I Samsung vincono la serie contro gli iDomina nel primo quarto del Playoff targato PG

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Abbiamo già annunciato gli scontri possibili per PG Nationals 2019 Spring Playoff in precedente articolo. I Samsung vincono la serie per 2 a 1, con ottime performance da entrambe le parti. Andiamo a mostrare le singole partite, di questa serie movimentata sin dai primi minuti.

Samsung Morning Stars vs iDomina eSports: game 1

La prima partita dei quarti di finale del PG Nationals 2019 Spring Playoff inizia nel peggiore dei modi. Un ritardo da parte degli iDomina viene punito con la rimozione dei primi tre ban nella prima partita. Sono così liberi, i Samsung Morning Stars, di prendere i loro migliori campioni, senza troppi problemi.
Rengar per Kamil, Cassiopeia per Vrow, questi sono i due più rilevanti della partita.

La fase di early game ruota intorno alle schermaglie nella corsia inferiore. Da questi sarà proprio Kamil a guadagnare i primi vantaggi in gold, seguito a ruota da Vrow. Il vantaggio guadagnato da parte dei Samsung è imbarazzante. La partita viene chiusa a 26 minuti con gli iDomina che riescono a trovare poco, o nulla. Sebbene le plateali giocate dei pluri citati Kamil e Vrow, il migliore della partita è stato Simpy (con Morgana), che è riuscito ad interrompere chase, bloccare avversari fuori posizione e soprattutto ad infliggere danni inaspettati.

Samsung Morning Stars Logo
Fonte Samsung Morning Stars

SMS vs ID: game 2

La seconda partita inizia nel modo opposto alla prima, sono gli iDomina eSports a trarre il primo vantaggio grazie a dei pick effettuati su nash1c e Kamil. Verso la fine dell’early game il macro dei Samsung pareggia kill e gold lead. Acefos (con Renekton) e Vrow (ancora con Cassiopeia) sono quelli che traggono il maggior vantaggio.

L’instabilità della partita si mostra ai 20 minuti, quando gli iDomina riescono a combattere in superiorità numerica. Curator (con Jarvan IV) riesce nel doppio pick, su nash1c (Xayah) prima e su Vrow poi. Al minuto 27 inizia un grande team fight tra le due squadre, che viene vinto con magistralità dagli iDomina. Aki (Ryze), Deidara (Akali) e Rharesh (Ezreal) riescono a portare danni ingenti e sostenuti, senza essere mai in vero pericolo.

Una serie di continui scontri 5vs5 portano ancora vantaggio agli ID. Riuscendo a prendere un barone e un inibitore nella corsia inferiore. Preso anche un secondo inibitore, la squadra dal lato rosso forzano l’ultima torre dell’inibitore. Sebbene il fight che ne segue porta due kill dal lato SMS, la torre cade lo stesso e si arriva a 10 torri distrutte per gli iDomina, con un vantaggio di ben 6k gold.

Il combattimento che si genera per l’uccisione del drago maggiore, gli iDomina, forti del Baron e del vantaggio accumulato, riescono a schiacciare i Samsung e a vincere la partita. Non vi è stato un giocatore che ha brillato dal lato iDomina, poichè il loro punto di forza è stata il gruppo. La serie si riapre nel migliore dei modi.

iDomina eSports Logo
Fonte iDomina eSports

ID vs SMS: game 3

La terza e ultima partita di questo quarto di finale inizia con lo swap di lato, con gli iDomina blue side, mentre red side per i Samsung.
One side Stomp. In quanto a prestazioni il match point di questo quarto di finale è molto simile al primo scontro. Non sono solo i vantaggi acquisiti nelle corsie, ma anche la trasformazione di questi primi vantaggi nella fase successiva. Kamil (con Kha’Zix), Acefos (con Jax) e nash1c (con Cassiopeia), riescono in gruppo o da soli a vincere la paritita e la serie.

Veramente poco da dire per questo primo quarto di finale. Al minuto 23 i Samsung vincono la serie e si guadagnano la semifinale. Anche in questo caso, come per la seconda partita, non c’è stato un migliore. Dovendo però sbilanciarci daremmo il nostro voto ad Acefos, che dopo la prima kill, su Curator, è riuscito a vincere la corsia superiore con facilità.

Eugenio "Paesano" Fofi

Appassionato di giochi e videogiochi fin da bambino. Passione trasformata in informazione, studio e competizione. Giocatore di giochi di carte on-line e non, di sparatutto e Moba. Obiettivo: far conoscere e valorizzare gli e-sports, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti