Beaths: la start-up italiana che ha conquistato i Worlds di LoL

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Worlds di League Of Legends sono una vetrina importantissima per tutte le squadre, gli sponsor ed i giocatori che vi partecipano. Sono l’evento esportivo più visto dell’anno, quindi molte aziende vorrebbero assicurarsi un posto. C’è riuscita l’italianissima Beaths, che ha realizzato le jerseys del team PEACE.

Grazie ad un costante impegno, questa giovane realtà, ha portato un pizzico d’Italia al mondiale di LoL. E’ un risultato di cui tutti dovremmo essere orgogliosi, in quanto la qualità dei prodotti nostrani viene sempre più apprezzata anche nell’ambito gaming.

Ma chi è Beaths? Com’è nata? E soprattutto com’è arrivata fino ai Worlds 2021? Andiamo a scoprirlo.

Beaths si prendere i Worlds

L’importanza dei Worlds

Ai Worlds 2021 di League of Legends, la competizione del titolo di Riot Games che vede sfidarsi le migliori ventidue squadre al mondo per conquistare la Summoner’s Cup, il trofeo del più importante torneo internazionale di esports ha un tocco d’Italia in più. È Beaths, brand streetwear pioniere del fashion-gaming a portare un pezzetto d’Italia a Reykjavik, in Islanda.

I Worlds di League of Legends rappresentano uno dei più seguiti eventi competitivi al mondo, nonché una delle più importanti vetrine mediatiche: nel 2020 è stato il solo e unico titolo che in piena pandemia ha disputato dal vivo un evento, persino con il pubblico composto da 6.000 persone estratte a sorte tra 3 milioni di richieste pervenute.

Ma i numeri dei Worlds sono giganteschi soprattutto a livello di spettatori da remoto: l’ultima edizione ha superato il miliardo di ore viste in totale, con una media di 23 milioni di spettatori collegati in media ogni minuto e 46 milioni di picco massimo registrato di utenti contemporanei.

Gaming e moda: un binomio inatteso

Un mercato, quello del gaming, che sta sempre di più attraendo i marchi di moda, passando da Louis Vuitton, che disegna abiti firmati per i personaggi di League of Legends, il titolo competitivo esport più seguito di Riot Games, arrivando a Gucci, GCDS e Valentino, per citarne alcuni, che si sono avventurati su Animal Crossing, titolo firmato Nintendo, fino a Balenciaga che di recente ha annunciato la sua uscita su Fortnite.

Ma chi è Beaths?

Beaths, nata a Empoli circa un anno fa, accelerata da Nana Bianca e selezionata da Unicredit Start Lab tra le migliori 16 startup italiane per innovazione del 2021, è trai i primi brand al mondo che nasce e si sviluppa dall’interno della gaming industry per rispondere alle esigenze di atleti professionisti esport e creare un’identità fashion e contenuti digitali legati all’intrattenimento digitale.

Nascono così i primi capi tecnici al mondo per pro-gamer studiati per poter ottimizzare comfort e prestazioni ma allo stesso modo realizzano linee che parlano a tutti, attraverso capsule collection e collezioni streetwear realizzate pensando ai videogiocatori, fan o semplici appassionati.

Attraverso un’operazione diretta dall’Italia, Beaths porta la sua filosofia ed i suoi valori sul palco esport più importante che ci sia. Una notizia che tutto può essere meno che banale, l’approdo in qualità di fashion partner con il team australiano, Peace, ai mondiali esport 2021 di League of Legends.

Le dichiarazioni di Fabio Ferrotti

“Essere il fashion partner di uno dei migliori team di League of Legends al mondo, i Peace, è per noi un motivo d’orgoglio…” – racconta Fabio Ferrotti, CEO e co-founder di Beaths – “Un risultato difficile, ma siamo nati ambiziosi e grazie ad un importante scouting di talenti e lavoro di squadra siamo riusciti a posizionarci nell’evento esport più importante al mondo e lo faremo con un’identità forte che sicuramente noterete.”


Beaths: la start-up italiana che ha conquistato i Worlds di LoL
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701