Le dichiarazioni di Coach Cristo subito dopo la vittoria dei suoi Campus Party Sparks

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Subito dopo la vittoria dei Campus Party Sparks, nella finale dello spring split del PG Nationals Vigorsol Beats, abbiamo avuto il piacere d’incontrare Coach Cristo. Il tempo per le domande, purtroppo, è stato poco ma abbiamo comunque potuto fare una chiacchierata interessante. Ecco a voi le sue dichiarazioni.

Salve Coach Cristo e benvenuto sulle pagine di Powned.it. Innanzitutto complimenti per la vittoria, è stata pazzesca. Come avete fatto a rimontare uno 0-2 così pesante in una maniera così convincente?

Grazie per i complimenti e per il benvenuto, mando un saluto ai lettori di Powned.it.

Siamo sicuri di aver comunque sottovalutato un po’ i nemici, ma sento di dire che loro nei primi due game abbiano dato tutto, forse troppo nella serie. Si sono esposti con la loro carta più forte e, fortunatamente, siamo rimasti mentalmente concentrati e siamo riusciti a capire cosa era veramente il punto chiave da rimuovere prima del game. Siamo comunque pronti con molte più strategie da provare in EU Masters.

A proposito di EU Masters, vi siete già preparati con delle strategie particolari? E come pensate di affrontare questo torneo?

Siamo in una patch diversa ed in un formato diverso. Il gruppo è strutturato con delle best of one che potrebbero essere a nostro favore come a nostro sfavore. Serve avere più strategie, avevamo voglia di mostrarne ancora di più oggi ma non è servito. Meglio così dato che dall’Europa ci guardano, potranno anche sapere come funziona il nostro team, ma non sapranno quante cose diverse possiamo usare a nostro vantaggio.

Una squadra temibile ma non perfetta

Indubbiamente, i Campus Party Sparks, hanno dimostrato una fibra mentale notevole. Hanno ribaltato un pesantissimo 0-2, riuscendo a demolire un avversario che stava cavalcando l’onda dell’entusiasmo. Non sappiamo se potranno giocarsi qualcosa d’importante all’EU Masters, le capacità ci sono, ed i ragazzi hanno il loro futuro in mano.

Fonte immagini: pagina Facebook di PG Esports