Invictus Gaming vincono contro i G2 con un secco 3 a 0

Invictus Gaming vincono contro i G2 con un secco 3 a 0

Profilo di Paesano
 WhatsApp

Gli Invictus Gaming vincono la prima semifinale di questi Mondiali 2018, contro i G2. Punteggio pieno per la squadra cinese che vince per 3 a 0. La bilancia pendeva incredibilmente dal loro lato, gli underdogs europei, hanno fatto miracoli fino alla semifinale, ma non sono bastati. Vediamo un recap complessivo delle tre partite, questa volta raggruppate: i primi 2 game, e il terzo. Non per mancanza di voglia o tempo nel raccontarle, ma per mancanza di sostanziali differenze nei primi due scontri.

Game 1 e 2

Nei primi due game le partite sono sembrate infatti estremamente simili, rappresentabili da un singolo elemento chiave: Jayce.
Jayce
non è mai stato un pick che rientrava in questo meta, né ci era stato presentato in competitivo come plausibile risposta, ma durante la semifinale tutto può accadere. Se nella prima partita Jayce è stato scelto nella corsia centrale, nella seconda è stato utilizzato nella corsia superiore. La motivazione è la stessa: counterare Aatrox. Il team cinese ha utilizzato questa tecnica particolarmente efficace contro l’early game dei G2. Entrambe le prime due partite sono state vinte dagli Invictus Gaming opprimendo i G2 dall’inizio alla fine. Il famoso stile di gioco del team europeo (l’ 1-3-1), che è riuscito a vincere contro i RNG, non ha funzionato contro una squadra che ha saputo sfruttare campioni, mappa e pressione, sin dalle prime fasi della partita.

Game 3

Nella terza partita di questa finale i G2 sembrano avere una forma di risveglio. Durante la pick e ban phase i G2 riescono ad eliminare la possibilità degli IG di swonallare dall’early game. Inoltre riescono anche a trovare tramite schermaglie e veri e propri team fight un vantaggio da cui poter giocare. Verso la fine delle prime fasi di gioco gli Invictus Gaming mostrano un altro lato della loro capacità di gioco: la macro play. Una serie di flank, durante i fight, e di pressioni sulla mappa annichiliscono non solo la strategia dei G2, ma anche il vantaggio e la possibilità di giocare.
La differenza tra le due squadre, anche in questa partita, è sembrata enorme. Gli Invictus Gaming vincono così la prima semifinale di questi Mondiali 2018.

Considerazioni

Non sono mai stato un grande tifoso dei G2, per niente, ma l’idea di poter vedere delle partite interessanti, qualsiasi siano le squadre partecipanti, mi infiamma l’anima ad ogni evento internazionale. Inoltre, considerando i risultati e le squadre che si sono calssificate in queste ultime fasi, non è trascurabile il friccicorio delle emozioni. L’idea di una finale europea al Mondiale non è stata solo mia, anzi. Ma le speranze e le idee si sono scontrate come sempre con la realtà. Nessuno può dubitare del fatto che gli Invictus Gaming fossero su un altro piano di gioco e di compresione dello stesso, rispetto ai G2 e questo ne ha comportato la sconfitta di questi ultimi.
La semifinale che si svolgerà domani deciderà se la finale di giocherà tra EU vs CINA o NA vs CINA. Ne vedremo sicuramente delle belle, sia nella prossima semifinale che nella finale.

Nella mia ultima frase vorrei ringraziare i G2, non tanto per il risultato che hanno raggiunto in rappresentanza della regione in cui gioco, ma per aver portato una “ventata d’aria fresca” anche ai Mondiali, dove il meta, che sembrava essersi ristabilito, è stato ancora capovolto da Hjarnan, che non curante di tutto, ci ha mostrato ancora una volta un Heimerdinger che solo a pochi brilla come nelle sue mani.

La replica


Torneo League of Legends By ReadyCheck 02/09: ISCRIZIONI ANCORA APERTE!

Torneo League of Legends By ReadyCheck 02/09: ISCRIZIONI ANCORA APERTE!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Torneo League of Legends – Attraverso questo speciale, vogliamo ricordare a tutte le nostre lettrici ed ai nostri lettori interessati a League of Legends di un nuovo torneo a cui siete tutti invitati!

Stiamo parlando del nuovo 5v5 Summoner’s Brawl organizzato da ReadyCheck, nuova piattaforma tornei che ospita tanti eventi dedicati alla scena esports. Il 5v5 Summoner’s Brawl andrà in scena Venerdì 2 Settembre alle ore 19, e vedrà i partecipanti fronteggiarsi in un 5Vs5 nella Summoner’s Rift.

In palio ben 2000 RCP (del valore di 200 Euro, ndr), che verranno distribuiti interamente al team vincitore.

Entrare nella lista dei partecipanti è semplicissimo, vi basterà cliccare sul seguente link (CLICCA QUI), loggare su ReadyCheck, ed iscrivervi per il torneo di League of Legends.

Dovrete aggiungere anche i nomi dei vostri compagni di squadra in fase di iscrizione a questo torneo visto che la struttura del 5v5 Summoner’s Brawl è a team.

L’iscrizione, sia alla piattaforma che al torneo, sarà totalmente gratuita! Vi ricordiamo inoltre che la fase di check-in dovrà essere completata SOLAMENTE dal capitano che avrà iscritto la squadra, e non da tutti i suoi membri.

Cosa farete community? Vi iscriverete e vi metterete alla prova? Per info e altro, ecco il link ufficiale alla pagina del torneo: clicca qui!

Sapete che sui profili social di ReadyCheck si sta tenendo un giveaway? In palio due controller NACON: clicca qui per scoprire maggiori informazioni, la partecipazione è gratuita!


LEC: i MAD Lions monopolizzano l’All-Pro Team

LEC: i MAD Lions monopolizzano l’All-Pro Team

Profilo di Rios
 WhatsApp

L’estate dei MAD Lions è stata un vero e proprio successo, facendo rinascere la squadra dopo uno spring split piuttosto sottotono. La selezione dell’All-Pro Team della LEC ha certificato ulteriormente la forza degli ex campioni, visto il monopolio imposto dal roster spagnolo.

Quattro ruoli su cinque sono finiti in mano ai Leoni madrileni, e soltanto la toplane è rimasta in mano ad un altro team. Un risultato assolutamente meritato per questi ragazzi, capaci di sfiorare la prima posizione in stagione regolare per poi mancarla di un soffio.

Andiamo quindi a vedere tutte le selezione della giuria degli esperti, dando uno sguardo anche alle seconde e terze linee.

L’All-Pro Team della LEC

Il primo posto

Come detto in precedenza, l’All-Pro Team è stato quasi interamente monopolizzato dal roster dei MAD LionsElyoyaNisqyUNFORGIVENKaiser hanno sbaragliato la concorrenza, grazie ad una stagione giocata a ritmi altissimi.

Questo risultato certifica l’ottimo lavoro svolto dalla squadra, che riesce a portare a casa anche questo trofeo oltre a quello già vinto per il miglior coaching staff della stagione.

L’unico giocatore capace di soffiare un posto ai MAD Lions è stato BrokenBlade, toplaner dei G2 Esports. Il tedesco ha avuto una stagione davvero molto convincente, di un altro livello rispetto ai suoi compagni, e sempre capace di esprimere una costanza che spesso non è appartenuta ai G2.

Il secondo posto

Il secondo posto dell’All-Pro Team della LEC ci offre un quadro molto più vario, anche se tre posizioni su cinque sono occupati dai giocatori dei G2. In corsia superiore troviamo Alphari dei Vitality, unico giocatore costante e solido del roster francese.

Subito dopo abbiamo il duo Jankos e Caps, colonna portante dei G2 Esports. I due hanno avuto delle prestazioni altalenanti nel corso della stagione, anche se nelle ultime settimane sono riusciti a raddrizzare le loro performance individuali ed essere un fattore decisivo nelle vittorie del loro team.

A chiudere il cerchio in corsia inferiore ci sono Comp dei RogueTargamas sempre dei G2. Una coppia di giocatori spettacolare, che ha mostrato ottime cose in questa stagione regolare.

Il terzo posto

  • Odoamne (Rogue)
  • Markoon (Excel)
  • Vetheo (Misfits Gaming)
  • Neon (Misfits Gaming)
  • Trymbi (Rogue)

LEC: l’ingresso dei Karmine Corp nella lega sembra più vicino

LEC: l’ingresso dei Karmine Corp nella lega sembra più vicino

Profilo di Rios
 WhatsApp

Pochi giorni fa vi avevamo parlato di un possibile addio degli Astralis, che stavano considerando le offerte di altre organizzazioni per la vendita del loro slot in LEC. Da allora le voci si sono fatte sempre più insistenti e gli indizi sui social hanno iniziato a proliferare.

Nelle scorse ore, infatti, alcuni rappresentati degli Astralis e dei Karmine Corp hanno voluto far impazzire i fan, mostrandosi in una sorta di tavolo delle trattative. Un gioco molto intelligente, che crea tantissimo hype nella community francese e non solo.

Chiaramente ancora non c’è nulla di ufficiale in campo, ma qualche fondo di verità potrebbe davvero esserci in questa assurda storia.

I Karmine Corp arrivano in LEC?

I social esplodono

Come detto in precedenza, nei giorni scorsi LEC Wooloo ha lanciato una vera e propria bomba su Upcomer: gli Astralis potrebbero vendere il loro slot all’interno del campionato europeo di League Of Legends. Una notizia che ha subito fatto il giro del mondo, ed ha fatto impazzire tutti i fan della LEC.

In molti si sono letteralmente scervellati per cercare di capire quali potessero essere i pretendenti dello slot, nonostante Wooloo avesse dato una rosa di nomi papabili. Tra questi c’era quello dei Karmine Corp, ambiziosa organizzazione francese che già da tempo punta ad entrare in LEC dopo aver conquistato ben 3 titoli consecutivi dell’EU Masters.

Ebbene, sembra che l’ipotesi della vendita ai KC sia quella più attendibile. Infatti, nelle scorse ore, i dirigenti di entrambi i team hanno fatto esplodere i social con alcuni post condivisi su Twitter. I rappresentati delle squadre si sono fatti ritrarre in una sorta di tavolo delle trattative, cosa che darebbe ancora più credibilità alle ipotesi formulate in questi giorni.

Al momento non c’è ancora nulla di ufficiale, ma tutto sembra ormai sempre più reale. Ma c’è anche un’altra squadra che, a luci spente, potrebbe mettere i bastoni tra la ruote ai sogni dei Karmine Corp. Infatti, in quel post, uno dei dirigenti degli Astralis ha anche mostrato di aver ricevuto una telefonata da Lee Trink, il CEO del FaZe Clan. I motivi di questa chiamata potrebbero essere molteplici, visto che Astralis non compete solo su League Of Legends, ma comunque mette un po’ di pepe su una trattativa che sta infiammando questi ultimi scampoli d’estate.