante del mondo di LoL. L’azienda ha infatti deciso di “svecchiare” il look della storica Coppa degli Evocatori, affidandosi ad un brand importante come Tiffany & Co.

Una decisione molto importante, vista l’iconicità assunta dal celebre trofeo all’interno del mondo esports in generale. Sicuramente il legame con il passato sarà mantenuto, ma un nuovo design più accattivante ed al passo con i tempi è necessario.

Ancora non sono stati svelati troppi dettagli sulla nuova Coppa, e per vederla dovremo aspettare qualche settimana.

La nuova Coppa degli Evocatori debutterà prima dei Worlds 2022

Rinnovamento necessario

Oggi, Riot Games e Tiffany & Co., leggendario marchio di gioielleria, hanno annunciato una nuova collaborazione pluriennale con l’eSport di League of Legends (LoL Esports), che farà di Tiffany & Co. il designer ufficiale del trofeo del Campionato Mondiale di League of Legends.

Il culmine di questa collaborazione sarà il restyling della punta di diamante dell’eSport di LoL, la Coppa degli Evocatori, che viene assegnata ogni anno ai vincitori dei Mondiali e che farà il suo debutto digitale globale lunedì 29 agosto alle 16:00 sui canali digitali e social di Riot Games, LoL Esports e Tiffany & Co.

Le dichiarazioni di Naz Alethata

La Coppa degli Evocatori è un simbolo di grandezza negli eSport e il fiore all’occhiello di League of Legends“, ha dichiarato Naz Aletaha, Responsabile globale dell’eSport di League of Legends per Riot Games. “Le squadre che arrivano a sollevarla rappresentano il meglio del nostro sport e la loro bravura resta per sempre parte della storia dell’eSport di LoL. Quando eravamo alla ricerca di un partner in grado di rendere ancora più prestigiosa la vittoria del Campionato Mondiale, c’era un solo nome con cui volevamo collaborare per la Coppa degli Evocatori. Tiffany & Co è un brand storico ed è il designer principale dei trofei sportivi più importanti del mondo. Siamo onorati di poter collaborare con loro per celebrare i nostri Campioni del mondo passati, presenti e futuri.

Tiffany negli esports

Sin dal 1860, Tiffany & Co. è l’azienda leader nella creazione di trofei senza tempo che rappresentano la vetta delle prestazioni atletiche di diversi sport professionistici come calcio, basket e baseball. Ora la Coppa degli Evocatori dell’eSport di LoL affiancherà altri iconici trofei sportivi, tra cui la Silver Dragon Cup della LoL Pro League, anch’essa progettata e realizzata da Tiffany & Co. La nuova Silver Dragon Cup commemora il 10° anniversario dell’eSport di LoL in Cina e incorpora vari oggetti preziosi appartenuti a leggende del passato della LPL e frammenti della coppa originale.

Il nuovo gioiello per i Worlds 2022

La creazione della nuova Coppa degli Evocatori, dal peso di 20 kg e alta circa 68 cm, ha richiesto un intenso processo creativo e di collaborazione tra LoL Esports e Tiffany & Co. Il moderno design è il risultato di un lavoro di quattro mesi per un totale di 277 ore da parte degli esperti artigiani che realizzano più di 65 trofei ogni anno nel laboratorio di Cumberland, Rhode Island. L’ultimo capolavoro in argento sterling di Tiffany è stato creato usando strumenti e tecniche che risalgono alla metà del diciannovesimo secolo unite a innovazioni all’avanguardia, e riflette la storica tradizione di straordinaria maestria artigianale del marchio.

 

Le dichiarazioni di Alexandre Arnault

Siamo entusiasti di poter continuare la nostra collaborazione con League of Legends e di avere l’occasione di fare parte dell’evoluzione del brand dell’eSport più popolare del mondo“, ha dichiarato Alexandre Arnault, Vicepresidente esecutivo per i prodotti e la comunicazione di Tiffany & Co. “La creazione della Coppa degli Evocatori ha segnato per Tiffany un altro importante passo nel mondo degli eSport e un nuovo capitolo nella nostra tradizione come artigiani di trofei sportivi, che dura da 160 anni.

I Worlds 2022

Quest’anno, il Campionato Mondiale di League of Legends ritornerà in Nord America per la prima volta dal 2016 e riproporrà il formato di tour di più città dopo due anni di pausa. La competizione partirà con la fase di qualificazioni, dal 29 settembre al 4 ottobre a Città del Messico, seguita dai gironi (7-10/13-16 ottobre) e dai quarti di finale (20-23 ottobre) a New York. Le semifinali si terranno il 29 e 30 ottobre ad Atlanta, GA, e la finale 2022 si svolgerà il 5 novembre a San Francisco, CA.

I Mondiali costituiscono l’apice della competizione dell’eSport di LoL e durante il torneo le migliori squadre di 11 diverse regioni si sfidano per il titolo di campioni. Ventiquattro squadre provenienti dalle 11 leghe professionali di Riot parteciperanno a un torneo della durata di un mese per incoronare la migliore squadra del mondo. Ogni anno, i Mondiali continuano a infrangere tutti i precedenti record di spettatori, con un picco di oltre 73 milioni spettatori in contemporanea in tutto il mondo e una media di oltre 30 milioni di spettatori al minuto (AMA) durante lo scontro finale del 2021.

MMO di League of Legends: secondo Asmongold ”WoW non può competere con Riot”

MMO di League of Legends: secondo Asmongold ”WoW non può competere con Riot”

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Da tempo ormai si sa con certezza che Riot Games, casa produttrice di titoli ormai entrati nell’immaginario collettivo del mondo del gaming, è attualmente al lavoro su un MMO RPG ambientato proprio nel mondo di League of Legends.

Talmente è alto l’hype per questo progetto, che ogni singola, minima, notizia, viene di solito accolta con un entusiasmo senza paragoni. Parte del merito è sicuramente di Arcane, l’opera pensata per il piccolo schermo che ha introdotto anche i profani ai personaggi del continente di Runeterra.

Ma l’MMO di League Of Legends sarà davvero un gran successo come si suppone possa essere? Secondo un esperto del settore e vero e proprio colosso del mondo del Gaming, sì.

Asmongold rivela la sua opinione sull’MMO di League Of Legends

Durante una recente diretta streaming, Asmongold, leggenda di World of Warcraft e vera e propria autorità nel genere MMO, ha guardato insieme alla chat il teaser pubblicato qualche mese fa da Riot – teaser che ad oggi conta quasi 140 MILIONI di visualizzazioni su Youtube.

Dopo aver finito il filmato, lo streamer ha descritto così la sua impressione a caldo: “C***o, è stato davvero figo. Hanno letteralmente tutto quello che gli serve per rendere il progetto un vero successo.”

“Tanto per cominciare hanno una mole di fan mostruosa; poi hanno già per le mani un mondo praticamente gigantesco. Sono semplicemente una compagnia enorme, possono permettersi di spendere quantità stupide di soldi ed i loro giochi non sono mai stati Pay-To-Win. Hanno fatto grandi giochi e continueranno a farne ancora.”

Che ne pensate fan? Siete d’accordo con Asmongold sull’MMO di League of Legends? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Teletrasporto: un bug gravissimo affligge l’incantesimo

Teletrasporto: un bug gravissimo affligge l’incantesimo

Profilo di Rios
 WhatsApp

Il Teletrasporto è stato, nel corso della storia di League Of Legends, una degli incantesimi dell’Evocatore più importanti sia in soloQ che in competitivo. Proprio per questo motivo Riot ha cercato di tenerlo sotto controllo, con diversi nerf che ne hanno modificato la natura.

L’ultimo di questi ha totalmente cambiato il ruolo dell’incantesimo, permettendo ai giocatori di sfruttarlo al massimo soltanto dopo il minuto 14. Ma, secondo quanto riportato da Vandiril, uno strano bug permette a chiunque di aggirare questo limite.

Un’interazione gravissima, che non solo mette a rischio la soloQ, ma ancora di più il competitivo e tutti i tornei ad esso collegati.

Il grave bug del Teletrasporto

Funzionamento dell’incantesimo

Qualche tempo fa Riot ha deciso di cambiare permanentemente la natura del Teletrasporto e delle strategie che gli ruotavano attorno. Infatti i giocatori possono teletrasportarsi soltanto sulle torri prima del minuto 14, utilizzando la “versione base” dell’incantesimo.

Una volta passato questo limite temporale, il Teletrasporto sblocca tutto il suo potenziale, permettendo ai player di sfruttare anche i minion e le ward per spostarsi nella Landa. Una limitazione non da poco, che ha progressivamente ridotto l’impatto della corsia superiore e di alcuni specifici campioni.

Il bug

Il bug scoperto da Vandiril s’inserisce proprio all’interno di questa meccanica, in maniera totalmente inspiegabile. Infatti se avete il Teletrasporto in cooldown poco prima dei 14 minuti, ed avete comprato anche una buona quantità di velocità abilità, il tempo di ricarica dell’incantesimo sarà ridotto da questa statistica subito dopo lo scoccare del quattordicesimo.

Sembra difficile da capire soltanto con le parole, ma qui sotto vi lasciamo la clip di Vandiril che mostra chiaramente ciò che succede. Un bug assurdo in ogni caso che, se sfruttato a dovere, permette di prendere dei vantaggi non di poco conto specialmente in competitivo.

I giocatori professionisti possono organizzarsi perfettamente, in modo tale da organizzare delle azioni totalmente inaspettate per chiunque. Speriamo vivamente che Riot possa risolvere questo problema prima dei playoff, in modo tale da evitare di falsare l’integrità competitiva di League Of Legends.

AGGIORNAMENTO: Riot ha annunciato che il bug sarà risolto immediatamente, in quanto durante questo mercoledì arriverà una micro-patch a sistemare ogni cosa.