Esport, in Francia si comincia a legiferare!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Sulla pagina ufficiale del Governo francese è stato pubblicato un articolo, dove si annuncia che il parlamento discuterà su come rendere più chiaro e legalmente riconosciuto l’Esport.

(in fondo all’infografica troverete la traduzione)

Ecco qui una traduzione dell’infografica:

#eSport: in Francia … si avanza!

Scoprite ciò che va a cambiare con la legge per una Repubblica numerica.

Le conclusioni del rapporto dei parlamentari nell’ ambito dell’esaminazione al Senato del PJL numerico sono positive riguardo la necessità di riconoscere le competizioni di videogame per :

  • rendere giuridicamente sicura l’organizzazione di queste competizioni,
  • di chiarificare lo statuto sociale dei giocatori professionisti
  • di incoraggiare lo sviluppo del settore in Francia.

Questo è ciò che va a cambiare con la legge per una Repubblica numerica.

Prima, le competizioni di videogame rischiavano di essere assimilate dalle lotterie, e dunque teoricamente vietate dalla legge. Ciò non era incoraggiante per gli organizzatori.

Presto, una legge sarà messa a punto per rendere sicura l’organizzazione.

Prima, i giocatori professionisti non disponevano di nessuno statuto sociale. Non potevano quotarsi sui loro redditi come lo fanno oggi gli sportivi.

Presto, i professionisti avranno un statuto adattato ai competitori di alto livello, tenendo conto delle specificità del loro mestiere.

Prima, l’e-sport non aveva alcuna riconoscenza da parte dei poteri pubblici.

Presto, “un atto” di regolamentazione partenariale del settore sarà impiegato dagli organizzatori; i giocatori ed i poteri pubblici saranno impegnati per la strutturazione del settore.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701