Teamfight Tactics presentation

Distribuzione degli oggetti: le modifiche dal PBE

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La distribuzione degli oggetti durante la partita può risultare frustrante al momento, c’è chi ha troppo e chi troppo poco. Il risultato di questa disparità si fa sentire a livello di gaming ed anche a livello mentale. Chi non si è mai chiesto “Perché sono così sfortunato” in questo gioco? Beh, la Riot ha deciso di ascoltare i feedback dei giocatori, nel tentativo di migliorare l’esperienza generale, andando ad ovviare questo tipo di problemi.

Come Riot Mortdog ha dichiarato, (qui l’articolo originale), non hanno assolutamente intenzione di rendere il gioco meno casuale, ai giocatori non verrà mai dato lo stesso quantitativo di oggetti: è proprio nel sapersi adattare la sfida. La randomicità, dal loro punto di vista, rende ogni partita unica e questo dovrebbe far parte del divertimento. Ciò che la Riot vuole fare è bilanciare l’RNG, facendo in modo che ogni giocatore possa godersi la sua partita, senza soffrire “troppo” le differenze tra i drop degli altri sfidanti.

Nuove casse!

La prima grande modifica riguarda le casse: dai round PVE le casse saranno di più tipi: Comune, Non Comune e Rara. Dalle casse non si riceveranno più solo Oro e Oggetti, d’ora in poi si potranno droppare anche Campioni e “l’aiuto di Neeko“, (nome non definitivo). Quest’ultimo oggetto ci permetterà di creare una copia di un’unità, questo renderà più fattibile potenziare i campioni a 3 stelle. Un’altra modifica riguarda i primi 3 Round PVE: ora verranno garantite a tutti i giocatori 2 scatole non comuni. Il numero di casse per giocatore sarà molto più sotto controllo rispetto a prima. Se inizialmente riceveremo pochi oggetti, con l’andare avanti della partita ne otterremo di più rispetto ad altri. In oltre verrà limitato il numero di casse d’oro (max 3 a persona), ma soprattutto, queste casse, non verranno ottenute fino al round 2-6.