Serie A di HotS: il 20 Settembre al via le qualificazioni ufficiali!

Serie A di HotS: il 20 Settembre al via le qualificazioni ufficiali!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Siamo lieti di annunciare a tutta la community che dal 20 Settembre inizieranno ufficialmente le qualificazioni per la fantastica Serie A di HotS che invece inizierà il 10 di Ottobre.

Per questa edizione, grazie alla collaborazione con importanti aziende internazionali come MSI, diversi saranno i premi in hardware per i primi classificati della Top8 nazionale.
Attraverso questa news, oltre ovviamente al regolamento ufficiale, vogliamo segnalare che le iscrizioni sono aperte e che di seguito troverete tutte le informazioni necessarie per poter prendere parte alla competizione!

Vuoi iscriverti? Clicca qui!

14225497_10209405426706098_7145778428862933557_n

Regolamento

– Contrariamente alla passata edizione verranno fatte delle qualificazioni per stabilire quali squadre potranno accedere al campionato (sezione sotto). Tutti potranno partecipare a queste qualificazioni senza alcun costo.
QUESTO è il link per iscrivere la vostra squadra alle qualificazioni, è gratuito e può iscriversi chiunque.
– Per poter offrire premi migliori, maggior serietà, scremare in anticipo i partecipanti, sarà richiesta una quota di iscrizione corrispondente a 5€ a giocatore, solo per i 5 giocatori titolari. La quota di iscrizione andrà versataSOLO dalle 8 squadre qualificate.
– Inoltre, per scoraggiare le squadre ad abbandonare in anticipo la competizione sconvolgendola e rendendo l’esperienza peggiore sia per i partecipanti che per chi la segue, si è deciso di imporre anche una caparra di 20€ (a squadra) che verrà restituita alla fine del campionato. Verrà invece trattenuta in caso di abbandono anticipato.
– Nel caso di una Serie B, verrà richiesta solo la caparra di 20€ a squadra e non la quota di iscrizione.
– Ogni squadra deve essere composta da minimo 5 giocatori, fino ad un massimo di 7.
– Sono ammessi al massimo due giocatori stranieri per squadra. Sono ritenuti stranieri giocatori che non risiedono in Italia.
– Tutti i membri della squadra, una volta qualificata (quindi tra le 8 ammesse al campionato) devono essere registrati tramite QUESTO form di registrazione compilando tutti i campi.
– Ad ogni partita è possibile scegliere il proprio quintetto di partenza tra i 7 giocatori definiti nel roster.

MODIFICHE AL ROSTER:
– È possibile modificare la rosa dei giocatori della propria squadra fino alle 23.59 del 19 Settembre 2016.
– Durante le qualificazioni non sarà permessa alcuna modifica alla rosa.
– In caso di problemi potranno avvenire al massimo due cambi nel roster a partire dalla terza settimana, dal 24 Ottobre quindi, solo in caso di estrema necessità.
– Ogni modifica e aggiunta va comunicata per tempo agli organizzatori e approvata dagli stessi prima di poterla considerare effettuata.

QUALIFICAZIONI

– Le qualificazioni inizieranno il 20 Settembre 2016.
QUESTO è il link per iscrivere la vostra squadra alle qualificazioni, è gratuito e può iscriversi chiunque.
– Le qualificazioni determineranno le 8 squadre che disputeranno la Serie A Hots. Se dovessero partecipare 16 o più squadre, nascerà anche una Serie B Hots composta anch’essa da 8 squadre.
– La struttura delle qualificazioni sarà in formato torneo con Upper e Lower Bracket.
– Gli abbinamenti saranno totalmente casuali e determinati dal sistema.
– Nel caso in cui gli iscritti alle qualificazioni siano pochi da non permettere abbastanza partite di eliminazione la direzione si riserva il diritto di scegliere quale squadra lasciare fuori o quale scontro eliminatorio verrà effettuato.
– Gli incontri della prima fase saranno tutti gare singole (Best of 1) fino a che non rimarranno 8 squadre (quindi solo fino ai quarti).
– SE le qualificazioni avranno una durata breve si potrebbe decidere di continuare (for fun) con le semifinali e la finale che saranno invece Bo3.
– Le prime 8 squadre qualificate costituiranno la Serie A HotS, le eventuali successive 8 la Serie B HotS. Le squadre restanti potrebbero comunque essere prese in considerazione per eventuali sostituzioni.
– NB.
– Le qualificazioni avverranno solo per questa edizione (la #1), nelle successive edizioni le squadre selezionate avranno accesso diretto alle serie (sia A che B). Se qualche squadra della Serie A volesse non partecipare alle successive edizioni, lo stesso numero di squadre della Serie B avanzerebbe in A a seconda del loro ordine in classifica. Se qualche squadra della Serie B volesse non partecipare alle successive edizioni, saranno aperte le iscrizioni con una selezione da parte della direzione o una sessione di qualificazioni qualora i partecipanti dovessero essere molti.

STRUTTURA CAMPIONATO E REGOLAMENTO

– Il campionato inizierà il 10 Ottobre e sarà organizzato in un girone di andata e uno di ritorno pertanto durerà circa 1 mese e mezzo (7 settimane).
– Le 8 squadre saranno coinvolte in un’unica lega in completo stile campionato, al termine del quale non saranno previsti playoffs o finali. La squadra con più punti vincerà la coppa e il primo premio.
– In caso di parità vincerà la squadra con il maggior numero di vittorie. In caso di ulteriore parità verrà considerato il rapporto Uccisioni/Morti.
– Nel caso venisse istituita una Serie B, nell’edizione successiva della competizione le ultime due squadre in classifica della Serie A scenderanno in Serie B e le prime due squadre della B saliranno in Serie A.
– I capitani e i vicecapitani avranno l’obbligo di fornire il proprio recapito telefonico e/o contatto di Telegram per poterli contattare in caso di problemi o comunicazioni urgenti.

SERVER TEAMSPEAK:
– La direzione metterà a disposizione di tutte le squadre un server di teamspeak dove, se necessario, sarà possibile contattare gli organizzatori.
– Le squadre avranno l’obbligo di utilizzare il server di teamspeak messo a disposizione.

SANZIONI DISCIPLINARI:
– La direzione si riserva il diritto di ammonire, sospendere o squalificare giocatori che assumeranno atteggiamenti non accettabili, violenza, inciviltà e antisportività. Il campionato è nato per creare qualcosa di nuovo, divertente, che possa essere un motivo di crescita e aggregazione per giocatori, squadre e community italiana.
– In caso di problemi di qualsiasi genere siete pregati di avvertire la direzione.
– Ritirarsi dalla competizione quando questa fosse già iniziata, oltre al trattenimento della caparra comporterà la squalifica del team e dei giocatori in esso per la successiva edizione.
– Ritirarsi dalla competizione dopo le qualificazioni ma prima dell’inizio, oltre al trattenimento della caparra comporterà la squalifica del team e dei giocatori in esso per l’edizione in corso ma non per la successiva.

SVOLGIMENTO PARTITE

– La decisione della data e dell’orario di svolgimento delle partite è a completa libertà di scelta delle squadre.
– Una volta deciso giorno e orario, dovrà essere comunicato alla direzione come conferma della decisione di entrambe le squadre.
– Il vincolo è di dover giocare 2 match alla settimana per squadra (non di più, non di meno). Esempio: la settimana 1 andranno giocate la Giornata 1 e la Giornata 2.
– La scadenza della settimana sarà la Domenica sera alle 23.59.
– I match saranno disputati in una serie composta da 2 partite (Bo2): nella prima la “squadra in casa” sceglierà la mappa mentre la “squadra in trasferta” inizierà a bannare/pickare gli eroi. Nella seconda i ruoli in casa e in trasferta si scambiano.
– È stato scelto il formato Bo2 in modo da poter avere i pareggi.
– Ad ogni partita sarà possibile fare dei cambi tra i propri giocatori, purché essi siano nel roster registrato.
– La squadra vincente guadagna 3 punti.
– In caso di parità verrà assegnato 1 punto ad ogni squadra.
– La squadra perdente guadagnerà 0 punti.
– Le squadre hanno l’OBBLIGO di presentarsi qualche minuto prima dell’inizio della partita comunicando all’organizzatore/arbitro assegnato la loro presenza.
– Non presentarsi, o ritardare più di 15 minuti comporterà una vittoria a tavolino per gli avversari.
– Non sarà possibile invitare observers nei propri match a meno che non siano approvati dalla direzione.

DRAFT:
– Tutti i draft dovranno essere fatti tramite heroesdraft.com considerando che non ci sarà il veto sulla mappa.
– I draft devono essere effettuati in presenza di un organizzatore o un arbitro il quale provvederà a gestire qualsiasi tipo di problema. Le squadre dovranno quindi comunicare la mappa scelta e attendere il link della sessione di draft.
– Tutte le mappe, ad eccezione delle Caverne Perdute (Lost Cavern), possono essere giocate.
– Tutti gli eroi possono essere giocati.
– La direzione si riserva il diritto di bannare eroi o mappe dal campionato per un determinato periodo se dovessero presentare bugs. Tali comunicazioni avverranno tramite i vari canali di informazione.

NUOVI EROI E NUOVE MAPPE:
– I nuovi eroi e le nuove mappe non saranno disponibili per la prima settimana e mezzo dalla data di uscita. Le patch escono il Mercoledì per cui da Mercoledì alla Domenica della settimana successiva eventuali nuovi eroi e nuove mappe non potranno essere scelte dalle squadre.
– La direzione si riserva il diritto di estendere tale divieto per ulteriore tempo se dovesse ritenerlo necessario. Tali comunicazioni avverranno tramite i vari canali di informazione.

STREAMING:
– Quando possibile, le partite verranno trasmesse in diretta streaming dai vari casters disponibili sul canale del campionato. Verrà comunicato con quanto più largo anticipo possibile alle squadre se la loro partita verrà castata.
– Non sarà possibile fare streaming delle proprie partite prima della trasmissione principale. Per cui sarà possibile farlo dalla settimana successiva.

RINVII E REMATCH:
– Se, a causa di problemi di singoli giocatori o interi team, una partita non potrà essere giocata, questa, in accordo con gli avversari, potrà essere rinviata a un altro giorno.
– In caso di problemi tecnici o personali di alcuni giocatori è possibile che l’arbitro possa decidere di far ripetere la partita, a condizione che questa sia ancora nelle fasi iniziali. In questo caso la squadra può sostituire il giocatore con una riserva del proprio roster, il draft non verrà ripetuto. Se invece la partita dovesse essere in fase avanzata (oltre i 7 minuti) non sarà possibile ricominciare la partita e la squadra potrà scegliere se continuare a giocare con un bot oppure dare la partita vinta a tavolino agli avversari.

PREMI

– Grazie alla sponsorizzazione del campionato da parte della A.S.D. CLAN, Powned.it e MSI, il campionato prevederà i seguenti premi:

1° classificato:
– Coppa con targa personalizzata.
– 5x Z170a Gaming Pro Carbon

2° classificato:
– 5x Pezzo hardware, probabilmente un mouse (da confermare, a breve MSI ce lo comunicherà di preciso)

3° classificato:
– 5x Mousepad (da confermare, a breve MSI ce lo comunicherà di preciso)

NB. I premi verranno inviati a una sola persona della squadra su vostra indicazione.

TESSERAMENTO

– Data la presenza di premi e l’affiliazione a GEC il tesseramento è obbligatorio per chi ancora non fosse tesserato e corrisponde a 2,5€ a persona. Contattare gli organizzatori in caso di bisogno.

CONTATTI

– Troverete tutti i contatti utili in QUESTA pagina.

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tiene ancora banco la questione “molestie sessuali” in casa Activision Blizzard e stavolta ci va di mezzo anche la nuova acquisizione da parte di Microsoft. Ad essere però sotto accusa sono Activision Blizzard e soprattutto il suo CEO Bobby Kotick.

Stavolta a citare in giudizio l’azienda ci pensa direttamente la città di New York, o meglio alcune delle maggiori entità del pubblico settore, tra cui pompieri, poliziotti ed insegnanti. I gruppi di lavoratori menzionati (che posseggono alcuni stock di Activision), alla Corte di Cancelleria del Delaware, avrebbero chiesto di visionare alcuni documenti e libri dell’azienda per controllare eventuali trasgressioni. Per loro, diverse mosse dell’azienda starebbero danneggiando il valore della compagnia.

Si crede infatti che durante l’acquisizione  da parte di Microsoft ci sia stato qualche comportamento non proprio lecito, soprattutto da parte di Bobby Kotick, il quale avrebbe affrettato la vendita di Activision per poter fugare ogni sua responsabilità dai recenti problemi dell’azienda.

Nel frattempo, però, il CEO avrebbe comunque continuato a servire come esecutivo per l’azienda. Nel documento pubblicato dalla corte, si parla anche di soldi, con cifre precise. Kotick avrebbe avuto in mano la totale libertà decisionale di trattare la vendita. Dalle affermazioni contenute nel documento emergerebbe però l’idea secondo la quale Kotick sarebbe stato inadatto ad avere questo tipo di potere.

Ma comunque, senza nessuna autorizzazione e nessuna offerta da parte di Microsoft, Bobby Kotick avrebbe proposto agli acquirenti un range di prezzo tra i 90 ed i 105 dollari per azione. Microsoft, a quel punto, avrebbe offerto 90$ per azione, arrivando quindi a “sottovalutare” il reale valore.

Insomma anche la questione acquisizione nasconderebbe più di qualche ombra, come insinuerebbe il documento dell’accusa. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni, con la speranza di scoprire il prima possibile la realtà dei fatti, per donare dignità a questa storica azienda.

FONTE: Axios

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: