HeroesBusters: ecco il nuovo team competitivo di HotS dei DMTK!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso questa intervista, siamo lieti di presentare alla community il nuovo team competitivo di Heroes Of The Storm dei DMTK Brawlers!
Signore e signori, ecco gli HeroesBusters!!!

heroes-busters

 

Ciao Magest e benvenuto su Powned! Per iniziare, presentati alla community:

Ciao a tutti, siamo i DMTK HEROESBUSTERS e ringrazio Powned per l’intervista. Il team è nato da poco grazie al sostegno dell’associazione DMTK eSports, in particolar modo di Silvio Iodice e Riccardo “Bloor” Basso, che hanno ascoltato la nostra idea di formare un gruppo competitivo per questo gioco sotto la loro A.S.D.

Il team è composto da 6 player: Magest (ovvero me) capitano del team HeroesBusters ed ex capitano dei Decima Reborn.
Nasco come giocatore di Hots ampliando poi il mio lavoro sul gioco anche come caster per molti eventi come ad esempio la Serie A di Hots, la GigaByte Cup e il Blizzcon. Non ho preferenze sul ruolo nel gioco ma mi sono incaricato del ruolo del tank, uno forse dei ruoli piu difficili; Kryos co-capitano del team ed assassino/specialist del team, organizzatore di vari tornei di hots come quello che si sta giocando in questo perido, ovvero la Serie A hots; Alexan, giocatore che sta nella scena competitiva dagli inizi del gioco militando in varie community come Esox o DEI che ricopre il ruolo di support e aiuto calling durante la partita; Tomislav (che è la nostra riserva), giocatore che è in grado di sostituire egregiamente uno dei qualsiasi membri del team; ed infine abbiamo The Fallen e Bizzo, i nostri giocatori che usano i personaggi più aggressivi e si occupano del ruolo DPS.

Il Progetto del team vuole essere duraturo cercando di scalare la scena italiana competitiva nonostante la presenza di altri team molto preparati e che giocano insieme da parecchio tempo.

Cosa ti piace di HotS e cosa invece cambieresti?

Hots lo definirei purtroppo il gioco incompiuto poichè ha tantissima potenzialità ma effettivamente non è così seguito. Il gioco è molto vario e diverso rispetto ai classici moba: il lavoro di squadra e la coordinazione del team è fondamentale soprattutto perché c’è poco gioco singolo in lane ma si predilige il movimento in mappa verso obiettivi o nell’acquisto di exp (che è globale e non singola) in mappe sempre diverse e con obiettivi e strategie diverse.

Grazie al gran numero di personaggi (circa 50) si possono creare diverse composition e diverse strategie da poi portare in partite sempre diverse. Il vero problema (secondo me) del gioco è il mal funzionamento di una ladder non proprio bilanciata: soprattutto ai rank alti spesso vi sono problemi di mmr poichè un nuovo account se vince 9/10 partite di posizionamento finisce diamond 3 sbilanciando completamente la ladder. In Team league vi è poca presenza dei team competitivi che preferiscono giocare tra loro invece di affrontare la Ladder del gioco poichè durante il drafting delle partite è ridotto rispetto ai classici siti di drafting e anche qui i problemi di mmr nella ladder persistono.

Cosa pensi del meta di HotS? Cosa si potrebbe cambiare per bilanciare ciò che bilanciato non è?

Il meta di hots è abbastanza stabile da ormai qualche mese anche se con l’uscita di continui aggiornamenti certi personaggi prendono più valore rispetto ad altri. Il bello del meta è che effettivamente si può giocare quello che si vuole con strategie sulle mappe differenti che permettono di creare una composition diversa ogni volta.

Come ogni moba, comunque, ci sono i cosiddetti “eroi del momento”, personaggi che attraverso le modifiche applicate da Blizz aumentano il proprio valore. Basti pensare a Malfurion, support che per parecchio tempo è stato fuori meta, che con le recenti modifiche è diventato uno dei più forti support della ladder. Le composition, comunque, si basano sul prendere quasi sempre un doppio tank, di cui uno è quasi sempre un bruiser (sonya o tyrael per esempio) o comunque su composition aggressive. Ogni mappa ha però i suoi personaggi più forti che danno più valore a una certa determinata strategia, basti pensare a sylvanas che in battle of eternity ti permette di finire la partita in 6 minuti come è successo negli scorsi europei, “obbligando” i team o a prenderli o a bannarli a causa del loro enorme value in determinate mappe.

I nuovi personaggi che vengono lanciati nel nexus, invece, non sempre riescono ad entrare immediatamente nel meta. Vi sono eroi che sono stati lanciati come per esempio artanis o anche alarak che ci mettono del tempo ad entrare prepotentemente nel meta; questo perché vengono messi online e spesso, nelle prime settimane, sono decisamente sbilanciati; questa situazione cambia non appena subiscono il primo nerf e fanno cosi fatica a trovare spazio nelle composition. Altri invece, come per esempio li ming o samuro, entrano immediatamente e rimangono, nonostante i nerf, per molto tempo nel meta e vengono usati quasi sempre nelle comp.

In linea generale il meta è abbastanza bilanciato e ti permette di giocare un po’ quello che ti pare, basta che ti basi su strategie studiate nella giusta mappa rendendo comunque il gioco vario e partite interessanti e sempre diverse.

brawlers-dmtk-hots

E della scena competitiva italiana cosa hai da dirci?

La scena italiana competitiva è dominata ormai da parecchio tempo da un team molto più forte rispetto agli altri: gli Exaequo. Questa fortissima squadra ha vinto quasi tutti i tornei italiani ed ha ottenenuto anche qualche vittoria a livello europeo.  Questo non esclude ovviamente la presenza di diversi team (circa 20)che possono mostrare il loro valore nella scena come, solo per fare un esempio, gli impact gaming che sono gli ultimi ad aver strappato una vittoria agli exaequo nell’ultimo torneo italiano disputato.

Il livello italiano è medio rispetto al resto d’Europa ma questo non deve oscurare il grande lavoro che ogni team fa ogni giorno per migliorare. Team come quelli degli Esox Hydrake Impact ma anche altri purtroppo non aiutati da una multigaming come lo Stormo Team si sfidano in partite davvero entusiasmanti.

Credo comunque che sia proprio grazie alle multigaming che continuano a credere nel progetto hots che vi sono parecchi team nella scena con un buon ricambio di giocatori di buon livello e dove ogni anno si affacciano sempre nuovi gruppi con nuovi giocatori. Ringrazio poi i DMTK che hanno permesso la realizzazione di questo nostro progetto sperando di poterlo portare avanti per molto tempo!

Grazie per aver risposto alle nostre domande: i nostri migliori auguri per il futuro nel Nexus DMTK!

Grazie a voi per averci concesso questa intervista, se avete voglia potete lasciare un like alla nostra pagina Facebook che terremo aggiornata su ogni competizione o evento svolto dai nostri ragazzi: https://www.facebook.com/dmtk.heroesbusters


HeroesBusters: ecco il nuovo team competitivo di HotS dei DMTK!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701