Il Teamfight Tactics svetta su Twitch: tra le poche critiche il “troppo RNG”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La nuova modalità “autobattler” chiamata “ Teamfight Tactics” ha letteralmente sbaragliato tutta la concorrenza su Twitch, compresa quella di Fortnite.

Durante la giornata di ieri il Teamfight Tactics è infatti approdato nel PBE di League of Legends e dopo pochi minuti dal suo rilascio ha iniziato a generare un grande interesse sul noto portale di streaming Twitch, al punto da posizionarsi al top dei contenuti più visualizzati, arrivando anche a battere il celebre Fortnite durante la serata.

Il motivo di tutto questo hype è da ricondurre alle particolarità che contraddistinguono la nuova modalità, che proprio ieri ha finalmente finalmente mostrato il suo gameplay e molte delle sue più importanti caratteristiche.

L’attesissimo arrivo del Teamfight Tacticts sul PBE ha anche alimentato le prime discussioni all’interno della community, tra chi si dice estremamente soddisfatto di questa feature e chi, al contrario, la trova forse eccessivamente dipendente dal fattore random.

Molti esperti hanno infatti notato e commentato come dietro molte giocate vi sia un fattore di casualità che potrebbe premiarci o danneggiarci, senza però che questo sia in nessun modo determinato dalla nostra skill o dalla nostra esperienza.
Partendo dal pool di campioni totalmente casuale fino ad arrivare alla possibilità che i Krug droppino gli oggetti che ci servono o meno, durante la partita ci si troverà spesso in situazioni poco prevedibili, pesantemente caratterizzate dal fattore Random, ma questo non deve essere sempre un qualcosa di negativo.

Sicuramente nelle prossime settimane vi saranno dei bilanciamenti e degli update che renderanno il gioco più equilibrato, ma è comunque interessante notare come per questa specifica mode gli sviluppatori abbiano preferito orientarsi su un qualcosa di più funny e meno “competitivo”.

Cosa ne pensate di questa nuova modalità? Avete potuto seguirla in una delle tante dirette Twitch di queste ultime ore?


Il Teamfight Tactics svetta su Twitch: tra le poche critiche il “troppo RNG”
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701