LEC roster

LEC 2020: le nostre previsioni che anticipano la stagione

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La LEC 2020 ormai è alle porte e, con il mercato fermo, dobbiamo tirare le somme sui team che saranno protagonisti della nuova stagione competitiva.

Molte squadre hanno apportato delle vere e proprie rivoluzioni, altre sono rimaste uguali a loro stesse. In questo 2020 vedremo dei ritorni importanti nel massimo campionato europeo, ma vedremo anche tantissimi volti nuovi.

Indubbiamente, già da ora, ci sono delle squadre nettamente favorite sulle altre, perciò alcune previsioni sembrano quasi “scontate”. Non escludiamo sorprese dai team più giovani, che punteranno a ripetere la stagione esplosiva dei Vitality nel 2018.

Le nostre previsioni per la LEC 2020

Primo posto: G2 Esports

Non potevamo non mettere i G2 al primo posto. Il loro 2019 è stato un anno da incorniciare: hanno vinto due split della LEC ed il MSI. Il grande slam gli è sfuggito proprio all’ultimo, vista la sconfitta subita nella finale dei Worlds per mano dei Fun Plus Phoenix di Doinb.

La squadra spagnola ha mantenuto lo stesso roster fortissimo dell’anno passato, già questa potrebbe essere considerata una vittoria totale. In questi mesi, sui social media del team, è stato paventato un possibile role swap tra Caps Perkz con quest’ultimo che ritroverebbe quella corsia centrale tanto amata. Potrebbe essere vero, oppure potrebbe essere un altro meme dei G2, in ogni caso tutti gli scenari rimangono aperti.

Secondo posto: Fnatic

Le voci di mercato attorno i Fnatic sono state tante ed insistenti. C’è chi immaginava un addio di Rekkles, chi pensava ad una partenza di Nemesis, ma in fin dei conti il roster è rimasto pressoché uguale a quello dello scorso anno.

Un cambiamento sostanziale, però, c’è stato: Broxah è volato negli States mentre Selfmade ha indossato la casacca arancione e nera del team inglese. Inoltre abbiamo visto un’importante cambiamento di rotta nella guida tecnica, che non sarà più affidata a Youngbuck. Al suo posto arriva Mithy (che ha chiuso la sua carriera da giocatore), che è stata una scelta coraggiosa.

Il ragazzo spagnolo non ha mai avuto esperienze come coach, ricoprire un ruolo così importante in un team affamato di vittorie sarà molto difficile per lui.

Terzo posto: Origen

Gli Origen hanno costruito un roster di livello. Con due semplici movimenti sono riusciti a puntellare i ruoli che, in questa stagione, saranno cruciali per arrivare alla vittoria. Xerxe è una sicurezza in jungle ed il mondiale 2019 è stata la sua definitiva conferma come giocatore.

Upset potrebbe essere uno dei migliori adc europei sulla carta, ma disattende le attese puntualmente, ogni singola stagione. Il ragazzo è talentuoso e capace meccanicamente, ma dal punto di vista psicologico sembra molto debole, visto che ogni evento negativo (in game) influenza il suo modo di giocare. Lui potrebbe essere un’arma a doppio taglio per gli Origen, solo il tempo ci darà la risposta definitiva.

In ultimo dobbiamo parlare di un volto nuovo per la LEC 2020, ma che abbiamo già avuto modo di osservare nel corso dei Worlds di quest’anno. Stiamo parlando del supporto Destiny, giocatore australiano che arriva direttamente dalla OPL e nella scorsa stagione ha giocato nei Mammoth. Chissà se sarà in grado di adattarsi al massimo campionato europeo.

Origen festeggiamenti LEC

La lotta per il quarto/quinto posto: Schalke 04 e Rogue

Se andiamo a scorrere il roster degli Schalke 04, vediamo dei nomi che ci suonano familiari. Infatti Gilius FORG1VEN ritornano nella LEC, dopo un po’ di tempo che li ha visti lontani dal palcoscenico principale del competitivo europeo (per motivi diversi ovviamente).

Gilius rappresenta una vera e proprio scommessa per il team tedesco, la stagione 2018 non è stata molto positiva per lui, viste le prestazioni pessime che ha offerto. A causa di queste ha passato un intero anno nelle leghe minori, prima in Turchia e poi in Germania. Sarà arrivato il momento della sua redenzione?

Per quanto FORG1VEN sia rimasto lontano da LOL per diverso tempo, il suo talento è assolutamente indiscusso ed indiscutibile. L’adattamento al nuovo stile di gioco non sarà facile per lui, ma crediamo che sarà capace di splendere ancora una volta. Infine l’unico veramente poco convince ci sembra il support Dreams che, in due stagioni di LEC (una da sostituto ed una da titolare), non sembra all’altezza.

A lottare con gli Schalke 04 ci saranno i Rogue, che hanno trattenuto i loro pezzi da 90 (Inspired Larssen) inserendo però Hans Sama nel ruolo di tiratore. Il team polacco è passato dall’essere una sorpresa del summer split, all’essere un contendente reale e credibile. Per loro rimane ancora il problema del coach, infatti per ora non c’è ancora nessuna ufficialità per la guida tecnica (anche se ci sono molti rumors attorno a YamatoCannon).

Forg1ven

 

Gli ultimi posti per i playoff: Vitality, Misfits, MAD Lions ed Excel

MAD Lions e Misfits sono andati incontro a delle vere e proprie rivoluzioni. Pensate che i Lions nascono dalle ceneri degli Splyce, dato che la OverActive Media ( società proprietaria della squadra) ha deciso di fare un rebrand totale.

Il roster del team per la LEC 2020 è composto da 4 rookies (tra i quali l’italianissimo Shadow ed Orome ex OP) più Humanoid, giocatore sul quale la proprietà ha voluto puntare forte. E’ difficile fare previsioni su questa squadra, potrebbero andare benissimo come malissimo, sicuramente non punteranno ai primi posti ma potranno giocarsi un slot nei playoff.

Misfits sono una vera e propria incognita. Del roster precedente è rimasto solo Dan Dan che, nella scorsa stagione, ha fatto vedere sprazzi di talento senza troppa continuità. I riflettori saranno puntati sicuramente sul giovane Ronaldooo, da tutti considerato uno dei migliori talenti europei. Lo stesso discorso fatto per i MAD vale anche per i Coniglietti, solo il tempo ci dirà a cosa potranno puntare realmente.

Vitality ed Excel hanno cambiato molto ma, tra le due squadre, il team inglese sembra decisamente più solido. Con Patrik Tore (ex Norskeren) hanno sistemato i loro problemi nella corsia inferiore, assicurandosi due giocatori continui anche se non di talento eccelso. Inoltre la guida tecnica di Youngbuck potrebbe far rinascere Caedrel Mickey che non hanno giocato benissimo nel 2019.

Calabroni sembrano un passo indietro rispetto a tutti gli altri del lotto. Gli addii di JiizukeAttilaYamatocannon non saranno facili da digerire, visto che i loro sostituti non sono assolutamente di livello. Solo il  nuovo coach Duke potrebbe essere considerato un ottimo acquisto, ma per quanto riguarda i giocatori è stato un downgrade totale.

Ultima posizione: SK Gaming

Purtroppo il trend negativo degli SK Gaming continuerà anche nel corso della LEC 2020. L’acquisto di Trick per la jungle è indubbiamente importante, ma LOL è un gioco di squadra, il resto del roster non è assolutamente alla sua altezza. La dirigenza ha voluto rinnovare il contratto di Sacre, confermandolo come titolare nella toplane, nonostante le sue prestazioni discutibili.

Jenax non garantisce continuità nella corsia centrale, mentre LIMIT è un rookie tutto da scoprire. Speriamo vivamente di sbagliarci, ma crediamo che il destino della squadra tedesca sarà questo, almeno per lo spring split.


LEC 2020: le nostre previsioni che anticipano la stagione
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701