Germania VS Italia. Outplayed fuori ai quarti di finale.

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Finisce l’avventura del Team Outplayed nel Summer Split dell’European Masters, la competizione internazionale che mette in sfida le migliori squadre di ogni nazione europea. Dopo ben 3 vittorie consecutive nel Group Stage, la squadra italiana deve cedere il passo ai tedeschi dell’ Euronics Gaming nei quarti di finale del torneo.

La squadra che rappresenta la Germania si è dimostrata superiore sia in landa che in draft, scegliendo composizioni adatte a contrastare le strategie degli Outplayed.

GAME 1

Nella prima partita della serie, gli Outplayed si affidano a corsie dall’alto potenziale di scaling per i loro campioni. Purtroppo, però, il Kassadin di DrMatt e la Xayah di Bullet hanno bisogno di tempo per accumulare risorse. Tempo che gli Euronics non hanno nessuna intenzione di concedere.

Nonostante il Primo Sangue del Gragas di Demon12 sull’Alistar di Pandar, al 7° minuto, il team italiano è indietro di quasi 1000 gold. Buona parte del merito va al Jarvan IV di Agurin, che invade costantemente la giungla degli italiani.

Gli Outplayed riescono a trovare qualche kill, ma gli Euronics prendono obiettivi. Tra questi, 3 importantissimi Draghi di Montagna, che permettono ai tedeschi di prendere rapidamente il Barone Nashor al 26° minuto. Il team italiano tenta di entrare nel pit per provare lo steal, ma resta intrappolato nella suprema di Jarvan, mentre il Corki di Noway4u e lo Xerath di Broeki fanno piovere i loro danni. Si salva solo Bullet, ma non può difendere da solo.

Gli Euronics avanzano rapidi sulla corsia centrale e chiudono la partita prima di permettere agli Outplayed qualsiasi reazione.

GAME 2

Nella seconda partita, gli Outplayed si dimostrano più concentrati ed efficaci nelle aggressioni. Riescono a trovare kill e strutture, in particolare grazie all’Urgot di Weizor, che lascia il suo diretto avversario, il Ryze di Ventair, 0/3.

Tuttavia, il team tedesco non ha nessuna intenzione di combattere in campo aperto. Si concentra, invece, sul mettere pressione sulle corsie e assediare in 5 solo quando tutte le ondate di servitori finiscono sotto torre. E’ la strategia migliore per la loro squadra. Ryze, Jarvan, Corki, Ezreal, Pyke: tutti ottimi campioni per pushare anche in solitaria e scappare nella giungla se le cose dovessero mettersi male.

Una giungla troppo poco illuminata da parte degli Outplayed, che fanno fatica a tracciare i movimenti del team nemico sulla mappa.

La partita si decide con un combattimento al 30° minuto, nei pressi del Barone. Il team italiano prova a ingaggiare su Ezreal e Pyke, ma non si avvede di Jarvan e Corki al Barone. L’errore si rivela fatale. I due riescono a prendere l’importante obiettivo e a riunirsi alla squadra. Nei pochi minuti di partita successivi, gli Euronics avanzano lenti, ma metodici, erodendo ogni singola struttura degli Outplayed, fino ad arrivare al Nexus al 35° minuto.

Conclusioni

Nonostante la sconfitta, gli Outplayed possono uscire a testa alta da questo torneo. Gli Euronics si sono dimostrati superiori, è vero… ma questi giovani ragazzi hanno portato un team italiano dove mai era arrivato. A noi tifosi non resta che augurare loro di continuare a crescere e migliorare, per poterci offrire, ancora molte volte, il loro bel modo di giocare.

La replica

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701