I KINGZONE DragonX battono i Flash Wolves nella semifinale dell’MSI

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

I Taiwanesi non riescono a tener fede alla loro fama di Korean Killers e cedono il passo alla squadra coreana, che vince la serie per 3-1.
I Flash Wolves, nonostante siano riusciti a battere per ben 2 volte i Kingzone DragonX nella fase a gironi del torneo, non riescono a mantenere le stesse performance in una serie al meglio delle 5 partite, dove il team coreano ha dimostrato la sua superiorità.

Superiorità ormai ben nota nel panorama competitivo di League of Legends. Sono infatti passati più di 1150 giorni dall’ultima volta che un team coreano ha perso una serie (Bo3 o Bo5) contro una squadra proveniente da un’altra regione, grazie soprattutto alla loro grande capacità di adattamento alle strategie avversarie.
I Kinzgone accedono così alla finale di domani contro i Royal Never Give Up, formazione cinese che ha vinto contro i Fnatic, noto team europeo, nella splendida semifinale di ieri.

Di seguito, un’analisi delle quattro partite disputate dalle due squadre.

GAME 1

Nella prima partita, i coreani stupiscono tutti scegliendo Irelia in corsia centrale, nelle mani di bdd. La scelta paga al decimo minuto, quando il midlaner dei Kingzone trova l’uccisione in solitaria sulla Talyah di Maple.
Da quel momento, i coreani iniziano a prendere vantaggio sulla mappa, grazie anche all’ottimo Ezreal giocato da Pray. I Flash Wolves riescono a trovare respiro alla mezz’ora di gioco, quando i Kingzone ingaggiano il Barone in 3 a bassa vita, ma non basta.
Pochi minuti dopo, il Jax di Khan trova un ingaggio perfetto stordendo 3 avversari. Si salvano solo 2 giocatori dei Flash Wolf. I coreani riescono a prendere il Nashor e a chiudere la partita in poco meno di 45 minuti.

Irelia riesce a concentrare su di se la maggior parte dei danni e dei controlli avversari, mentre Ezreal può applicare i suoi enormi danni, grazie alla build a doppia goccia.

GAME 2

I Taiwanesi sembrano aver imparato dai propri errori e decidono per il ban di Irelia. In questa partita, sembrano decisi a non voler concedere niente agli avversari, riuscendo a prendere vantaggio già nei primi minuti.
Nella corsia superiore, il Sion di Hanaki gestisce magistralmente la Camille di Khan, grazie anche al Mantello del Sole, che lo aiuta nel pushare le ondate di minion. Nella mid, invece, Maple si vendica della partita precedente, mettendo a nanna la Zoe di bdd con il suo Vladimir, aiutato dal jungler Moojin, con il suo Skarner.
Una composizione da poke come quella scelta dai coreani (con Ezreal e Zoe) non può fare molto contro quella dei Flash Wolves, così votata all’assedio, specie in una situazione di svantaggio di oro così marcata.

La partita è a senso unico e il Taiwan porta a casa la vittoria in meno di mezz’ora.

GAME 3

Come già detto, i coreani sono maestri delle serie e imparano rapidamente dai propri errori. Nella terza partita, il Sion taiwanese è perennemente assediato dal team nemico che arriva a divarlo in tre persone già nei primi minuti di partita.
Il Jayce di Khan può così brillare nelle fasi successive, mentre Sion si dimostra essere troppo facile da uccidere nei teamfights e facilmente bloccabile dal Trundle di Peanut, che può piazzare facilmente un pilone per fermare la sua suprema.

Pessima la scelta del Lee Sin di Moojin e dello Yasuo di Maple. Il primo, prova a sopperire alla mancanza di tank nella sua squadra, cercando di costruire resistenze, ma non sufficiente. Il secondo si dimostra ininfluente senza compagni di squadra che possano proteggerlo dai danni e dai controlli avversari.

I Kingzone erodono inesorabilmente le strutture nemiche e prendono la vittoria in poco più di 30 minuti.

GAME 4

Nelle prime fasi di partita è il Trundle di Peanut a dettare legge nella landa. Il jungler coreano non lascia respiro al suo diretto avversario Moojin che, con il suo Olaf resta indietro di livelli e farm.
La partita, però, la decide il Cho’Gath di Khan che non soffre minimamente la corsia contro il Vladimir di Hanaki, divenendo la chiave di volta nei combattimenti a squadre.
Nel frattempo, nella corsia inferiore Pray, ancora una volta con Ezreal, e Gorilla, con Morgana, vincono la loro corsia contro la coppia Xayah-Rakan di Betty e Swordart.
I Kingzone continuano ad accumulare vantaggio. I Flash Wolves provano diversi ingaggi con Rakan e il Galio di Maple, ma la composizione dei coreani sembra fatta apposta per resistere e rispondere per le rime: Cho’Gath riesce addirittura a trovare due doppie uccisioni in due teamfights differenti.

I coreani continuano ad avanzare in maniera precisa e metodica: Trundle e Cho’Gath nelle corsie laterali, Talyah, Morgana ed Ezreal nella corsia centrale. E’ un cerchio che si chiude inesorabilmente e che porta i Kingzone DragonX alla vittoria della partita e della serie.
Domani li aspetta lo scontro finale con i  Royal Never Give Up. Riuscirà la squadra cinese a interrompere il record di imbattibilità delle squadre coreane? Lo scopriremo domani, a partire dalle 12.00.

Replica

Vi invitiamo a leggere i nostri pronostici sull’Mid Season Invitational 2018!

La community

Fai crescere la community italiana, entra nel gruppo FB:  

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701