League of Legends: i club stanno per sparire

League of Legends: i club stanno per sparire

Profilo di Stak
12/09/2020 13:26 di Marco "Stak" Cresta
 WhatsApp

Come segnalato dagli sviluppatori sul sito ufficiale di League of Legends, sta ormai per concludersi il tempo dei Club sul client.

Fra poco tempo infatti, i club non saranno piú disponibili ne sul client ne sull’app mobile del gioco, una notizia che ha sorpreso alcuni membri della community e che ha spinto Riot ha pubblicare un post di chiarimenti sul sito ufficiale.

In merito i devs hanno affermato:

Perché rimuovere i club da League of legends?

L’evoluzione degli strumenti della community

Nel corso degli anni, gli strumenti per sviluppare, coltivare e gestire le community hanno fatto molta strada. Da TeamSpeak a Ventrilo e poi a Mumble e Discord, è da decenni che gli sviluppatori aiutano i giocatori a creare legami in modi sempre nuovi e innovativi. Quello che era iniziato come supporto per la chat vocale e testuale si è evoluto fino a diventare un insieme di strumenti ricchi di funzionalità e incentrati sui giochi che aiuta gli utenti a comunicare tra i vari titoli, trasmettersi in diretta partite e coordinare le loro prossime sessioni.

Per aziende come Discord, aiutare le community e gli amici a comunicare è l’obiettivo primario e, per questo, se si paragonano le funzionalità di un prodotto come la loro app a quelle dei club, cioè la nostra versione di uno strumento che promuove la comunicazione di squadra e l’inclusione sociale, la disparità nell’esperienza appare subito molto chiara. Club è un unico elemento che richiede attenzioni e risorse in mezzo a TANTISSIME straordinarie funzionalità di LoL che vogliamo creare o aggiornare. Con tutti questi obiettivi in competizione tra loro, non riusciremo mai a creare uno strumento per la community in grado di essere all’altezza dei leader del settore: abbiamo deciso di accettarlo e di incoraggiarvi a usare gli strumenti che loro stessi mettono a vostra disposizione!

Limiti tecnologici

Questa parte è un po’ noiosa, ma è uno dei fattori chiave della decisione: la tecnologia su cui si basavano i club era un insieme di sistemi sviluppati internamente e di software di terze parti, di cui eravamo entusiasti al tempo. Purtroppo, le componenti esterne non sono più completamente supportate dallo sviluppatore originale e, per questo, il nostro strumento ha iniziato a deteriorarsi, come succede a tutta la tecnologia nel corso del tempo. Il nostro team ha sempre cercato di tappare i buchi e sistemare i vari problemi, ma, a questo punto, si tratta ormai solo di rimandare l’inevitabile. Se volessimo tenere i club come parte dell’esperienza di League of Legends per i prossimi dieci anni, dovremmo ricostruirli da zero.

Quindi, poiché questa ricostruzione sarebbe necessaria, ci siamo dovuti chiedere se fosse davvero il modo migliore per usare le nostre risorse e quale sarebbe stata la scelta più sensata nell’interesse dei giocatori. I sistemi social sono un’area in cui crediamo di poter offrire un’esperienza di alto livello? In base allo stato attuale dell’innovazione che caratterizza gli strumenti di gestione delle community, è evidente che non è in questo settore in cui dovremmo concentrare i nostri sforzi per far avere ai giocatori i benefici più significativi.

Concentrarci su ciò che sappiamo fare meglio

Creare League of Legends (e ora anche TFT!) è ciò che crediamo di saper fare meglio. Quando vedremo dei vuoti nell’esperienza di gioco che possiamo colmare (come all’inizio credevamo di poter fare con i club), coglieremo al volo l’occasione di offrire ai giocatori delle funzionalità utili. Tuttavia, l’altro lato della medaglia è che, quando ci accorgiamo di dare ai giocatori un’esperienza peggiore di quella che offrono le varie alternative, dobbiamo accettare il fatto di non ostacolare il progresso.

Per questo, crediamo di doverci concentrare in futuro sugli aspetti in cui possiamo fornire a tutti voi un’esperienza davvero straordinaria, come combattere i comportamenti di gioco negativimigliorare finalmente il nostro clientristrutturare il sistema degli oggetti o creare nuovi modi di giocare come abbiamo fatto con TFT. C’è già chi si occupa di creare ottimi sistemi di gestione della community. Noi dobbiamo concentrarci su come fare a darvi il meglio nei nostri giochi.

Passaggio a Discord

In questo articolo, ho citato Discord varie volte e l’ho fatto per dei buoni motivi. Crediamo che si tratti di un’alternativa eccellente al nostro attuale sistema dei club. Ha molte più funzioni, così con il vostro club potrete trasmettervi in diretta le partite o usare la tecnologia di soppressione del rumore nelle chat vocali. Viene aggiornato costantemente con nuove caratteristiche e funzionalità, e molti di noi lo usano ogni giorno non solo per giocare con gli amici, ma anche per fare due chiacchiere prima e dopo le partite. Ci sono molti strumenti validi disponibili attualmente, ma credo che Discord sia uno dei migliori.

Abbiamo avviato una collaborazione con Discord per aiutare a facilitare la transizione dai club per i giocatori che vogliono continuare a tenere unite le loro community. Prima di chiudere ufficialmente i club, avremo altre informazioni da darvi a riguardo, ma il nostro obiettivo è di rendere molto facile creare un server di Discord e condividerlo con i vostri amici per continuare a giocare a LoL insieme senza intoppi.

Aggiornamenti in arrivo

Per quanto riguarda le tempistiche, abbiamo intenzione di chiudere i club durante la pre-stagione, alla fine del 2020. La pre-stagione è un momento di transizione naturale nel ciclo di League of Legends e speriamo in questo modo di dare ai giocatori tempo sufficiente per coordinarsi con i loro compagni di club per trovare un’alternativa.

Siamo comunque ansiosi di ricevere il vostro feedback per capire quali sono gli elementi più importanti per voi in questa transizione e, nei prossimi mesi, terremo d’occhio i vostri commenti per rifinire meglio questo processo.

Viego sta distruggendo il PBE: tantissimi bug con la patch della Pre-Stagione

Viego sta distruggendo il PBE: tantissimi bug con la patch della Pre-Stagione

Profilo di Rios
06/10/2022 15:06 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

Le modifiche della Pre-Stagione 2023 di League Of Legends sono arrivate sul PBE, ed attualmente sono in fase di test per le ultime rifiniture. Ma sembra che Viego abbia tutte le intenzioni di rovinare i piani di Riot, visti i bug che il Re in Rovina ha generato sfruttando queste nuove modifiche.

Un caos di proporzioni enormi, che per ora riguarda principalmente i pet della giungla (qui più informazioni in merito), vera e propria croce e delizia di questa Pre-Stagione. Sicuramente tutte queste imperfezioni saranno sistemate, ma fa davvero riflettere sapere che il Re In Rovina sia così problematico per il codice di gioco.

Ma andiamo a vedere cosa succede nel concreto, analizzando due bug davvero molto divertenti anche se decisamente preoccupanti.

I nuovi bug di Viego

Pet infiniti

Il primo bug che andiamo ad analizzare è difficilmente replicabile, ma da vita a degli scenari tanti cute quanto improponibili. Infatti, questa strana interazione, permette a Viego di avere un numero infinito di avatar degli oggetti da jungler.

Affinché ciò avvenga, però, abbiamo bisogno di alcune condizioni imprescindibili. In primis chi gioca con il Re In Rovina dovrà avere un pet già evoluto, mentre il jungler avversario dovrà necessariamente avere un pet di livello base.

Se infatti Viego ucciderà il suo avversario e possederà il suo copro, prenderà automaticamente possesso anche del suo pet che resterà con il Re fino alla fine della partita. Questo processo può essere ripetuto per quante volte si vuole, ma tutti i pet “rubati” non attaccheranno gli avversari e si limiteranno a seguire il campione come un’orda infinita ma inoffensiva.

Un bug molto più grave

A differenza del bug precedente, quello di cui parleremo ora è molto più facile da replicare ed anche molto più d’impatto sul gameplay vero e proprio. Secondo quanto mostrato da Vandiril, infatti, tutto ciò che vi serve è il vostro pet.

Quando inizierete a colpire i mostri della giungla, potrete notare che il pet applica costantemente il marchio della Q di Viego sui bersagli che sta attaccando, permettendo al Re In Rovina di fare molti più danni del normale e di rubare la vita come se nulla fosse.

Questa interazione non voluta renderebbe Viego fin troppo forte, andando a buffarlo in maniera più che diretta. Sicuramente questi bug saranno rimossi in tempi brevi, ma state attenti mentre provate i cambiamenti della Pre-Stagione 2023 in quanto qualche altra cose potrebbe rompersi con facilità, specialmente quando c’è Viego di mezzo.

LEC: in arrivo un nuovo coach per il Team Vitality

LEC: in arrivo un nuovo coach per il Team Vitality

Profilo di Rios
06/10/2022 12:33 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

La fase di mercato della LEC sta diventando sempre più attiva, con i Vitality assoluti protagonisti della scena ed in cerca in una vera e propria rivoluzione. Il loro 2022 è stato molto deludente rispetto alle aspettative, quindi la dirigenza ha deciso di ripartire da zero (o quasi).

CarzzyHaruSelfmade non rientrano più nei piani della squadra, e sono stati lasciati liberi di cercarsi una nuova sistemazione. Ma sono in arrivo dei cambiamenti anche per lo staff tecnico, che potrebbe accogliere un nuovo head coach tra le sue fila.

Insomma, è un periodo di grandi sconvolgimenti per il team francese che però sembra avere due certezze attorno le quali ricostruire un progetto: PerkzBo.

I nuovi Vitality per la prossima stagione della LEC

Il nuovo coach

Alla vigilia della stagione 2022 in molti si aspettavano tanto dal super team dei Vitality, ricco di talento e di giocatori in grado di fare la differenza. Però, anche con dei presupposti del genere, c’erano molti dubbi attorno alla figura di coach Mephisto.

Secondo l’opinione di alcuni addetti ai lavori lui non aveva l’esperienza giusta per gestire un team ricco di voci forti, arrivando così a perdere il controllo della situazione. Non sappiamo cosa sia realmente successo nei due split di LEC, ma è chiaro che i risultati siano stati deludenti per tutti, ed in molti hanno proprio scaricato le colpe sul povero Mephisto.

Questo ha portato la dirigenza ha farsi delle domande ed a darsi delle risposte, in quanto una nuova figura potrebbe prendersi il ruolo di head coach dei Vitality. Infatti, secondo quanto riportato da anonimotum su BlixCarter (ex coach dei Misfits) sarebbe pronto a prendere le redini della squadra. Lui avrà il compito di rifondare il roster avendo però due punti saldi dai quali ripatire: PerzkBo. I due sarebbero gli unici giocatori sicuri del loro posto all’interno del team, mentre tutti gli altri sarebbero non incedibili.

Il futuro di Mephisto sarebbe comunque ancora da decidere, e forse non lontano dal Team Vitality. Potrebbe tranquillamente tornare ad essere un assistant coach, ruolo ricoperto fino al 2022. Insomma, sarà una fase di mercato molto movimentata e divertente che ci regalerà moltissime sorprese.

Worlds 2022: ecco la composizione definitiva dei gruppi del main event

Worlds 2022: ecco la composizione definitiva dei gruppi del main event

Profilo di Rios
05/10/2022 14:56 di Mario "Rios" Cristofalo
 WhatsApp

La fase di play-in dei Worlds 2022 si è conclusa ormai da poche ore, dandoci i nomi delle quattro squadre che di fatto chiudono la composizione dei gruppi del main event. Sarà un group-stage molto intenso, visto che ormai non c’è più un girone più facile degli altri.

Per le europee sarà un viaggio difficilissimo, in quanto dovranno sudare moltissimo per poter sognare di arrivare alla fase ad eliminazione diretta. La forza della Corea e della Cina potrebbe essere un ostacolo fin troppo grosso da sormontare, anche per i team più esperti.

Andiamo quindi a vedere come sono stati composti questi gironi, che ci terranno compagnia per le prossime giornate.

I gruppi dei Worlds 2022

Gruppo A

  • Cloud 9 (LCS)
  • EDward Gaming (LPL)
  • Fnatic (LEC)
  • T1 (LCK)

Gruppo B

  • Damwon KIA (LCK)
  • Evil Geniuses (LCS)
  • G2 Esports (LEC)
  • JD Gaming (LPL)

Gruppo C

  • DRX (LCK)
  • GAM Esports (VCS)
  • Rogue (LEC)
  • Top Esports (LPL)

Gruppo D

  • 100Thieves (LCS)
  • CTBC Flying Oyster (PCS)
  • Gen.G (LCK)
  • Royal Never Give Up (LPL)

Come dicevamo in apertura, in questi Worlds 2022 non ci sarà un gruppo più facile degli altri. Forse solo il gruppo D potrebbe essere prevedibile, ma dopo i play-in è ormai chiaro che nessun avversario debba essere sottovalutato.

Gli altri gironi sono spettacolari, è inutile nasconderlo, ma saranno durissimi per le rappresentati della LEC. Attualmente sarebbe difficile dire quale squadra abbia più possibilità rispetto alle altre, in quanto non sappiamo come G2 EsportsRogue si siano adattate a questa patch e nemmeno se i Fnatic riusciranno a crescere nel momento in cui inizieranno ad allenarsi ed a fare scrim con i team più forti della competizione.

Sicuramente lo spettacolo non mancherà, e già dal 7 ottobre si ritornerà in campo per darsele di santa ragione. I primi ad inaugurare il main event saranno i Fnatic, che dovranno battersi con i Cloud 9 per iniziare a mettere da parte dei punti decisivi.