Bwipo dichiara: “la jungle è un ruolo semplice ma non facile”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In una recente intervista rilasciata ad Inven Global, Bwipo (jungler dei Fnatic) ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni. Il belga ha parlato della sua squadra, ma si è anche concesso diverse digressioni sullo stato del meta della jungle e sui suoi colleghi jungler.

L’intervista di Bwipo

Il piano a lungo termine dei Fnatic

La prima domanda posta da Daniel Know, ha riguardato tutta la vicenda che ha riguardato BwipoSelfmadeAdam ed il team. Il junlger belga ha svelato alcuni piani del team, che ormai sarebbe pronto ad attuare una rivoluzione completa per i giocatori presenti e futuri.

ENG

“Fnatic decided to make a move on Adam, who’s an up and coming rookie. They wanted to secure long-term contracts, because they wanted to rebuild from the ground up. For example, practice is something that the organization wants to change for the upcoming years.

All of the players are having mandatory workout sessions that are planned into the practice schedule to even have a healthier diet; being healthier and being more aware of our own health outside of the game is being addressed.”

ITA

“I Fnatic hanno deciso di puntare su Adam, che è un debuttante con del potenziale. Volevano assicurarsi contratti a lungo termine, perché volevano ricostruire dalle fondamenta. Per esempio, l’allenamento è una cosa che l’organizzazione vuole cambiare per i prossimi anni.

Tutti i giocatori stanno avendo delle sessioni di workout obbligatorie che sono pianificate all’interno della schedule di allenamento per avere anche una dieta più sana; essere più in forma ed essere più consapevoli della propria salute al di fuori del gioco sono cose che ora vengono affrontate.”

La “questione” tra Selfmade e Bwipo

ENG

“I didn’t know what Fnatic’s plans were with Selfmade and I after their acquisition of new players. As this was happening, there were talks of me playing jungle; there’s always been talks of me playing jungle in our team during the off-season.

Whenever issues with jungling arose, the coaches always saw that potential role swap with me, because I was very malleable in the idea that I receive feedback very positively, and change up what I need to for the match.”

“With that trait in mind, plus the fact that I’m mechanically pretty good, the only thing that would make that a little bit difficult in the role swap was me not having enough time to know the champions and learning to play with my team in the jungle role.

This time around, I think the timing was pretty reasonable, and I was happy to try it. Our coaching staff also pushed for the idea, because in their opinion, it came down to keeping either Selfmade or I on the team, and they felt like I was a more valuable team member.”

“By no means, do I mean that Selfmade is a bad player; I think he’s very talented. However, at the end of the day, in the eyes of the coaching staff and the org, they deemed me to be more valuable. All this sounds a bit messy, because this is a situation I’ve never been in before; while it has been talked about in the past, it was something that I didn’t expect to happen, especially in the middle of the year. 

ITA

“Non so quali fossero i piani dei Fnatic per me e per Selfmade dopo l’acquisizione di nuovi giocatori. Mentre questa cosa stava succedendo, abbiamo avuto delle discussioni in merito al mio poter giocare in jungle; parliamo sempre del fatto che io possa giocare in jungle durante gli off-season.

Ogni volta che arriva un problema con il jungling, i coach hanno sempre visto quel potenziale role swap per me, perché sono sempre stato molto elastico nell’idea di ricevere i feedback in maniera molto positiva, e cambiare in base a ciò di cui ho bisogno nel match”

“Con questa cosa in testa, aggiungendo il fatto che sono piuttosto bravo meccanicamente, l’unica cosa che avrebbe reso difficile il cambio sarebbe stato il non avere abbastanza tempo per conoscere i campioni ed imparare a giocare con il team nel ruolo di jungler

Questa volta, credo che il timing sia stato piuttosto ragionevole, ed ero felice di provare. Il nostro coaching staff ha spinto per questa idea perché, secondo la loro opinione, si era arrivati al punto di scegliere se tenere me o Selfmade nel team, e loro hanno pensato che fossi un membro più valido.”

“In nessun modo voglio dire che Selfmade sia un cattivo giocatore; credo che sia molto talentuoso. Nonostante questo, alla fine, sono sembrato più prezioso agli occhi dello staff tecnico e dell’organizzazione. Tutta questa situazione sembra confusa, perché è qualcosa in cui non mi sono mai trovato; ne abbiamo parlato in passato, ma che non mi aspettavo succedesse, specialmente nel mezzo dell’anno.”

Il livello dei jungler della LEC

Dopo aver chiarito la situazione che ha coinvolto SelfmadeBwipo ha dato delle sue considerazione sul livello complessivo dei jungler della LEC. Il belga ha dichiarato che il livello sia più basso di quanto lui si aspettasse, perciò per lui è stato molto più semplice adattarsi al nuovo ruolo.

ENG

“If I’m being brutally honest, lower than I expected. However, jungle is a ‘simple’ role; and by that, I don’t mean ‘easy’. There are certain rules of the jungle, you know? The rules that come by nature, if you will. Like, you have almost no leeway in certain matchups; matchups definitely determine how much leeway you have in these rules.

For example, in my experience, if you try to gank too much against fast clearing junglers, they’re going to just take your camps and make your life miserable. It’s a very simple rule, right? But you can’t break it.

There are rules in the top lane, but you can break them and be very smart about it; it’s much more difficult to break the rules in the jungle, because you get punished much heavier when you try to break them and fail.”

ITA

“Se devo essere brutalmente sincero, il livello è più basso di quanto mi aspettassi. Comunque, la jungle è un ruolo semplice; e con questo non dico che sia facile. Ci sono certe regole nella jungle, sai? Le regole che vengono per natura, se vuoi. Non hai spazio di manovra in certi matchup; i matchup determinano quanto spazio di manovra hai con queste regole.

Per esempio, nella mia esperienza, se provi a gankare troppo contro i jungler che puliscono in fretta, loro ti rubano i campi e ti rendono la vita misera. E’ una regola molto semplice, no? Ma non puoi infrangerla.

Ci sono regole anche in toplane, ma puoi infrangerle ed essere smart nel farlo; è molto più difficile infrangere le regole in jungle, perché vieni punito pesantemente quando provi ad infrangerle ma fallisci.”

ENG

“What I’m trying to say is, it’s a simple role, where you have simple rules to follow, but the difficulty comes from factoring in multiple variables. Fortunately for me, I feel that I have a good grasp of what’s going on and have good awareness, but in the end, the struggle for me comes from those variables.

Obviously, things can go wrong; the whole Blaber & scuttle crab thing is a prime example. They do happen, which is another thing that you need to factor in to be a good jungler. Over the years of playing top lane and showing up at random places when I’m not supposed to, has taught me a thing or two on what to do when the game gets hot and spicy.”

ITA

“Quello che sto cercando di dire è che, è un ruolo semplice, devi seguire regole semplici, ma la difficoltà deriva dal prendere in considerazione multiple variabili. Fortunatamente per me, credo di avere una buona comprensione di ciò che sta succedendo ed una buona consapevolezza, ma alla fine, la difficoltà per me arriva da quelle variabili”

Ovviamente, le cose possono andare male; la vicenda di Blaber e l’argogranchio è un esempio lampante. Succedono, e sono una delle cose che devi prendere in considerazione per essere un buon jungler. I diversi anni giocati in toplane e l’apparire in posti casuali dove non dovrei essere, mi ha insegnato una cosa o due sul cosa fare quando il game diventa hot e spicy.”

Per leggere l’intervista completa di Bwipo, visitate il sito di Inven Global, dove la troverete in formato integrale.


Bwipo dichiara: “la jungle è un ruolo semplice ma non facile”
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701