LDL: i minorenni non potranno competere nel campionato

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La dirigenza della LDL ha deciso che i giocatori minorenni non potranno competere nel campionato. Questa decisione è stata causa dalle misure restrittive prese dal governo cinese, che la lega dovrà rispettare. Sarà solo il primo passo per l’esports cinese, che sarà ridimensionato nel suo ricambio generazionale.

I minorenni non potranno competere in LDL

Le decisioni del governo

Nei giorni scorsi, avevamo già parlato delle nuove misure restrittive imposte dal governo cinese ai giocatori minorenni. In sostanza, i ragazzini non potranno giocare più di tre ore a settimana, solamente nei giorni festivi e dalle 20:00 alle 21:00.

Un’inasprimento tanto dittatoriale quanto stupidamente dannoso, che avrà degli effetti gravi sul sistema esports cinese, da sempre votato al ricambio generazionale continuo. In Cina (ed in tutto il mondo) il gaming disorder è un problema reale, tangibile, ma con questi metodi si risolve ben poco, anzi si aumenta la gravità di quest’ultimo.

La serie B cinese di LoL si adegua

Se conoscete bene il panorama esportivo e la durata delle carriere dei giocatori, sapete che queste ultime iniziano in tenera età. Molti diventano delle star già a 13/14 anni, sottoscrivendo contratti importanti con i diversi team che popolano i vari campionati.

Molti esordiscono nelle leghe nazionali (in Europa) o nella LDL cinese sin da subito, facendosi un nome e puntando al grande salto per il futuro. Purtroppo, con queste nuove regole, il governo va a tagliere le gambe a chi vuole farsi un nome sin da giovane, togliendo colpevolmente diversi anni di carriere.

Per rispettare le decisioni del governo, la dirigenza della LDL ha deciso che i giocatori minorenni non potranno competere nel campionato già dal prossimo split (in partenza a settembre). Una decisione che, per quanto assurda possa essere, va ad adeguarsi al sistema senza colpo ferire.

Le squadre cinesi, quindi, non potranno più contare sull’enorme vivaio di giovani che da sempre milita in LDL, ma saranno obbligate ad aspettare. Questo è solo uno dei primi danni che vedremo nell’ecosistema cinese degli esports, destinato a cambiare volto da qui a poco.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701