LEC: cosa succederà ai G2 Esports nella prossima stagione?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La mancata qualificazione ai Worlds 2021 costringerà la dirigenza dei G2 Esports a delle riflessioni importanti, in vista della prossima stagione di LEC. Subito dopo la fine del match giocato contro i FnaticOcelote (proprietario del team) ha diffuso un video sui social in cui ha annunciato una ricostruzione.

La prossima stagione di LEC dei G2 Esports

Il video di Ocelote

Subito dopo aver guardato il suo team perdere nel match giocato contro i Fnatic, valevole per la qualificazione ai Worlds 2021Ocelote ha diffuso un video molto importante sui social. In questo filmato, il proprietario dei G2 ha provato ad analizzare il momento, cercando di non buttarsi troppo giù dopo lo schiaffo subito. Ma alcune delle sue parole hanno attirato l’attenzione dei fan e degli addetti ai lavori.

Carlos, infatti, ha annunciato una ricostruzione in arrivo per la squadra, utile per tornare a vincere ancora. Non sappiamo a cosa si riferisse di preciso, o se fosse solo una reazione di pancia dettata dal momento, ma sicuramente fa riflettere. Non riuscire ad arrivare ai mondiali, con un team così forte, deve essere una delusione piuttosto pesante.

Da dove partirà questa “ricostruzione”?

Da qualche anno ormai, il coaching staff dei G2 Esports è sul banco degli imputati ogni qual volta il team va incontro ad un risultato negativo. I tifosi hanno chiesto più volte l’allontanamento di Grabbz, al quale è stata rinnovata comunque la fiducia anche nel 2021.

Il gioco espresso dalla questa durante questa stagione non è mai stato di buon livello, e spesso alcuni game cruciali sono stati persi a causa di alcune draft non proprio all’altezza della situazione. Anche nella serie andata in scena ieri, abbiamo visto dei G2 non sullo stesso livello dei Fnatic, capaci di vincere solo a causa di alcuni gravi errori commessi dagli avversari.

Serve un cambio di rotta drastico, in quanto non è bastato l’inserimento di Nelson per dare quella scossa, quel qualcosa in più ad una squadra veramente arenata nel suo stile di gioco.

Jankos in partenza

Da diversi mesi, ormai, si vocifera di una possibile partenza di Jankos, in direzione Nord America per concludere la carriera. Per la prossima stagione di LEC, quindi, i G2 avranno l’onore di trovare un sostituto adatto, capace di raccogliere la pesante eredità del polacco nel caso in cui il suo addio dovesse concretizzarsi.

I nomi che più sono stati accostati alla jungle del team spagnolo sono: Selfmade ed Inspired. I due giocatori, però, hanno delle situazioni contrattuali diametralmente opposte. Inspired ha appena rinnovato il contratto che li lega ai Rogue, quindi sembra quasi impossibile strapparlo dalle mani del suo team.

Il contratto di Selfmade, invece, scadrà il 15 novembre 2021 ed ancora non ci sono novità sul possibile rinnovo. Il suo approdo ai G2 sembra piuttosto fattibile, specialmente perché ha dimostrato di essere un ottimo giocatore, anche in un team poco performante come quello dei Vitality.

Il rebus legato a Rekkles

Se c’è qualcuno che ha accusato il colpo più di tutti gli altri, quello è sicuramente Rekkles. Il tiratore svedese aveva lasciato i Fnatic per tornare a vincere, per puntare anche alla conquista di quel mondiale sfuggitogli di mano nel 2018. Ma in questa stagione non solo non ha alzato il trofeo della LEC, ma dovrà anche guardare da casa i Worlds 2021, in quanto è stato eliminato proprio dalla sua ex squadra.

Insomma un completo disastro per Martin, che lo porterà a fare delle riflessioni piuttosto importanti sul suo futuro da pro-player. Sicuramente il team non vorrà privarsi di lui di sua spontanea volontà, ma l’ipotesi di un ritiro non è nemmeno tanto remota.

Il lungo periodo di off-season porterà, probabilmente, tantissime novità per i G2 Esports. Questa voglia (o necessità) di ricostruire cambierà molte carte in tavola, per garantire alla squadra un nuovo percorso ricco di successi.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701