Mephisto: ecco i talenti e le abilità del nuovo eroe!

Mephisto: ecco i talenti e le abilità del nuovo eroe!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Pochi giorni fa è stato annunciato per Heroes of the Storm il nuovo eroe del Nexus Mephisto, il Signore dell’Odio, proveniente dal mondo di Diablo e che nel MOBA Blizzard ricoprirà il ruolo di Assassino.
Andiamo quindi a vedere le abilità, le abilità speciali, un breve accenno alla storia di questo nuovo protagonista del Nexus ed ovviamente i suoi talenti che sono stati tutti mostrati da Blizzard mediante un comunicato stampa (non appena possibile provvederemo a pubblicare i talenti tradotti in italiano).

Di seguito tutte le informazioni in merito…cosa ne pensate community?

Dul’Mefistos, il Signore dell’Odio, è il più astuto tra i suoi fratelli. Anche mentre era rinchiuso in una Pietra dell’Anima, la sua influenza riuscì a corrompere gli Zakarum, convincendoli a rompere il sigillo e consentendogli di riunire i Primi Maligni per sottomettere l’intera umanità.

ABILITA’ MEPHISTO

ABILITÀ PRINCIPALI
TESCHIO
Evoca un teschio che si sposta in una direzione dopo 0.75 s, infliggendo 127 danni ai nemici colpiti e rallentando gli eroi colpiti del 25% per 2 s.
ESPLOSIONE FULMINANTE
Mefisto è circondato da un anello di fulmini per 2.5 s. I nemici all’interno dell’anello subiscono 48 danni ogni 0.25 s. Per ogni attivazione di Esplosione Fulminante che colpisce un eroe, i suoi danni aumentano del 4%, fino a un massimo del 40%.
OMBRA DI MEFISTO

Mefisto si teletrasporta in un punto, infliggendo 78 danni ai nemici vicini e lasciando un’Ombra di Mefisto nel punto originale. Dopo 2.5 s, Mefisto si teletrasporta nella posizione dell’Ombra.

ABILITÀ EROICHE

CONSUMO D’ANIME
Incanala l’abilità per 2.5 s, rivelando gli eroi nemici. Al termine dell’incanalamento, gli eroi nemici subiscono 357 danni e sono rallentati del 40% per 2.5 s.
ODIO PERPETUO
Dopo 1 s, libera un’ondata di spiriti maligni che immobilizzano il primo eroe nemico colpito per 2 s e infliggono 160 danni per la stessa durata. Odio Perpetuo si estende verso l’esterno a partire dal bersaglio iniziale, immobilizzando e danneggiando gli eroi nemici vicini.

TALENTI MEPHISTO

Level 1

[Q] Unyielding Power

Quest: Hit Heroes with Skull Missile.
Reward: After hitting 20 Heroes, increase Skull Missile’s damage by 60.
Reward: After hitting 40 Heroes, Skull Missile’s cooldown is permanently reduced by 3 seconds

[W] Furious Spark

Every 5th hit from Lightning Nova against the same target deals 90 bonus damage.

[E]Malicious Intent

Shade of Mephisto grants 20% Spell Power while active and for 2.5 seconds after ending.

Anger

Basic Attacks also activate Lord of Hatred, reducing Basic Ability cooldowns by 0.75 seconds.

Level 4

[Q] Hateful Mending 

Skull Missile heals Mephisto for 50% of the damage it deals to Heroes.

[W] Static Barrier

At the end of its duration, Lightning Nova grants Mephisto a Shield equal to 50% of the damage it dealt to Heroes. Lasts 7 seconds.

Spite

Increase Regeneration Globe healing duration by 60%. Every tick of Regeneration Globe healing activates Lord of Hatred, reducing Basic Ability cooldowns by 0.5 seconds

Level 7

[E] Frost Storm

Enemies near Shade of Mephisto are Slowed by 40% for 2 seconds.

[E] Ghastly Armor

Shade of Mephisto grants 20 Armor while active and for 2.5 seconds after it ends.

[E] Trickery 

After Shade of Mephisto expires, all Slows and Roots are removed from Mephisto and he gains 20% Movement Speed for 3 seconds. Cooldown: 60 seconds

Level 10

[R1] Consume Souls

Channel for 2.5 seconds, revealing all enemy Heroes. After the Channel completes, all enemy Heroes take 357 damage and are Slowed by 40% for 2.5 seconds.

[R2] Durance of Hate

After 1 second, unleash a wave of evil spirits that Root the first enemy Hero hit for 2 seconds and deal 160 damage to them over the same duration. Durance of Hate spreads outwards from its initial target, Rooting and damaging additional nearby enemy Heroes.

Level 13

[Q] Abhorred Skull

Hitting a Hero with Skull Missile grants 20% Spell Power for 6 seconds.

Hysteria

Lord of Hatred also reduces the cooldown of Mephisto’s Heroic Ability.

Shard of Hate

Basic Attacks hit enemies near the primary target.

Level 16

[Q] Lightning Reaction

Skull Missile explodes on contact with Lightning Nova, dealing 144 damage to nearby enemies.

[W] Static Field

When Lightning Nova’s damage bonus reaches 40%, enemy Heroes within its radius take damage equal to 12% of their maximum Health.

Animosity

Activate to extend the duration of Lightning Nova by 2.5 seconds.
Passive: Basic Attacks while Lightning Nova is active cause an immediate pulse of Lightning Nova damage.

Level 20

[R1] Consumed by Hatred

Consume Souls deals bonus damage equal to 10% of the target’s missing Health. If Consume Souls kills a Hero it will cast again 1 additional time.

[R2] Unspeakable Horror

Durance of Hate Silences enemies for 2 seconds after its Root expires.

Shade Lord

Activate to swap locations with Shade of Mephisto and refresh its duration.
Passive: Shade of Mephisto benefits from all of Mephisto’s level 7 Talents

[W] Mimic

While both Shade of Mephisto and Lightning Nova are active, Lightning Nova also casts from the Shade’s location.

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tiene ancora banco la questione “molestie sessuali” in casa Activision Blizzard e stavolta ci va di mezzo anche la nuova acquisizione da parte di Microsoft. Ad essere però sotto accusa sono Activision Blizzard e soprattutto il suo CEO Bobby Kotick.

Stavolta a citare in giudizio l’azienda ci pensa direttamente la città di New York, o meglio alcune delle maggiori entità del pubblico settore, tra cui pompieri, poliziotti ed insegnanti. I gruppi di lavoratori menzionati (che posseggono alcuni stock di Activision), alla Corte di Cancelleria del Delaware, avrebbero chiesto di visionare alcuni documenti e libri dell’azienda per controllare eventuali trasgressioni. Per loro, diverse mosse dell’azienda starebbero danneggiando il valore della compagnia.

Si crede infatti che durante l’acquisizione  da parte di Microsoft ci sia stato qualche comportamento non proprio lecito, soprattutto da parte di Bobby Kotick, il quale avrebbe affrettato la vendita di Activision per poter fugare ogni sua responsabilità dai recenti problemi dell’azienda.

Nel frattempo, però, il CEO avrebbe comunque continuato a servire come esecutivo per l’azienda. Nel documento pubblicato dalla corte, si parla anche di soldi, con cifre precise. Kotick avrebbe avuto in mano la totale libertà decisionale di trattare la vendita. Dalle affermazioni contenute nel documento emergerebbe però l’idea secondo la quale Kotick sarebbe stato inadatto ad avere questo tipo di potere.

Ma comunque, senza nessuna autorizzazione e nessuna offerta da parte di Microsoft, Bobby Kotick avrebbe proposto agli acquirenti un range di prezzo tra i 90 ed i 105 dollari per azione. Microsoft, a quel punto, avrebbe offerto 90$ per azione, arrivando quindi a “sottovalutare” il reale valore.

Insomma anche la questione acquisizione nasconderebbe più di qualche ombra, come insinuerebbe il documento dell’accusa. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni, con la speranza di scoprire il prima possibile la realtà dei fatti, per donare dignità a questa storica azienda.

FONTE: Axios

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati: