Nuova ondata di sospensioni su HOTS

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Una nuova ondata di ban è stata ufficialmente lanciata nel nexus di Heroes of the Storm.
A comunicarlo è stato direttamente Nimthanion che sul forum ufficiale ha comunicato: “Abbiamo appena sospeso alcuni account appartenenti a giocatori che venivano frequentemente segnalati per assenza, mancata partecipazione o reiterata morte intenzionale durante le partite a Heroes of the Storm“.

Di seguito il messaggio ufficiale, ad ulteriore riprova dell’impegno di Blizz in questa campagna!

Abbiamo appena sospeso alcuni account appartenenti a giocatori che venivano frequentemente segnalati per assenza, mancata partecipazione o reiterata morte intenzionale durante le partite a Heroes of the Storm.
Il provvedimento è diretto nei confronti di chi produce prestazioni (a fronte di un grosso volume di dati) che indicano chiaramente una costante mancanza di contributo nella maggior parte delle partite. In questo modo, siamo in grado di prendere i giusti provvedimenti contro chi danneggia coscientemente l’esperienza di gioco degli altri.
Assentarsi, rifiutarsi di partecipare e morire intenzionalmente sono comportamenti che rovinano l’esperienza di gioco di tutti gli altri durante la partita, e minano lo spirito competitivo che è il cuore di Heroes of the Storm. Questi comportamenti non verranno tollerati e continueremo a sospendere gli account dei giocatori colpevoli. Vogliamo ringraziare chi tra di voi utilizza le opzioni di segnalazione quando trova giocatori che si comportano in questo modo, incoraggiandovi a continuare così.
Grazie!


Nuova ondata di sospensioni su HOTS
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701