League of Legends: i club stanno per sparire

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come segnalato dagli sviluppatori sul sito ufficiale di League of Legends, sta ormai per concludersi il tempo dei Club sul client.

Fra poco tempo infatti, i club non saranno piú disponibili ne sul client ne sull’app mobile del gioco, una notizia che ha sorpreso alcuni membri della community e che ha spinto Riot ha pubblicare un post di chiarimenti sul sito ufficiale.

In merito i devs hanno affermato:

Perché rimuovere i club da League of legends?

L’evoluzione degli strumenti della community

Nel corso degli anni, gli strumenti per sviluppare, coltivare e gestire le community hanno fatto molta strada. Da TeamSpeak a Ventrilo e poi a Mumble e Discord, è da decenni che gli sviluppatori aiutano i giocatori a creare legami in modi sempre nuovi e innovativi. Quello che era iniziato come supporto per la chat vocale e testuale si è evoluto fino a diventare un insieme di strumenti ricchi di funzionalità e incentrati sui giochi che aiuta gli utenti a comunicare tra i vari titoli, trasmettersi in diretta partite e coordinare le loro prossime sessioni.

Per aziende come Discord, aiutare le community e gli amici a comunicare è l’obiettivo primario e, per questo, se si paragonano le funzionalità di un prodotto come la loro app a quelle dei club, cioè la nostra versione di uno strumento che promuove la comunicazione di squadra e l’inclusione sociale, la disparità nell’esperienza appare subito molto chiara. Club è un unico elemento che richiede attenzioni e risorse in mezzo a TANTISSIME straordinarie funzionalità di LoL che vogliamo creare o aggiornare. Con tutti questi obiettivi in competizione tra loro, non riusciremo mai a creare uno strumento per la community in grado di essere all’altezza dei leader del settore: abbiamo deciso di accettarlo e di incoraggiarvi a usare gli strumenti che loro stessi mettono a vostra disposizione!

Limiti tecnologici

Questa parte è un po’ noiosa, ma è uno dei fattori chiave della decisione: la tecnologia su cui si basavano i club era un insieme di sistemi sviluppati internamente e di software di terze parti, di cui eravamo entusiasti al tempo. Purtroppo, le componenti esterne non sono più completamente supportate dallo sviluppatore originale e, per questo, il nostro strumento ha iniziato a deteriorarsi, come succede a tutta la tecnologia nel corso del tempo. Il nostro team ha sempre cercato di tappare i buchi e sistemare i vari problemi, ma, a questo punto, si tratta ormai solo di rimandare l’inevitabile. Se volessimo tenere i club come parte dell’esperienza di League of Legends per i prossimi dieci anni, dovremmo ricostruirli da zero.

Quindi, poiché questa ricostruzione sarebbe necessaria, ci siamo dovuti chiedere se fosse davvero il modo migliore per usare le nostre risorse e quale sarebbe stata la scelta più sensata nell’interesse dei giocatori. I sistemi social sono un’area in cui crediamo di poter offrire un’esperienza di alto livello? In base allo stato attuale dell’innovazione che caratterizza gli strumenti di gestione delle community, è evidente che non è in questo settore in cui dovremmo concentrare i nostri sforzi per far avere ai giocatori i benefici più significativi.

Concentrarci su ciò che sappiamo fare meglio

Creare League of Legends (e ora anche TFT!) è ciò che crediamo di saper fare meglio. Quando vedremo dei vuoti nell’esperienza di gioco che possiamo colmare (come all’inizio credevamo di poter fare con i club), coglieremo al volo l’occasione di offrire ai giocatori delle funzionalità utili. Tuttavia, l’altro lato della medaglia è che, quando ci accorgiamo di dare ai giocatori un’esperienza peggiore di quella che offrono le varie alternative, dobbiamo accettare il fatto di non ostacolare il progresso.

Per questo, crediamo di doverci concentrare in futuro sugli aspetti in cui possiamo fornire a tutti voi un’esperienza davvero straordinaria, come combattere i comportamenti di gioco negativimigliorare finalmente il nostro clientristrutturare il sistema degli oggetti o creare nuovi modi di giocare come abbiamo fatto con TFT. C’è già chi si occupa di creare ottimi sistemi di gestione della community. Noi dobbiamo concentrarci su come fare a darvi il meglio nei nostri giochi.

Passaggio a Discord

In questo articolo, ho citato Discord varie volte e l’ho fatto per dei buoni motivi. Crediamo che si tratti di un’alternativa eccellente al nostro attuale sistema dei club. Ha molte più funzioni, così con il vostro club potrete trasmettervi in diretta le partite o usare la tecnologia di soppressione del rumore nelle chat vocali. Viene aggiornato costantemente con nuove caratteristiche e funzionalità, e molti di noi lo usano ogni giorno non solo per giocare con gli amici, ma anche per fare due chiacchiere prima e dopo le partite. Ci sono molti strumenti validi disponibili attualmente, ma credo che Discord sia uno dei migliori.

Abbiamo avviato una collaborazione con Discord per aiutare a facilitare la transizione dai club per i giocatori che vogliono continuare a tenere unite le loro community. Prima di chiudere ufficialmente i club, avremo altre informazioni da darvi a riguardo, ma il nostro obiettivo è di rendere molto facile creare un server di Discord e condividerlo con i vostri amici per continuare a giocare a LoL insieme senza intoppi.

Aggiornamenti in arrivo

Per quanto riguarda le tempistiche, abbiamo intenzione di chiudere i club durante la pre-stagione, alla fine del 2020. La pre-stagione è un momento di transizione naturale nel ciclo di League of Legends e speriamo in questo modo di dare ai giocatori tempo sufficiente per coordinarsi con i loro compagni di club per trovare un’alternativa.

Siamo comunque ansiosi di ricevere il vostro feedback per capire quali sono gli elementi più importanti per voi in questa transizione e, nei prossimi mesi, terremo d’occhio i vostri commenti per rifinire meglio questo processo.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701