Altri stravolgimenti in arrivo per il roster dei Rogue

Altri stravolgimenti in arrivo per il roster dei Rogue

Profilo di Rios
 WhatsApp

Giusto qualche giorno fa, vi abbiamo raccontato di tutti i movimenti che stavano avvenendo nel roster dei Rogue. Non abbiamo nemmeno fatto in tempo a scriverlo che altre facce nuove si sono aggiunte alla squadra. Infatti quasi la totalità del team è stato rivoluzionato, rispetto ai titolari che hanno iniziato e finito lo spring split del 2019. Andiamo a vedere cos’è cambiato in ogni ruolo.

Toplane dei Rogue

Vi avevamo già detto che il coreano Profit, protagonista di una stagione bruttina, aveva perso il suo posto in favore di Finn. Nonostante il ragazzo svedese abbia giocato qualche partita in LEC, è parso più volte inadeguato e forse con troppa poca esperienza sulle spalle per poter giocare nel campionato europeo. A testimonianza di ciò, dobbiamo segnalare le sue ottime prestazione nella Ultraliga (la lega polacca), in cui il team accademia dei Rogue è stato splendido.

Speriamo che Finn sia riuscito a “farsi le ossa”, in modo tale da potersi battere alla pari con tutti gli altri toplaner del competitivo europeo. Crediamo, però, che la strada per questo giocatore sia ancora lunga ed in salita.

Jungle dei Rogue

Dopo qualche settimana d’incertezza legata al ruolo del jungler, finalmente la dirigenza ha sciolto le riserve ed ha comunicato il nome del suo nuovo giocatore. E’ stata scelta la linea verde ed è stato promosso Kacper “Inspired” Sloma, che dall’accademia passa nel team della LEC dei Rogue.

Questa mossa è più di una scommessa per la dirigenza. Per quanto il ragazzo abbia performato bene in Ultraliga, è un rookie del competitivo europeo in quanto ha accumulato esperienza solo nella lega casalinga. Sicuramente la sua giovane età (ha 17 anni) lo aiuterà, ma la pochissima esperienza accumulata gli darà parecchio filo da torcere.

Midlane dei Rogue

Nella corsia centrale abbiamo visto una situazione a dir poco strana. Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato dell’arrivo di Selfie, ma a quanto pare non sarà lui il titolare della midlane per la LEC. Infatti, con un comunicato su twitter, ha fatto sapere che Larssen (giocatore dell’accademia) giocherà il summer split mentre Selfie “scenderà” in Ultraliga.

Questo cambio è decisamente strano, in quanto Larssen è sì un ragazzo giovane ma totalmente senza esperienza. Credevamo che l’arrivo di Selfie avrebbe dato quell’esperienza in più che manca ad un roster di rookie.

Secondo quanto dichiarato dalla dirigenza, il ragazzo non ha giocato subito titolare in LEC a causa dei suoi impegni con la scuola, che ora sembra aver concluso.

Botlane dei Rogue

In botlane niente è ancora cambiato purtroppo. HeaQ è l’unico sopravvissuto dello spring split (pur essendo il peggiore dei suoi), ed ha tenuto stretto il suo ruolo da tiratore titolare. Mentre Vander, dopo aver giocato una parte dello split primaverile, partirà finalmente titolare e garantirà alla squadra quell’esperienza che tanto manca. Ovviamente un giocatore solo non può fare la differenza, ma speriamo che la dirigenza se ne renda conto e che vada ad inserire, almeno, un altro elemento di valore nel roster (FORG1VEN).

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Ranked su LoL: ”Chi è scarso fa star male fisicamente gli altri giocatori”, il disastroso verdetto di Tyler1

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

In un recente sfogo avvenuto in diretta streaming, il noto player Tyler ‘Tyler1‘ Steinkamp, ha spiegato come secondo lui lo scarso livello dei giocatori nelle sue partite classificate lo stia davvero mettendo a dura prova.

Streamer decisamente sopra le righe, Tyler1 è tuttavia inequivocabilmente un giocatore di altissimo livello che appena pochi mesi fa è addirittura riuscito ad arrivare in Challenger, il massimo livello delle ranked di LoL, in tutti e cinque i ruoli del gioco.

Un deterioramento non solo mentale, ma anche a livello fisico, quello che secondo Tyler1 sarebbe ormai la quotidianità per moltissimi giocatori delle ranked su LoL, stanchi di trovarsi a giocare con gente decisamente non al loro livello.

Le ranked su LOL sono davvero così tossiche?

Sebbene Tyler1 sia diventato famoso proprio grazie ai suoi sfoghi contro i compagni di squadra, quello che dice non è del tutto fuori dal mondo.

A quanti di voi sarà capitato almeno una volta di farsi ”rodere il fegato” così tanto dopo una partita magari persa solo per l’arrendevolezza di alcuni compagni di squadra? Ecco, questo è fondamentalmente quello che lamenta lo streamer.

”Purtroppo, mi fa ancora male lo stomaco dalla partita di prima. Penso che i giocatori che incontro in Ranked, per quanto giocano male, mi stiano facendo ammalare fisicamente”.

Ed ha continuato: ”Penso davvero che stiano danneggiando la mia salute. Li vedo giocare, e poi prima che la partita finisca, non sto scherzando, ve lo giuro mi sento male, come ieri che ha iniziato a farmi male la testa. Poi oggi invece ha iniziato a farmi male lo stomaco.”

Che ne pensate community? Anche per voi le ranked su LoL sono un’esperienza così traumatica? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Patch 12.15 LoL – nel mirino Master Yi e Sivir, NERF anche all’Annientatore Divino ed alla runa Primo Attacco

Patch 12.15 LoL – nel mirino Master Yi e Sivir, NERF anche all’Annientatore Divino ed alla runa Primo Attacco

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

LOL – Arrivati ieri in serata anche i dettagli completi sulla patch 12.15, che dopo l’anteprima di settimana scorsa verranno resi disponibili oggi stesso.

Nel mirino degli interventi degli sviluppatori diversi campioni, con un’attenzione speciale al flagello del Low-Elo Master Yi ed a Sivir, che verranno entrambi depotenziati dopo i risultati impressionanti degli ultimi giorni.

Senza ulteriori indugi procediamo dunque con i dettagli sui bilanciamenti, lasciando la parola direttamente agli sviluppatori: ‘‘Nella versione di questa settimana delle note sulla patch abbiamo dato ai campioni basati sull’energia un lieve potenziamento, alcuni bilanciamenti a Master Yi e Sivir, e buffato alcuni supporti da ingaggio.

Abbiamo anche ridotto il potere di Annientatore divino e di Primo attacco, in modo che non siano sempre troppo efficaci. Ora andiamo, è il momento della patch 12.15!”

LoL – Patch 12.15, dettagli completi sull’aggiornamento

Campioni nerfati nella patch 12.15

  • Master Yi – Stile Wuju (E): Tempo di ricarica aumentato da 18/17/16/15/14 a 18 a tutti i livelli
  • Qiyana Privilegio reale (P): Scaling con l’AD del danno diminuito dal 45% al 30%
  • Sivir Statistiche base: Crescita dell’AD diminuita da 3.3 a 3 // Scudo incantato (E): Tempo di ricarica aumentato da 22/20/18/16/14 a 24/22.5/21/19.5/18 // Caccia grossa (R): Tempo di ricarica aumentato da 100/85/70s a 120/100/80
  • Gwen Zac Zac! (Q): Conversione del danno puro diminuito dal 75% al 70%
  • Taliyah Disfare il terreno (E): Tempo di ricarica aumentato da 16/15/14/13/12s a 18/17/16/15/14s // Muro della Tessitrice (R): Durata del muro diminuito da 5s a 4s
  • Kalista Statistiche base: AD base diminuito da 69 a 66

CLICCA QUI per continuare a leggere tutti i dettagli sulla PATCH 12.15 di League of Legends

Ufficiale l’ADDIO di Huni, il competitivo di LoL saluta un grandissimo campione

Ufficiale l’ADDIO di Huni, il competitivo di LoL saluta un grandissimo campione

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

LoL – Nella notte tra ieri ed oggi, il noto player Heo ‘Huni’ Seung-hoon, leggenda finora in forze al team TSM, ha ufficializzato il suo ritiro dal competitivo di League of Legends, lasciando fan ed ammiratori estremamente sconfortati.

Leggendario Toplaner sudcoreano, Huni era ormai divenuto un vero e proprio simbolo per i connazionali e per i fan del gioco. Un risultato abbastanza prevedibile per un professionista che ha operato nella scena del videogioco più competitivo al mondo per 8 anni.

Dopo l’infortunio al polso che lo aveva costretto a fare un passo indietro rispetto al suo posto da titolare, Huni si è dedicato all’allenamento del proprio sostituto Toplaner, in attesa di rimettersi completamente dai danni subiti.

Addio ad HUNI, gli indimenticabili ricordi del competitivo di LoL commuovono qualche fan

L’attesa della riammissione al team ed il tempo passato in inattività, hanno evidentemente avuto un certo effetto sul giocatore, che tuttavia all’interno del comunicato, non ha accennato a nessun dissapore con TSM:

”È stato un piacere essere un giocatore professionista all’interno dell’esport di League of Legends.” – ha dichiarato commosso il giocatore – ”Credo che la gente mi ricorderà come un toplaner divertente, immagino… anche se forse potrei far parte della top 10. Forse.”

Huni è stato ai campionati mondiali di League of Legends tre volte, nel 2015, 2017 e 2019 ed altre due volte è apparso su un terreno internazionale durante il Mid Season Invitational. Nelle tre apparizioni ai mondiali, è arrivato due volte tra i primi quattro con Fnatic e SKT.

Insomma, cosa ne pensate commnity? Era finalmente arrivata l’ora di appendere il mouse al chiodo? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati: