Origen festeggiamenti LEC

Gli Origen surclassano i Fnatic e staccano il biglietto per la finale di LEC

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Gli Origen battono nettamente i Fnatic e conquistano l’accesso alla finale dello Spring Split di LEC. Ad attenderli troveranno i G2.

La partita tra Origen e Fnatic in semifinale di LEC ha tutto il sapore di un remake della storica finale del Summer Split delle EU LCS 2015. Entrambe le squadre arrivano alla sfida in ottima condizione: i Fnatic hanno superato come un rullo compressore Vitality e Splyce durante i primi turni dei playoff mentre gli Origen arrivano da una sonora sconfitta per 3 a 0 contro i G2 in cui però hanno mostrato cose positive.

Vediamo come è andata la partita.

Fnatic pose LEC

Game 1 (OG)

Il game inizia con una draft stravagante da entrambi i lati. I Fnatic aprono con il duo più in moda del momento per la botlane, Sona-Taric. In risposta gli Origen scelgono Blitzcrank come counter diretto e Nukeduck opta per uno Zed in corsia centrale seguito da un Sion, sempre in corsia centrale, per i Fnatic.

Gli Origen conquistano il first blood al livello 1 con un ottimo invade. Riescono così a mettere a frutto questo vantaggio con ottime azioni su tutta la mappa, soprattutto in corsia inferiore dove il pick di Blitcrank si è rivelato decisivo. In più i Fnatic inciampano in alcuni gravi errori.

Così, grazie alla pressione e ad ottime rotation gli Origen escono dall’early game con un vantaggio di quasi 9k gold e conquistano 5 torri contro le 0 avversarie. Con uno svantaggio così importante è praticamente impossibile per i Fnatic tornare in partita. Gli Origen si portano a casa il primo game della serie.

Game 2 (OG)

Questa volta sono gli Origen ad aggiudicarsi la botlane Sona-Taric, avendo però l’accortezza di bannare il counter Blitzcrank. I Fnatic rispondono con un’old fashioned Twitch-Annie.

Questo è stato un game molto più equilibrato del primo. I Fnatic riescono ad acquisire un lieve vantaggio nelle prima fasi di partita sia in termini di oro che obiettivi. Durante la transizione al mid game colgono l’occasione di un fight 4 v 4 riuscendo a decimare la squadra degli Origen garantendosi il buff del Barone Nashor; riescono così a conquistare l’inibitore nemico.

Pochi minuti dopo i Fnatic riescono a cogliere fuori posizione il jungler nemico e decidono di sfruttare il vantaggio numerico per aggiudicarsi un altro Barone Nashor. Tuttavia, sebbene fossero in 4 v 5, gli Origen non si lasciano scoraggiare e colgono di sorpresa i Fnatic lasciando il solo Broxah in vita con il prezioso buff.

Da quel momento in poi gli Origen riescono a rosicchiare piano piano il vantaggio dei Fnatic. Dopo aver conquistato il Barone Nashor e due uccisioni, gli Origen suonano la carica in corsia centrale. I Fnatic provano un’estrema difesa ma non possono nulla. 2 a 0 Origen e match point per loro.

Origen LEC intervallo

Game 3 (FNC)

I due team optano per draft standard nel game decisivo con i Fnatic che devono dimostrare di possedere la mentalità giusta per ribaltare questa Bo5.

I Fnatic decidono di rivolgere tutte le attenzioni alla botlane e, in particolare, alla Vayne di Rekkles. Riescono così a conquistare un enorme vantaggio nelle fasi iniziali, in particolare nelle mani proprio di Rekkles. Gli Origen sembrano non riuscire a stare al passo degli avversari.

I Fnatic optano così per un Barone Nashor intorno al minuto 20 e riescono a conquistare anche due uccisioni. Con un buon push distruggono l’inibitor avversario.

Poco dopo gli Origen riescono a prendere fuori posizione Rekkles e Hylisang e decidono di continuare il fight vista la superiorità numerica. Tuttavia i Fnatic riescono a ribaltare la situazione, grazie all’enorme danno di Bwipo e Broxah, garantendosi un ace. Senza più nessuno a difendere la base avversaria i ragazzi in arancio portano a casa il game e accorciano le distanze.

Fnatci Rekkles LEC

Game 4 (OG)

I Fnatic non devono commettere errori anche in questo game se vogliono aggiudicarsi l’accesso alla finale di LEC. Entrambi i team optano per una composition con alto potenziale di scaling e un buon mid game.

Nelle prime fasi di partita i team tradano vantaggio con gli Origen che riescono a conquistare una lead di circa 3k gold e i Fnatic che conquistano i primi due draghi elementali (Infernal e Mountain). La partita è molto equilibrata e tutto può succedere.

Con l’arrivo del mid game gli Origen riescono a conquistare un Drago Infernale e a portarsi a casa due uccisioni. Questo vantaggio si traduce in pressione sulla mappa e riescono a buttare giù la T1 top e, soprattutto, la T2 mid dei Fnatic. Dopo un ottimo team fight che portano a casa con ben 3 uccisioni in loro favore, gli Origen conquistano un incontestato Barone Nashor.

Applicando pressione costante su tutte le corsie gli Origen riescono a far crollare tutti e tre gli inibitori degli avversari. i Fnatic provano un’estrema ultima difesa ma ormai è troppo tardi. Gli Origen conquistano la serie e staccano il biglietto per la finale dello Spring Split di LEC.

Origen festeggiano semifinale LEC

Prima finale di LEC

Ad attenderli in finale troveranno i G2, squadra favorita sin dall’inizio della competizione. Gli Origen dovranno tirare fuori gli artigli se vogliono vendicarsi della brutta sconfitta per 3 a 0 rimediata nell’ultima partita contro i G2.

Potrete seguire la diretta sul canale Twitch ufficiale di Riot Games o, se preferite, col commento in italiano sul canale Twitch di PG Esports. La partita inizierà alle ore 17.

Immagini via LOL Esports Flickr

Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport.Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque.Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.