K/DA: un Successo Planetario per League of Legends

K/DA: un Successo Planetario per League of Legends

Profilo di Rios
 WhatsApp

Dopo aver analizzato l’aspetto tecnico della finale del Mondiale 2018, ci dobbiamo ora soffermare su quello che la cerimonia d’apertura ci ha offerto: ovvero lo straordinario debutto delle K/DA, il nuovo gruppo musicale formato da quattro personaggi di League Of Legends.
Ahri, Evelynn, Akali e Kai’Sa hanno formato un quartetto K-POP formidabile, un gruppo “virtuale” che ha fatto registrare numeri da record in soli pochi giorni ed ha preso vita grazie alla computer grafica sul palco dello stadio di Incheon.
Ma andiamo ad analizzare punto per punto le ragioni di questo successo inaspettato.
Partiamo con il dire che le voci delle K/DA sono in realtà prestate da ben quattro popstar reali ovvero: Madison Beer, Soyeon (delle (G)I-DLE), Miyeon (delle (G)I-DLE) e Jaira Burns che hanno cantato dal vivo insieme alle loro controparti virtuali durante le cerimonia di apertura.

Ed è stata questa una delle mosse vincenti della Riot, unire due mondi apparentemente distinti e separati (per differenze culturali) sotto un’unica bandiera, unire due generi musicali in un’unica canzone.
Oltre alla straordinaria esibizione dal vivo, la Riot ha anche sbalordito il mondo con un video musicale animato della canzone POP/STARS, un video che nel giorno della sua uscita ha avuto ben 5 milioni di visualizzazioni, diventando il video di debutto più visto nella storia del K – POP.
Il video di POP/STARS, inoltre, ha richiesto enormi investimenti ed una cura maniacale nella realizzazione. Basti pensare che per la creazione delle coreografie, sono stati assunti coreografi professionisti, i movimenti stessi di Akali e compagne sono state registrati con l’utilizzo del Motion Capture poi animate successivamente dal team grafico della Riot.

Nel momento in cui vi stiamo scrivendo di POP/STARS è arrivato a ben 40 milioni di visualizzazioni, superando anche i video musicali di alcuni artisti “reali”.
I numeri delle K/DA ci fanno capire quanto il videogioco, e League Of Legends nello specifico, si stiano ormai insinuando in tutti gli ambiti della vita quotidiana, andando a “contaminarsi” anche con dei mondi che, al primo sguardo, appaiono come una cosa fin troppo lontana e diversa dal medium videoludico.
La Riot con questa manovra di marketing, è riuscita a raccogliere un bacino d’utenza enorme, ha fatto appassionare al gioco molte persone che, prima del debutto delle K/DA, non sapevano nemmeno cosa fosse League Of Legends.

Dobbiamo solo dire grazie alla Riot, perché è l’unica softwarehouse in grado di concepire l’eSport non solo come una competizione per gli appassionati o per chiunque sia un minimo protagonista nel settore, ma anche come fonte di spettacolo per chi appassionato non lo è.
Siamo indubbiamente fortunati perché possiamo assistere in prima persona a questi spettacoli, e possiamo solo sperare che prima o poi questo movimento mondiale possa sfondare anche in un mercato vergine come quello Italiano, coinvolgendo anche tutti i talenti che militano nel nostro paese.

Rekkles e NIKE lanciano una nuova partnership sull’APP ufficiale!

Rekkles e NIKE lanciano una nuova partnership sull’APP ufficiale!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il celebre Martin “Rekkles” Larsson ha da poco reso noti i primi dettagli relativi alla sua nuova partnership con il colosso dell’abbigliamento sportivo Nike!

La star svedese del team Karmine Corp è infatti uno dei nuovi volti di Nike, con una collaborazione assolutamente unica che sarà rivolta ai tantissimi fan degli esports e di League of Legends. In particolare, la partner si andrà a sviluppare principalmente sull’App ufficiale di Nike.

Su questa, sarà disponibile per tutti gli appassionati un’intera sezione dedicata a Rekkles, all’interno della quale sarà possibile trovare sia oggetti e capi d’abbigliamento che veri e propri corsi d’allenamento.

Sarà lo stesso Rekkles a redigere dei veri e propri training per tutti gli interessati, al fine di far coincidere l’attività esports con una sana attività fisica.

Il player dei Karmine Corp. è da sempre uno dei giocatori maggiormente convinti che il fitness ed il movimento quotidiano siano fondamentali per riuscire a performare al meglio per lunghi periodi di tempo negli esports.

Rekkles nuovo volto di NIKE sull’APP ufficiale

Questa nuova collaborazione non farà altro che rendere di dominio pubblico il “Rekkles pensiero” riguardo alla preparazione fisica di un professionista… Ecco il video trailer dell’iniziativa:

Cosa ne pensate di questa nuova straordinaria partnership che vede il mondo degli esports assoluto protagonista? Ricordiamo che per accedere all’app di Nike, vi basterà visitare lo store di Apple o Google Play.

 

 

Articoli correlati: 

Preseason 2023 LoL, REWORK ALLA GIUNGLA: inaspettato ritorno dei PET della Season 6

Preseason 2023 LoL, REWORK ALLA GIUNGLA: inaspettato ritorno dei PET della Season 6

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Alcuni leak, tuttavia non ancora confermati, avrebbero indicato un prossimo ritorno di una feature molto amata dai giocatori di League Of Legends, anche se tristemente scomparsa in Season 6.

Stiamo ovviamente parlando dei PET della GIUNGLA, una vecchia conoscenza dei giocatori più longevi che ha tuttavia lasciato il gioco da diverso tempo… per motivi ancora ad oggi non confermati.

Come anticipato, secondo alcune recentissime fughe di informazioni dagli studi LoL/Riot Games, questa meccanica sarebbe ormai prossima al ritorno durante la PreSeason 2023. Vediamo i dettagli.

Preseason 2023 LoL, i dettagli del REWORK ALLA GIUNGLA ed il ritorno dei PET

Un rapporto condiviso dai colleghi di Dotesports ha indicato la pubblicazione di un Dev Blog (che attualmente risulta tuttavia cancellato da Riot), che discute alcune funzionalità sperimentali che potrebbero essere testate per la preseason 2023 alla fine dell’anno.

Secondo quanto riportato, nel comunicato si parlava di una certa difficoltà nell’affrontare il ruolo della giungla, portato alla luce da un numero irrisorio di persone che si mettono in coda in Solo mettendo come ruolo primario Giungla.

Secondo gli sviluppatori, questo effetto sarebbe causato da due principali fattori: il primo sarebbe la difficoltà nell’imaprare un ruolo che rispetto alle Lane classiche richiede l’apprendimento di una serie di meccaniche estremamente complesse, come i vari ”pathing”, o ancora i timing di spawn dei vari campi.

La seconda invece, è più di carattere sociale. Il ruolo della giungla, secondo gli studi effettuati, sarebbe il ruolo dove in generale si ricevono più critiche da parte del resto della squadra, cosa che ovviamente tende a scoraggiare chi gioca per divertimento o solo per passatempo.

preseason lol

Una delle possibili soluzioni a questi problemi, scrivono nei rapporti, sarebbe il ritorno di una serie di vecchie feature, tra cui i PET della Giungla, dai simpatici companion che, molto banalmente, ci dovrebbero aiutare a pulire i campi più in fretta, permettendoci di concentrarci di più su altri aspetti del gameplay in Giungla.

Allo stato attuale delle cose non è ovviamente facile capire come funzioneranno questi PET con esattezza, ma di sicuro tutti i nostri lettori main-giungla, saranno felici di sapere che Riot sta pensando anche a loro. Che ve ne pare? Siete in attesa trepidante per la Preseason 2023 di LoL? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

In un recente sfogo avvenuto in diretta streaming, il noto player Tyler ‘Tyler1‘ Steinkamp, ha spiegato come secondo lui lo scarso livello dei giocatori nelle sue partite classificate lo stia davvero mettendo a dura prova.

Streamer decisamente sopra le righe, Tyler1 è tuttavia inequivocabilmente un giocatore di altissimo livello che appena pochi mesi fa è addirittura riuscito ad arrivare in Challenger, il massimo livello delle ranked di LoL, in tutti e cinque i ruoli del gioco.

Un deterioramento non solo mentale, ma anche a livello fisico, quello che secondo Tyler1 sarebbe ormai la quotidianità per moltissimi giocatori delle ranked su LoL, stanchi di trovarsi a giocare con gente decisamente non al loro livello.

Le ranked su LOL sono davvero così tossiche?

Sebbene Tyler1 sia diventato famoso proprio grazie ai suoi sfoghi contro i compagni di squadra, quello che dice non è del tutto fuori dal mondo.

A quanti di voi sarà capitato almeno una volta di farsi ”rodere il fegato” così tanto dopo una partita magari persa solo per l’arrendevolezza di alcuni compagni di squadra? Ecco, questo è fondamentalmente quello che lamenta lo streamer.

”Purtroppo, mi fa ancora male lo stomaco dalla partita di prima. Penso che i giocatori che incontro in Ranked, per quanto giocano male, mi stiano facendo ammalare fisicamente”.

Ed ha continuato: ”Penso davvero che stiano danneggiando la mia salute. Li vedo giocare, e poi prima che la partita finisca, non sto scherzando, ve lo giuro mi sento male, come ieri che ha iniziato a farmi male la testa. Poi oggi invece ha iniziato a farmi male lo stomaco.”

Che ne pensate community? Anche per voi le ranked su LoL sono un’esperienza così traumatica? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: