ERL: modifiche importanti in arrivo per il 2022

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con un comunicato apparso sul sito di LoL EsportsRiot ha comunicato che ci saranno delle importanti modifiche al sistema delle ERL. Il tutto sarà più spettacolare ed anche più appetibile per il pubblico e gli eventuali sponsor.

La rivoluzione delle ERL

Rinnovo delle licenze

“Siamo entusiasti di rivelare che estenderemo gli accordi di licenza con quasi tutti i nostri attuali campionati regionali europei (ERL) a partire dal 2022. Le ERL sono parte integrante dell’ecosistema di eSport della League of Legends europea.

Contribuiscono in modo massiccio allo sviluppo dei migliori talenti della regione e offrendo un percorso per aspiranti professionisti. Ecco perché, a partire dal prossimo anno, abbiamo deciso di apportare alcune importanti modifiche per consolidare ulteriormente la struttura delle ERL per creare maggiore stabilità e rafforzare ulteriormente i percorsi dei giocatori.”

Nuove categorie

“L’elenco completo delle modifiche che interessano i campionati sarà condiviso in un secondo momento, ma possiamo rivelare che a partire dal 2022, saranno raggruppati in una delle due categorie: accreditati e non accreditati. Sebbene Riot selezionerà il livello in base al quale saranno classificati inizialmente, ogni non accreditato può richiedere di diventare un accreditato in qualsiasi momento, a condizione che soddisfi i criteri pertinenti.”

Differenze

” Le differenze di categoria complete verranno pubblicate dopo EU Masters, ma una delle principali differenze tra le categorie che possiamo rivelare riguarda gli eventi offline. Gli accreditati dovrebbero continuare a ospitare un evento offline all’anno ed i non accreditati che non saranno più tenuti a ospitare eventi offline. Inoltre, solo i giocatori iscritti a una squadra ERL accreditata verranno aggiunti al database dei contratti globali (GCD). Mentre i non accreditati non verranno aggiunti a il GCD.”

Unificazione

“Nell’ambito di questo processo, assisteremo anche all’unificazione di alcune leghe. Ci sarà la fusione della lega baltica nell’ERL polacca (Ultraliga) e la fusione delle leghe olandese e belga per formare una nuova lega del Benelux. Condivideremo maggiori dettagli su questo processo nel nostro annuncio di follow-up a settembre.”

Sostenibilità

“L’aumento della standardizzazione e della sostenibilità dei campionati è stato un tema chiave durante tutto il processo decisionale. Per garantire la parità in tutto l’ecosistema, stiamo standardizzando i premi in denaro sia per i campionati accreditati che per quelli non accreditati e stiamo aumentando i sussidi alle squadre in tutti le ERL.”

Co-streaming

“Nuove regole di trasmissione entreranno in vigore. Tutti i partner ERL riceveranno il diritto di abilitare il co-streaming per tutte le squadre che partecipano ad una prima divisione di un ERL (sia accreditato che non accreditato) a condizione che questo avvenga durante le proprie partite ed all’interno dei regolamenti Riot. Per mostrare i talenti emergenti in questi campionati, amplificheremo ulteriormente le storyline più interessanti delle ERL e continueremo i nostri sforzi per creare storyline coerenti che abbracciano l’intero ecosistema.”

Vertice delle leghe regionali

“Crediamo fermamente che l’ecosistema europeo sia incredibilmente unico e vogliamo garantire che tutti nell’ecosistema abbiano l’opportunità di imparare gli uni dagli altri. Ecco perché nel 2022 inizieremo a ospitare un vertice ERL annuale con tutti gli organizzatori di tornei, le squadre e i giocatori per supportarli e aiutarli a continuare a sviluppare ulteriormente le proprie attività e strutture.”

Altre novità in arrivo

“Siamo più impegnati che mai per l’ecosistema ERL europeo e siamo entusiasti di condividere di più sul suo futuro. Resta sintonizzato per ulteriori dettagli sui cambiamenti in arrivo agli ERL che saranno pubblicati dopo il completamento dei Master UE alla fine di settembre.”

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701