CJ Entus e MadLife sono fuori dalla LCK

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

È tutto vero. Dopo la sconfitta per 3 a 0 contro ESC Ever CJ Entus è stata ufficialmente eliminata dal prossimo split di LCK. Ovvero l’equivalente coreano delle nostre EU ed NA LCS per chi non fosse al passo coi tempi. Per molti forse questo non vorrà dire nulla. Ma per chi ha seguito il LoL professionale fin dall’inizio una lacrima dovrebbe scendere. Molti campioni sono passati per questa squadra, ma uno in particolare si è guadagnato lo status di leggenda  grazie a giocate così spettacolari da rimanere impresse nella mente. Si sta parlando di MadLife, chiaramente. Blitzcrank god, Thresh legend.

 
È stato con l’organizzazione fin dall’inizio; e quando giocatori di tale fama escono così tristemente di scena è semplicemente brutto. Ovviamente non è detto che non tornerà. Magari qualche altra squadra in LCK vorrà investire in lui. Oppure varie opportunità in Europa o Nord America possono sempre arrivare. L’unica cosa certa è che CJ Entus MadLife, è un associazione di nomi che difficilmente si vedrà ancora.

MadLife dimostrò a tutti che si poteva fare la differenza anche giocando support. Lui non era un semplice distributore di ward, era parte integrante del successo della propria squadra grazie a grab millimetrici nelle situazioni più assurde. Ci sono poche persone che possono vantare di aver battezzato una mossa con il proprio nome. Ce l’ha fatta xPeke con il suo backdoor, inSec su Lee Sin e ovviamente, MadLife con la seguente giocata.

 
CJ Entus come d’altronde il giocatore stesso mostravano segni di declino già da qualche stagione. Però probabilmente nessuno avrebbe potuto immaginare questa fine. La squadra a partire dal prossimo Novembre giocherà nella lega secondaria coreana. Quindi in attesa che informazioni circa la formazione vengano ufficializzate non è possibile fare altro che sperare in un ritorno con maggiore forza di uno dei brand eSports più riconosciuti nell’est del globo.


CJ Entus e MadLife sono fuori dalla LCK
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701