Patch 8.1

Analisi dei cambiamenti alle Rune con la patch 8.1

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La prima patch della nuova stagione, la 8.1, è finalmente arrivata e porta con sè importanti e decisivi cambiamenti sul fronte delle Rune, con paticolare attenzione al Predatore. In più anche l’intero percoso Determinazione riceve dei cambiamenti che aiuteranno alcune tipologie di campioni.

Iniziamo col dire che il nuovo sistema di Rune è molto più impattante del precedente sull’economia di un game e, per questo, è molto più difficile da bilanciare. Non aspettatevi quindi dei grandi cambiamenti tutti nello stesso momento ma aspettatevi invece dei piccoli interventi regolari di bilanciamento ogni patch, propio come accade ai campioni e agli oggetti.

Così la prima patch dell’anno porta un attesissimo intervento alla Runa chiave del percorso Dominazione Predatore. Da quando è stata rilasciata i giocatori hanno sempre preferito Electrocute a Predatore, molto più affidabile in ogni situazione e di gran lunga Keystone più forte di tutto il percorso Dominazione. Per ora la Riot ha scelto Predatore ma aspettatevi cambiamenti anche al Dark Harvest nelle patch future.

Lancer Zero Hecarim

Il Buff più importante alla Runa è il parziale refund del tempo di ricarica se la canalizzazione viene interrotta o cancellata prima del casting. Uno dei problemi principali di Predatore era infatti quello di non essere, di fatto, tanto forte e viabile quanto Electrocute che fa più danno e ha un minor cooldown. Per questo ridurre l’impatto di una cancellazione non volontaria o un’interruzione potrebbe aiutare.

In più, se il danno bonus del predatore viene attivato con un’abilità AoE adesso verrà data priorità al bersaglio con meno salute, cosa che aiuterà non poco nei teamfight; pensate ad un Hecarim che carica con il Predatore attivo e la sua ultimate/E. In più la velocità di movimento riceve un boost del 50% per il primo 1.5 s dopo l’attivazione; questo permetterà di inseguire con più facilità i bersagli o scappare più agevolmente da situazioni di pericolo se la si usa difensivamente.

Questi cambiamenti al Predatore daranno sicuramente a molti campioni, come Evelynn o Kayn, una valida alternativa all’Electrocute. In più potrebbero incoronare Hecarim Re indiscusso della Jungla.

La patch 8.1 porta anche un cambiamento all’intero percorso Determinazione. Uno dei problemi principali del percorso Determinazione era quello di essere viabile come ramo primario, in linea di massima, solo per i tank, dal momento che, indipendentemente da quale fosse il ramo secondario, conferiva sempre un bonus in salute. In più sceglierelo come ramo secondario non portava grandi cambiamenti sul fronte difensivo. Con la patch invece Deteminazione conferisce bonus adattivi in base a quale ramo si sceglie come secondario. Se si sceglie ad esempio Determinazione come ramo primario e Precisione come secondario si avrà un bonus di 65 salute + 9% di velocità di attacco, invece di solamente 130 HP. La sitauzione è uguale nel caso in cui si scelga la Determinazione come ramo secondario. Anche nel caso in cui si scelga la Precisione come primario e la Determinazione come secondario il bonus sarà lo stesso.

Questi cambiamenti rendono il ramo Determinazione adattivo in base a quale ramo si affianca. Questo aiuta non poco i bruiser, categoria di campioni che giova sia dagli HP bonus nelle prime fasi del game, sia al bonus ai danni o alla velocità di attacco. Pensiamo ad esempio ad una Fiora che opta per una configurazione Precisione (con Fleet Footwork) e Determinazione; sicuramente i 65 HP bonus possono aiutarla a sopravvivere nelle prime fasi del game e la velocità di attacco può rivelarsi vitale per i trade o per i last hit. In più la scelta del ramo Determinazione come secondario potrebbe ora aiutare tutti quegli Hyper Carry che devono sopravvivere alle prime fasi del game, come Vayne o Kog, vista anche la nuova configurazione con Relic Shield e  Overheal. Diciamo che su una Vayne 65 HP in più in early non ci fanno proprio schifo.

Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport. Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque. Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701