Interviste QL

Nepenthes

Quando hai cominciato a giocare a wow?

Nel 2008, poco prima dell’uscita della WTLK

Anche tu un mago, è proprio cosi facile da usare?

Per giocare bene un mago ci vuole veramente poco, direi che è una delle classi più facili; ma se vuoi cercare di spingerlo al massimo è tutt’ altra storia, io difatti, non ci riesco sempre: “easy to learn, hard to master”.

Hai avuto maestri, ricordi qualcuno che ti ha avviato sulla via del mago?

Mi sono avviato da solo sulla via del mage, ma di maestri poi ne ho avuti tanti! Diciamo che il mio primo maestro fu un mago di nome “Lapazza” che giocava nella prima gilda che joinai (gli Hateful), poi nei Reddevils conobbi Ditiesse e rimasti stupito dalla differenza enorme che c’era tra noi due come players: divenne lui il mio maestro. Infine scoprii Adamas che giocava nei KOH e spesso loggavo un pg livello uno sul suo server per chiedere consigli preziosi; successivamente Rhuan nei Quantum Leap mi ha insegnato il mondo del theoricrafting che era a me sconosciuto.
Ancora oggi quando incontro un mago capace ci vado subito a parlare, consapevole di poter scambiare con lui infomazioni di gioco preziose ed, in quel preciso istante, inizio a considerarlo un maestro.

In che modo prepari al meglio il tuo pg?Sei mai andato controcorrente in rapporto a quello che suggeriscono i vari siti?

Preparo il mio pg al meglio ogni volta in relazione al boss che devo affrontare, al mio ruolo specifico nel fight, al mio gear attuale ed al tipo di gruppo con cui lo andrò ad affrontare. Prendo e scambio spesso le mie informazioni essenziali da altri players maghi con cui sono in contatto (della mia gilda o anche di altre), come dicevo prima, ho ancora dei maestri.
Si, spesso vado controcorrente a quello che dicono i siti più famosi, proprio perché in queste guide spesso si generalizza presupponendo tutte le condizioni ottimali senza tenere conto di tattiche e ruoli differenti che invece si possono adottare in un Fight.

Quale add on non ti fai mai mancare?

Skada perchè sono uno snutellatore nato! No sul serio, il damage meter è di estrema importanza per ottimizzare la propria resa in raid, è sbagliato guardare solo quello quanto è sbagliato giocare senza o ignorarlo: direi che è fondamentale insieme a Weak Auras, BigWigs (o DBM) ed un buon addon per gestire le varie Cast Bar. Gli altri addons sono utili ma non li ritengo fondamentali.

Hai mai pensato di metterti alla prova rerollando con un pg nuovo?

No mai, se la Blizzard un giorno dovesse “distruggere” il mago pregiudicando il mio ingresso nei raid potrei pensarci, ma visto che da quando lo gioco (quasi 8 anni), il mago è sempre stata una delle classi dps migliori credo che anche in futuro sarà così.

Apriamo lo scrigno dei ricordi,raccontami che facevi prima di approdare nei QL

Sono nato negli Hateful, una gilda di persone che ancora considero amici che mi ha accolto mentre ancora livellavo ed all’80 mi ha portato subito in raid. All’epoca eravamo su Vek’nilash, nella tranquillità totale, a riparo dalle code che si formavano tutte le sere per loggare su Crushridge; gli Hateful raidavano sia da 10 che da 25, ed è stata incredibile la crescita fatta in poco tempo considerando che me, e molti altri giocatori partivano letteralmente da zero:
-Primo content di WTLK clearato tutto da 10 e 25 (era tutto strafacile) tranne Sartharion +3 draghi (che fecimo +2)
-Ulduar clearata HM da 10 e fatti 2 HM da 25 (Xt e Council)
-TOC clearata insanity da 10 hm e fatti tutti gli HM da 25 tranne Anub’arak
In questo persorso in salita (in cui salivo man mano io come nuovo player che si formava) mi trovavo assai bene, ma ad ICC ci sono venuti a mancare i numeri per raidare ed, una volta spostatici su Hakkar alla ricerca di giocatori italiani, ci fondemmo con i Reddevils che avevano il nostro stesso problema.
Nei Reddevils il livello di gioco per me si è nuovamente alzato e mi trovavo molto bene con loro, se solo non avessero avuto il vizio di non voler affrontare i boss finali HM da 25 perchè, cito testuali parole degli officiers: “non ci va di fare 200 wipe su un boss”, probabilmente non sarebbero esplosi ed io sarei ancora li.

Il tuo primo raid?

Naxxramas da 10, tremando da capo a piedi arrivai davanti a Maexxna con gli ordini precisi del mio raidleader (Basko) di “focussare i cocoon”. Io logicamente non avevo la minima idea di cosa fosse un “cocoon”, ma ero troppo spaventato per dirlo e accettai il ruolo: wippammo 4 volte perchè non focussavo i cocoon e venni insultato tantissimo da Basko fino a quando ammisi di non sapere cosa fosse un cocoon Da quel giorno in poi ho sempre chiesto spiegazioni quando non sapevo qualcosa in raid.

Che effetto ti fa vedere spesso il tuo nome rankato ad alti livelli?

Quando ci riesco mi piace in quanto snutellatore professionista.

Ti capita ogni tanto di pensare che non hai più nulla da apprendere riguardo la tua classe, o ti metti sempre in discussione?

Non l’ho mai pensato e mi confronto sempre con gli altri, penso sia fondamentale per migliorarsi.

Per essere un bravo dps cosa conta di più?

Penso che la cosa più importante sia conoscere bene la propria classe in relazione al figth da affrontare e questo richiede di aggiornarsi continuamente.

Come ti rapporti al resto dei compagni,sei uno dei migliori dps italiani,hai la puzza sotto il naso o ti metti a disposizione degli altri?

Conosco qualcuno che ha la puzza sotto al naso e lo saluto affettuosamente (senza fare nomi ), io sono sempre a disposizione di chiunque voglia consigli sulla mia classe finchè si tratta di informazioni che rientrano nelle mie conoscenze, basta farsi un giro sul forum ufficiale di wow o su Powned.it per vedere che ho scritto numerose guide e rispondo a molti maghi che chiedono aiuto, anche direttamente in wisp su wow. Faccio questo volentieri perchè in passato, quando ero io ad avere bisogno di molto aiuto, ne ho sempre ricevuto dai players che ho citato nella risposta “C” e questo è stato fondamentale nel mio percorso su wow, quindi mi immedesimo in chiunque mi faccia domande sul mago.

La differenza tra una gilda vincente e una perdente?

Esistono molti concetti di “vincente”: se per vincente si intende primi in Italia alla fine di un content, ho poca esperienza in merito perchè lo sono stato una sola volta (su Blackhand), forse è una domanda a cui saprebbero rispondere meglio i players italiani che hanno giocato in passato negli UE ed ora sono ANC. Ma per vincente si può anche intendere essere la gilda italiana che ha concluso più contents nella storia di wow, portando sempre a termine i proprio obbiettivi; in questo caso ho molta esperienza in merito e direi che quello che conta è avere un’ottima oganizzazione, voglia di giocare, affinità con il gruppo e basi solide.

Ragnaros a parte il boss che ti ha fatto gasare di piu?

Non saprei, forse Nefarian, Cho’gall, Sinestra ed Al’akir perchè sono stati i primi veri boss finali HM che ho affrontato, forse Lei Shen 25H perchè era epico quasi come Rag, forse Blackhand perchè eravamo primi o forse Archimonde perchè l’abbiamo ucciso nonostante le enormi difficoltà che per la prima volta nella storia dei QL stiamo affrontando. Diciamo che quasi ogni boss finale per motivi diversi è un po’ uno dei miei boss preferiti, altrimenti non strarei ancora qui dopo anni a dedicare 5 sere su 7 ad un gioco.

La tua peggiore nemesi?

Boh, non credo di averne una.

Sei attivo su quasi tutti i forum che parlano di wow,quanto ami sto gioco?

Tanto, così come molte persone con cui gioco/ho giocato che ho conosciuto grazie a wow.

Wow è sempre stato un gioco di opportunità, tu lo hai trasformato in un gioco di amicizia, non ti senti un pò Alice nel paese delle meraviglie?

Su wow e grazie a wow ho conosciuto tante persone con cui ho passato piacevolmente il mio tempo, perchè non dovrei considerare l’amicizia come parte integrante del gioco!?

Quantum leap cosa sono per te?

Tantissime cose, ma riassumo tutto in 3 concetti principali: un gruppo di amici, un’opportunità di gioco e il mio “mondo notturno” che mi distrae un po’ da quello che devo fare in real ogni notte (qui preferisco non parlarne ma chi mi conosce lo sa).

Quando hai visto morire Blackhand cosa hai pensato?

Oltre al solito entusiasmo post-kill mi ricordo che ho pensato esattamente: “ora posso finalmente ricambiare anni di trollate su Battlecraft ”

Continuerai a respingere le avances o arriverà il giorno che andrai verso nuovi lidi?

Francamente non so dirlo.

Il player che stimi di più?

Ne stimo e ne ho stimati moltissimi, ma forse “l’uomo del momento” è Anthrax che stimo sia come persona che come player in quanto ha fatto davvero un lavoro pazzesco nei Quantum Leap fin da quando è diventato officer, incredibilmente poco dopo essere stato gildato. Attualmente, si sta facendo carico da mesi di pressioni enormi riguardanti i grossi problemi che abbiamo avuto ultimamente. Molti non ce l’hanno fatta ed hanno mollato, ma lui, che è sempre stato quello forse più sotto pressione di tutti, è rimasto a lottare fino alla kill.

A legion sarai in orda o rimarrai fedele a Varian?

Mi auguro come Quantum Leap di superare in qualche modo la crisi che stiamo passando, ma se così non fosse potrei provare ad andare a giocare in orda con Legion (che personalmente preferisco all’alleanza), ho amici anche li; tuttavia un pezzetto di me morirebbe con i Quantum Leap.

Grazie per l’intervista!

 

Anthrax

Da quanto tempo giochi a wow?

Dunque pur non ricordando il mese esatto ho creato il mio primo account nell’Estate 2006, il cui caldo mi accompagnò nella lunghissima fase di leveling.
Ho poi continuato a giocare fino all’uscita della patch di Sunwell dove tra impegni in real e stress accumulato ho dovuto prendere una pausa dal gioco.
Ho ripreso poi il mese prima di Dragon Soul, in Cataclysm e da allora non ho piu’ smesso.

Ho visto che hai tanti pg in armory,il tuo main preferito?

Ho la particolarità di non attaccarmi molto ai personaggi che gioco e a testimoniarlo c’è il fatto che ho sempre cambiato main ogni espansione. Sebbene molti mi abbiano conosciuto recentemente col nome del mio Monk, Anthrax, è probabilmente il pg a cui sono meno legato. Dovendo scegliere pickerei sicuramente Ursok, che è stato a lungo un alt prima di divenire il mio main in WoD.
In ogni caso tendo a giocare tutte le classi, in particolar modo gioco senza distinzione tutti gli Healer.

Che tipo di player ti reputi?

Non è facile giudicare se stessi quando si parla di gioco; dovendolo fare guardandomi come se fossi un esterno mi valuterei come un player versatile, che riesce a mantenere un livello di attenzione costante e che prende l’impegno che ha preso con i propri compagni come qualcosa di serio.

Spiegami cosa vuol dire essere un player completo

Nei molti anni che ho vissuto da player sono venuto a contatto con i giocatori più disparati, alcuni dotati di una resa in raid superiore ad ogni altro presente in campo.
Però spesso proprio quei player erano quelli che, se messi a fare un compito diverso da quello “solito” a cui erano abituati, andavano in panne rallentando il progress di tutto il gruppo.
Un player completo è quindi per me un giocatore che,non solo eccelle nel suo compito, ma che lo fa anche se gli viene assegnato un ruolo extra, magari decisivo, dalla strategia definita dal raid.
Tre qualità del raider completo : Buona resa, visione di gioco, adattamento.

Andiamo a ritroso,il tuo percorso prima di approdare nei QL

La prima gilda con cui ho avuto delle soddisfazioni furono i Lucis Ferentes (Crushridge, Alleanza)in Vanilla. Fui praticamente boostato (nel 40 man, specie a Molten Core, era molto semplice) per qualche settimana tra MC e Onyxia ed entrai finalmente a BWL dove affrontai per la prima volta in modo impegnato dei boss. I miei preferiti erano Vaelstraz e Nefarian. Facemmo anche un minimo progress ad AQ40 fermandoci ai Twin Emperors mentre a Naxxramas vedemmo solo Razuvious.
All’uscita di TBC rerollai subito Shaman avendo fiutato che sarebbe stata la classe più richiesta e così fu. A sorpresa i Lucis decisero che nel loro roster in Karazhan lo Shaman non serviva e allora presi la palla al balzo e abbracciai un progetto FOLLE di due mattacchioni chiamati Sinapsy e Veth .
Erano gli Oxus della prima ora, un progetto forse troppo estremo per la mentalità dei giocatori di allora; ricordo con angoscia le run a Karazhan a tutte le ore, e la nostra prima kill a Gruul.
Bloccati a Maghteridon, fui contattato da un amico con cui giocavo nei Lucis, perché serviva uno shaman resto nei Rage of Quid.
Ci andai e rimasi li per tutto il progress di Serpentshrine Cavern, Tempest Keep, Mount Hyjal e Black Temple. Non potrò mai dimenticare la kill di Kael’Thas, che fu per me il “boss” di quell’espansione!
Nel frattempo, anche se ero già da qualche mese diventato Class Leader degli Shaman (all’epoca si usava così, forse retaggio dei roster da 50 persone per i raid da 40), avevo notato come il nostro GM/Raid Leader fosse particolarmente nervoso e preso dalla foga di voler avvicinarsi alla coppia “Fremen/Cursed”.
Silurammo il nostro main tank (Teresa, se lo ricorda qualcuno?) facendo spazio all’alt del GM e iniziammo a spingere come non mai il farm di MH/BT preparandoci a Sunwell per provare a fare di più e meglio. Fu proprio questo a far rompere qualcosa in me tant’è che, preso dallo stress e dalle aspettative, decisi di abbandonare il gioco dopo appena un boss di Sunwell e tuttora penso di aver arrecato un danno enorme alla gilda per il loro progress su Brutallus.
Tra i Rage e il “presente” poi passarono degli anni, perché ho ripreso a giocare in modo casual solo a fine Dragon Soul in una piccola gilda dove ho conosciuto degli amici con cui parlo ancora oggi ma che, fondamentalmente, era l’antitesi di come ero abituato a giocare.
Per questo motivo con Pandaria ho ripetuto ciò che aveva funzionato in TBC. Rerollai Monk! Lo avevo giocato estensivamente in beta, avendo avuto l’accesso come tutti grazie all’Annual Pass, per cui fu semplice per me livellarlo e giocarlo e in meno di 24 ore dall’uscita di Pandaria ero pronto all’azione!
Entrai a far parte di un progetto nuovo che mi ricordava molto da vicino i primi Oxus ovvero gli Extreme Gamers .
Quella gilda fu un disastro organizzativo tant’è che alcuni fuoriuscirono molto presto per andare nei Quantum Leap. Io rimasi li qualche altro mese perché, per il mio carattere, tendo ad essere fedele alla squadra fino a che questa mantiene una dignità e perché nel frattempo avevo assunto il ruolo di Officer.
Iniziammo quindi a fare un progress che, se pure non a livello di una top guild, mi permetteva di mettermi in paragone con gli altri giocatori italiani.
Arrivati al capolinea con gli EG, colsi la palla al balzo per joinare i Quantum Leap che cercavano disperatamente un Monk: infatti “costringevano” (in senso buono eh!) il loro Officer Basko (Resto Shaman) a giocare il suo alt Monk Healer per i boss dove era necessario.
Ho poi passato i primi mesi nei QL abbastanza in modo anonimo, giocando al massimo e facendomi apprezzare come player di sera in sera.

Nepe nella sua intervista ha detto che sei diventato subito officer,che tipo di qualità hai messo a disposizione della gilda?

Basta leggere il background che ho scritto sopra per capirlo. Tendo a dare il 100% per il gruppo sia come giocatore che come persona senza mollare fino alla fine. Sono un ottimo ascoltatore e allo stesso tempo cerco di risolvere tutti i problemi che mi si pongono.

Essere un officer nei Ql che tipo di responsabilità implica?

Principalmente bisogna far funzionare la baracca, sapendo che alla fine se le cose vanno bene è merito di tutti ma se vanno male è colpa tua. La cosa si aggrava portando sulle spalle un nome granitico come quello dei Quantum Leap.

Hai avuto mai la sensazione che stavate costruendo qualcosa che avrebbe lasciato il segno nel progress ita?

Quando ho avuto in mano la possibilità di plasmare la gilda come volevo che diventasse, a inizio WoD, ero sicuro che avremmo fatto bene e infatti così fu. Il risultato ad Highmaul che da alcuni ci fu anche criticato per me fu un enorme successo dato che ci stavamo confrontando con una gilda (gli Anc) che era di un altro livello rispetto agli UE di SoO. Ma lo eravamo anche noi. Sapevo che affinando il feeling nel raid e innestando dove serviva avremmo fatto ancora meglio e così fu in BRF.

Parlami un pò del vecchio reparto officer dei ql,come vi eravate divisi i compiti?

Hellseeker – Il vecchio saggio, dispensatore di consigli. L’ho conosciuto purtroppo già nel periodo in cui aveva poco tempo per cui non ho mai goduto della sua versione “GM demoniaco incazzato” che tutti raccontano essere spassosa.
Sergeras – Il Raid Leader – Sebbene ci abbia lasciati questo tier anche in un modo ingiusto nei nostri confronti, non si può dire che non fosse un personaggio. Il suo modo di fare e di parlare lo rendevano facile preda degli scherzi di Nepe ma anche il modo in cui lui stava al gioco lo rendeva unico. La sua Leadership in raid veniva definita “Serge Boss Mod” perché chiamava ogni cosa ad ogni giocatore.
Tethir – Il Cacciatore di Teste – Il suo ruolo è sempre stato quello. Pushare. Da quando ha smesso di essere attivo i nostri recruit sono diventati molto piu difficili e aspettiamo principalmente le apply. Prima era LUI a cacciare le teste. ..principalmente femminili!
Anthrax – Il tuttofare – quando sono diventato officer sono stato istruito a fare più o meno quello che faceva Hell quando era piu presente in gilda. Gestire sito, gestire planner, gbank, parlare con le apply, parlare con i whiner, acchiappare i tizi che non si erano segnati etc.
_____
In WoD abbiamo perso l’apporto di Hell e Tethir, ma abbiamo preso per primo Trak come spalla mia e di Serge, principalmente perchè, ed è la prima volta che lo rivelo, avevo già avuto delle avvisaglie che Serge volesse/potesse sparire da un momento all’altro. In ogni caso Trak si è rivelato essere efficace ed efficiente nel suo compito di spalla a Serge in raid e nella creazione delle strategie.

Per diventare un Ql che caratteristiche deve possedere un player?

Guarda, l’unica cosa che mi fa scartare a priori una apply è quando è incompleta, o viene fatta da giocatori che non hanno proprio cognizione di causa e che pensano di aver trovato la gilda che li boosti.
Negli altri casi, salvo classi non necessarie, tendo sempre ad ascoltare le persone che vogliono joinarci.

Quanta importanza hai dato al fattore umano nella preparazione del gruppo che sarebbe andato ad affrontare il progress?

Sicuramente alzando l’asticella dei nostri obiettivi in WoD abbiamo perso qualcosa che rendeva i QL unici in Pandaria ovvero che al progress univano davvero una rosa di player eterogenea quanto a persone.
In WoD il gruppo si è ristretto moltissimo (anche a causa del 20man) e abbiamo cementificato i rapporti nel core raid ma personalmente ho sempre trovato che i nuovi innesti fatichino più di prima ad inserirsi completamente.

Essere officer di livello a volte richiede di fare scelte dolorose,la tua scelta piu dolorosa quale è stata?

Sicuramente tra MoP e WoD quella di dover andare personalmente a dire ai player che non avrebbero fatto parte del nostro roster progress in Mythic. Fu molto difficile perché dovetti comunicarlo anche a giocatori storici dei Quantum Leap o con cui altri raider avevano ottimi rapporti.

Di tutti i left avvenuti negli anni qual è quello che ti ha fatto arrabbiare di più?

E’ una domanda stupida perché non può non essere quello di Sergeras.
Come ho scritto prima Serge aveva già dato avvisaglie di essere stanco del gioco ma la kill di BH lo aveva rinvigorito ed ero sicuro sarebbe rimasto fino alla fine di HFC.
L’aver mollato a Mythic iniziato e in quel modo improvviso (dopo che aveva palesato di volerci essere per il Tier) è stata una delusione che mi brucia ancora. I left successivi sono stati causati dal suo e, anche se non li approvo del tutto, li posso comprendere.

La tua race preferita?e quella che ti ha fatto bestemmiare di piu?

La mia race preferita è stata quella di Highmaul. Sebbene gli Anc fossero stati nettamente avanti per gran parte del tier alla fine avevamo mangiato davvero tanto distacco e se non avessimo avuto tanti problemi di connessione sarebbe stata ancora più al cardiopalma.

Quella che mi ha fatto bestemmiare di più: Hmm..la domanda sembra volermi far rispondere Siege of Orgrimmar dove, a causa di una bestemmia di un giocatore durante un try alla fase finale di Garrosh, perdemmo una sera intera di try (il player in questione fu bannato per 48 ore).
Non credo che avremmo vinto quella race in ogni caso perché avevamo perso in favore dei nostri rivali, gli UE, ben 2 giocatori del nostro main roster da poche settimane che furono sicuramente d’aiuto nel completare quella kill in vantaggio rispetto a noi.

A pari merito comunque metterei HFC: una race iniziata in modo sbagliato.

Per te è stato più difficile motivare i main raider o convincere i back up che erano tutti importanti?

Non posso parlare di HFC perché a Luglio e Agosto, complici problemi in real sono stato davvero spento.
In HM e BRF però sicuramente l’aspetto più delicato è stato spiegare ai benchati , che erano sempre diversi in base al boss che affrontavamo, i motivi della scelta.

Sono un po’ di anni che siete sotto i riflettori essendo gli antagonisti principali degli Ue ora Anc,è uno stimolo o una pressione?

Per me questa espansione gli Anc sono un metro di paragone. Trovo che le nostre forze in campo oscillino di tier in tier ma siano abbastanza equivalenti per cui ciò mi ha permesso di capire la qualità e lo stato mentale del nostro roster.

Potessi togliere qualcuno al l gruppo Anc chi porteresti nei Ql?

Escludendo gli ex QL che sono comunque degli amici con cui giocherei ancora, probabilmente Shocker. Avendoci parlato quella famosa sera in radio mi ha dato l’impressione di un giocatore competente e preparato e sarebbe molto interessante confrontarmi con lui.
Menzione d’onore Questecure perché nelle poche settimane che è stato con noi mi ha conquistato XD

La kill di Bh cosa ha significato per te?le tue sensazioni?

Come ho già detto i primi mesi di WoD sono stati il risultato di un lavoro certosino che ho voluto fortemente a inizio espansione, avendo convinto/forzato Serge su alcuni aspetti che prima di allora erano considerati tabu’ (raid di venerdì, push dell’orario per una kill vicina e raid opzionali di domenica pomeriggio) nei QL.
Riuscire a portare a casa un buon risultato ad Highmaul e la vittoria a BRF è stata una soddisfazione personale immensa sebbene non ci sarei mai riuscito se non avessi avuto con me tutti gli amici e gli splendidi raider della famiglia QL

Per uno strano paradosso dopo quella magnifica kill sono cominciati i problemi,è colpa di Colony che vi ha fatto il malocchio,oppure il quit di Serge è stato troppo letale?

Colony ha fatto un lavoro splendido, in particolare la chiave della sua vittoria è stata quella di aver avuto 30 persone che credevano nel suo progetto e gli hanno dedicato TEMPO e FORZE a inizio tier quando sono partite le split run heroic aiutate dai “family and friends” anc.
Nei QL la cosa fu bocciata da Serge, già stanco a fine BRF, e il suo quit inaspettato non ha fatto altro che buttare me e Trak nei guai. Ci eravamo ripromessi di portare a casa un risultato dignitoso, avendo però GIA’ ALLORA chiaro che il Tier era compromesso e tutto sommato grazie all’aiuto di Sypth e Tryvia penso che ci siamo riusciti.

Parlami del futuro dei Ql,in questi giorni se ne dicono tante,ma la verità qual è?

Nella giornata di ieri (11/11) abbiamo elencato il progetto ai membri dei QL e chiesto massima sincerità e chiarezza da tutti. Siamo rimasti sorpresi e anche commossi dall’entusiasmo e dalla partecipazione per cui, nonostante sarà un progetto da plasmare quasi da zero nei prossimi 9 mesi, ci saremo.

A quali players non rinunceresti mai?

Nepenthes: lui è lo spirito e l’anima dei Quantum Leap

Da commentatore esterno noto quanto siano amati i QL e devo dire che la kill di BH mi anche emozionato parecchio, che avete fatto per meritare tutto questo affetto?

Siamo umili e alla mano e a parte Nepe non cediamo alle provocazioni fini a se stesse.

Finisco sempre le interwiew chiedendo se ci sarete per legion,in questo caso non lo chiedo ma lo esigo.

Erhm…ma non ho già risposto…?? 😀

 

Tryvia – Raid Leader

Quando sei sbarcato su Azeroth?

Nel Dicembre 2008

Fammi un recap di tutti i tuoi main

Ho iniziato con il lock che ho giocato in TBC, Wotlk (in cui ho avuto una breve parentesi con il Pala Tank come main) e primo tier di Cataclysm prima di passare definitivamente al prete fino all’uscita di MOP in cui ho rerollato Monk

Sei uno dei pochi monk healer ad alto livello di progress, troppo difficile da giocare questo monk?

Tra gli healer è sicuramente quello che ritengo abbia bisogno di più pratica e più comprensione della classe rispetto alle altre healing class, oltre a questo si aggiungono i problemi cronici che la Blizz non ha mai fixato che ha reso poco appetibile la classe. In poche parole: la classe è stupenda ma ci sono classi che mantengono lo stesso apporto al raid con meno impegno e possibilità di errori

Perchè secondo te il player italiano ha paura dei reroll?

Rerollare una classe nuova come può essere il monk o il Dh ad inizio di un exp richiede molto theorycrafting e propensione a studiare la classe per poter dare il massimo fin da subito e questo spaventa i player che preferiscono rimanere con la classe con cui si sentono più a loro agio. A questo poi è affiancata la totale mancanza di dedizione nel saper giocare un alt in maniera decente e di tenerlo in linea con il main o poco indietro, cosa che renderebbe il reroll possibile anche in corso di progress

Perchè portare il monk in raid piuttosto che un altro healer?

Questa è il dubbio che affligge ogni monk del mondo, se escludiamo il fattore skill e l’utility che un monk può portare in determinate situazioni non ci sono motivi per cui un monk è preferibile ad un druido che fa praticamente lo stesso lavoro o ad uno shaman che ha i cd healing più forti del gioco, tutta via questo tier i monk si sono trovati in una buona posizione esclusivamente per il bonus set del tier che l’ha reso un ottimo healer da progress

Che tipo di player ti reputi?Sei più istintivo o meticoloso?

Meticoloso prima di raid, in cui mi piace prepararmi al meglio valutando come affrontare un nuovo fight, e dopo raid, studiando i logs della serata e analizzando dove ho failato e dove posso migliorare. Durante raid tuttavia non mi precludo mai lo sperimentare nuovi modi di affrontare i fight che mi aspettando

Questa l ho chiesta a tutti gli healers intervistati,cosa ti fa incazzare di più in raid?

La gente che muore con i personal non tirati per poi lamentarsi che mancano cure e i melee, purtroppo la blizzard li odia e loro non fanno nulla per non farsi odiare dagli healer

Dimmi la verità gli healers sono degli eroi o dei poveri sfigati?

Ovviamente poveri sfigati, tra i tank che li accusano di cd e cure mancanti, il dps di turno fermo sulla pozza che reclama più cure per poter snutellare e i personal di cui pochi player sono a conoscenza, è un inferno

Qualche volta mi è capitato di leggere guide scritte da te,sei sempre stato autodidatta o devi ringraziare qualcuno?

Devo ringraziare la stupenda comunity dei monk di mmochamp che può vantare utenti attivi che militano nelle migliori gilde mondiali e che mi hanno insegnato praticamente tutto ciò che sò del monk. Per quanto riguarda il paronama Italiano ho sempre cercato di far parte/creare una community di Mistweaver ma siam sempre 4 gatti quindi ho smesso pure di scrivere guide

Andiamo indietro nel tempo,cosa hai fatto prima di arrivare nei ql?

Sono stato su Jaedenar girando tra gilde italiane e inglesi da quando ho iniziato fino a Mop in cui ho deciso che era ora di giocare su server italiani trovando spazio come Monk nei Dedicated Few da cui leftai poco per trasferirmi nei The Last Try in cui sono diventato officer e ci ho giocato fino all’uscita di SoO quando per vari motivi la gilda ha disbandato, approdato negli UE ci sono rimasto fino alla fk di Garrosh dove ho deciso di ritornare su Nemesis e aspettare lì l’espansione. Con WoD sono tornato su Pozzo con i Los Burros di cui sono stato anche officer e ci sono rimasto fino al disband poco prima dell’apertura di Brf dove è arrivato il momento di lasciare la mia amata undead e trasferirmi in Alleanza nei QL.

Veniamo ai giorni nostri,gli Anc rifiutano la tua apply,siamo a fine espansione possiamo sfogarci un pò,secondo te era per motivi tecnici o motivi politici?

A dir la verità i motivi percui la mia apply fu rifiutata al tempo mi sono ancora oscuri, ormai ha poca importanza sono cambiate infinite cose

Manco a farlo apposta ti ritrovi protagonista della prima (e stupenda) fk dei QL,hai mandato a fanculo qualcuno?

Questa è una domanda di cui tu più di tutti conosci la risposta, risponderò con un politico: è stata una grande soddisfazione

Parlami dell ‘ambiente Quantum Leap, con chi hai legato di più?

L’ambiente QL mi ha da subito dato un ottima impressione e infatti mi ci sono ambientato subito nonostante io sia una persona molto schiva, il ritrovare persone con cui avevo già raidato in precedenza non ha fatto altro che facilitare il mio insediamento. Se dovessi dire con chi ho legato di più citerei l’intero reparto healers con cui ho sempre piacere di parlare nella nostra chat dedicata durante raid anche di questioni extra wowiane e sono le persone con cui sfogo la tensione di curare/leaddare potendo parlare in libertà

Improvvisamente ti sei ritrovato anche rl,sostituendo un monumento come Serge,hai avuto un pò di tremarella o hai accettato con tranquillità il tuo nuovo ruolo?

E’ stato un ruolo che ho accettato con tranquillità nonostante sapessi quanto fosse difficile sostituire Serge dopo anni di leading e che i raider si sarebbero sentiti totalmente spaesati da questo cambio improvviso di gestione del raid. Per questo da subito ho avuto la consapevolezza che non sarei mai potuto essere un Serge2 ma avrei dovuto “affontare” il raid il mio diverso approccio alla gestione del raid e della leading. Per fortuna ho sempre avuto l’appoggio di Ursok e Trak che hanno avuto fiducia in me da subito nonostante non mi conoscessero in vesti di raidleader e mi hanno sempre appoggiato e sostenuto in questi mesi che ci hanno portato a concludere il tier con tutte le difficoltà che abbiamo affrontato, devo moltissimo a loro.

Che sensazioni hai avuto quando hai “leaddato” la prima volta?

Non era la prima volta che leaddavo ma è stato totalmente diverso questa volta, la situazione era davvero difficile e particolare per tutti noi e subentravo a metà tier al posto del raid leader storico della gilda. Non nascondo che è stata dura e i momenti di “Chi me l’ha fatto fare?” ci sono stati ma tirando le somme è stata una bellissima esperienza che mi ha lasciato solo emozioni positive, spero di poter continuare a Legion a guidare questo splendido gruppo.

Per sostituire Serge nei QL bisogna essere più incoscienti o razionali?

Razionali senza dubbio, il cambio di leading è sempre una cosa dura da assimilare per un raid sopratutto se avviene in maniera cosi repentina e quindi è necessaria tutta la razionalità possibile nel cercare di ridurre al minimo i danni che un cambio del genere porta

Serge quitta la gente comincia ad andar via, perchè un player ha cosi poca fiducia?

Serge oltre che il raid leader storico era un punto di riferimento per ogni persona nei QL e vederlo mollare da un giorno all’altro è un duro colpo che tutti hanno subito, compreso io

Tra mille difficoltà avete chiuso lo stesso il content con grande dignità, secondo te c’è il margine per tenere unito il gruppo e ripartire o sta ferita di Serge è troppo letale?

Abbiamo parlato con ogni singolo raider e ascoltato le loro intenzioni per Legion d’altro canto noi officer abbiamo espresso gli obiettivi e il modo in cui avremmo affrontato la prossima exp e c’è stato un confronto costruttivo in cui alcuni player ci hanno comunicato la loro volontà di smettere/cambiare gilda, mentre altri hanno deciso di continuare quest’avventura con i QL e alla fine come gruppo abbiamo deciso che possiamo e vogliamo andare avanti e c’è la volontà di tutti di ricucire gli strappi che questo tier ha lasciato sulla gilda

Quanto sei cresciuto come player dopo questa esperienza?

Molto, dovendo spulciare logs/video ed essendo responsabile di un intero raid invece che solo del proprio pg si impara moltissimo che poi viene messo in pratica durante i fight in cui riesci ad avere piena coscienza di ciò che succede intorno a te e ad affrontare ogni situazione e imprevisto con cognizione di causa

Hai ricevuto qualche proposta indecente negli ultimi tempi?

Si, più di una

Rivedremo ancora i QL in legion?

Il nostro obiettivo è questo!

Nel malaugurato caso che la gilda non superi questa crisi, tu a legion ci sarai lo stesso?

Certo, a meno che in questi lunghi mesi che ci separano dall’exp ci siano imprevisti