Clash: ancora problemi per il torneo di League Of Legends

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Durante il week-end appena trascorso, il Clash, torneo dedicato a tutti i giocatori di LOL, è ritornato ad essere protagonista in negativo. Infatti, dopo alcune edizioni di successo, la competizione ha avuto dei seri problemi, causando disservizi anche a quei giocatori che non avrebbero partecipato all’evento. Riot è stata costretta ad annullare l’evento in Europa, rimandandolo a data da destinarsi.

Ancora problemi per il Clash

Il crollo dei server

La ragione principale del fallimento di questa edizione del Clash è dovuta al sovraccarico dei server, che non hanno retto la mole di utenza. Molti paesi del vecchio continente sono tornati in lockdown per arginare la corsa del COVID-19, perciò l’utenza attiva sul gioco è cresciuta a dismisura.

Il malfunzionamento dei server, inoltre, ha causato problemi anche a chi non voleva prender parte al torneo. I giocatori sono stati sbattuti fuori dalle loro partite, comminate in automatico dal sistema di League Of Legends.

Ranked disabilitate

Nella serata di sabato e domenica si sono registrati i problemi maggiori, ed alcuni utenti non riuscivano nemmeno ad accedere al gioco. I più fortunati (o sfortunati in questo caso) hanno dovuto gestire dei continui problemi di lag non imputabili alle connessioni, ma bensì a dei server sovraccarichi.

Tutti questi fattori hanno costretto Riot a disabilitare le code classificate per due giorni consecutivi. L’azienda ha inoltre annullato tutte le giornate dedicate al torneo in tutta Europa ed in Turchia. Nelle altre regioni del mondo non si sono registrati problemi simili.

Biglietti Clash e punizioni

Tutti i giocatori che avevano speso i loro biglietti per partecipare al torneo sono stati già risarciti, come comunicato da Riot. Non si hanno notizie per ciò che riguarda le penalità inflitte ai giocatori che sono usciti, involontariamente, dalle partite. Sicuramente le punizioni saranno sollevate, ma al momento non ci sono comunicati ufficiali.

Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701