Lunara, Prima FIglia di Cenarius

Lunara, Prima FIglia di Cenarius

Profilo di t3hc0rr0d3r
 WhatsApp

Annunciata come tutti sanno all’ultima Blizzcon, Lunara ha fatto alquanto penare i fan di Heroes of the Storm circa la data del suo rilascio: chiarito in pratica da subito che la figlia di Cenarius sarebbe arrivata nel Nexus prima del commilitone Greymane, una lunga serie di conferme e smentite confondeva e quasi nullificava le speranze di chi voleva giocarla prima della fine del 2015; un post tuttavia di Trikslyr di pochi giorni fa già rincuorava i fan del MOBA di casa Blizzard, mentre addirittura danno da pensare ad un rilascio nel corso dei prossimi giorni la crezione della pagina di Lunara sui siti ufficiali nonché la pubblicazione dello spotlight di questa nuova eroina, che potete ammirare subito sotto:

Perché attendere tanto la Driade (anche per me, devo ammetterlo, la migliore tra tutti gli Eroi presentati alla Blizzcon) e come sfruttarla al meglio? Vale la pena riprendere un’analisi di Oxygen, coach del fu Team Liquid americano e dunque uno dei più “vecchi” giocatori di HotS.

Con poche possibilità di infliggere sufficiente burst damage, la cosa migliore da fare è stackare e mantenere attivo l’effetto di Tossina Naturale sul maggior numero di avversari possibile e quindi focalizzare obiettivo chiave. Poiché la maggior parte delle sue abilità sono skillshot che infliggono danno in un’area di effetto, il posizionamento è una cosa fondamentale per padroneggiare Lunara. In ogni combattimento prolungato, può mettere una pressione non indifferente su qualsiasi healer che non abbia i mezzi di guarigione costante di più bersagli contemporaneamente. Molti dei Talenti di Lunara si concentrano inoltre sull’aumentare la certezza che i suoi colpi vadano a segno o sul potenziare il suo sustained damage. Di conseguenza, la driade dovrebbe essere una scelta eccellente per le team composition che vogliono puntare a lente schermaglie di logoramento, come nel caso di un doppio healer o di un singolo Assassino.

In difesa, Lunara si basa principalmente sulla visione (in particolare attraverso Fuoco Fatuo), l’effetto di rallentamento fornito da Spore Paralizzanti, e la sua mobilità. Dal momento che non ha alcun escape notevole oltre la sua naturalmente elevata velocità di movimento e alcuni Talenti in late game, si potrebbe dire che la previsione e la map awareness sono i migliori strumenti per sopravvivere.


L’apparentemente semplice set di Abilità ha uno dei più alti skill ceiling tra tutti gli Eroi in termini di ottimizzazione e massimizzazione del damage output. Causa principale di questa valutazione è Spore paralizzanti. Anche se si può semplicemente usare questa Abilità ogni volta che uno dei bersagli è stato infettato con Tossina naturale per ottenere un rallentamento e un più lungo uptime della Tossina stessa, si potrebbe anche aspettare di aver danneggiato diversi avversari in modo non solo da paralizzarli ma anche di aumentare di fatto notevolmente il damage output.

Le altre Abilità di base di Lunara non hanno tale profondità ma fanno il proprio lavoro ed hanno un certo skill cap. Bocciolo Nocivo è uno scoppio ritardato in una piccola area d’effetto con cui tuttavia è soddisfacente colpire gli avversari, e serve in sostanza come catalizzatore a lunga distanza per attivare Spore Paralizzanti senza mettersi troppo in pericolo. E ‘particolarmente utile per il waveclearing prima che Rovi di Legnospino, una delle Abilità eroiche, diventi disponibile.

Fuoco Fatuo è soprattutto interessante per il fatto che per la prima volta troviamo una capacità esclusivamente dedicata a fornire visione ad un Assassino. Tali Abilità sono state di solito riservate per gli Eroi di supporto con poche eccezioni. L’uso corretto della Abilità rende Lunara estremamente difficile da gankare, specialmente se in combinazione con il suo aumento permanente alla Velocità di movimento. Saper utilizzare il Fuoto Fatuo in offesa, però, è anche molto importante al fine di massimizzare l’uptime degli Attacchi base (contro avversari che si nascondono nei cespugli).

Entrambe le Abilità eroiche di Lunara hanno cariche ed un brevissimo cooldown. La mia ipotesi è che questo sia voluto così da creare un Eroe assai frenetico. E funziona! Rovi di Legnospino è la scelta per il puro damage dealing. Essa consente di colmare una lacuna assai pesante nello skillset di Lunara, e cioè quella di un danno AoE certo. Non per scavalcare Bocciolo Nocivo, ma Rovi di Legnospino è davvero fuori controllo quando colpisce diversi obiettivi grazie al suo ingente danno base, il breve cooldown, e la capacità di innescare Tossina Naturale. Questa Abilità da sola mi porta ad affermare con certezza che vedremo giocatori di Lunara raggiungere livelli di danno simili a quelli di Kael’thas.

Assalto scattante è la Abilità di kiting/pseudo-escape. La doppia carica rende essenzialmente i giocatori di Lunara più intelligenti impossibili da raggiungere per la maggior parte, se non tutti gli Eroi melee, e consente di evitare con sicurezza skillshot e Abilità AoE. Anche se infligge di gran lunga meno danni di Rovi di Legnospino, sarà una scelta incredibile contro team composition ricche di Eroi da mischia.


Lunara soffre della mancanza di hard crowd control e burst damage, due elementi preziosi nell’attuale meta. Ella riesce, tuttavia, a compensare queste debolezze essendo in grado di infliggere una quantità schiacciante di sustained damage in un’area d’effetto, al contempo essendo piuttosto difficile da focusare, e avendo alcuni Talenti molto interessanti. Ho il sospetto che le squadre più audaci possano in futuro armeggiare con team composition tutte basate sul prolungamento dei combattimenti, così da capitalizzare gli inevitabili e letali danni di Lunara. Lei, come del resto la maggior parte degli Assassini, sicuramente beneficia della collaborazione di Eroi che offrono controllo. Ho il sospetto che sarà eccellente da abbinare a Malfurion.

Va notato che la sua mancanza di una cavalcatura può sembrare un po’ uno svantaggio per alcuni giocatori, e a ragione. Immagino potrebbe rivelarsi problematico nelle Mappe più grandi che richiedono ai giocatori di ruotare più spesso tra le lane.


Lunara va a riempire una nicchia finora vuota assai richiesta tra gli Assassini a distanza; uno che non sia tutta dedicata al burst damage ed alle Abilità a singolo bersaglio. Tematicamente, inoltre, La “Natura” è stata finora in vero rappresentata solo da Malfurion, e quindi, ancora, va riempiendosi un gap piuttosto importante. Tutte le sue Abilità hanno una certa profondità, quindi quest’Eroina non è probabilmente raccomandabile ai nuovi giocatori; infatti, mi aspetto il suo win rate aumentare nel tempo, man mano che i player cominceranno a capire davvero come giocarla, in diretta correlazione con i rank dei vari giocatori.

Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il progetto Moba di Blizzard, Heroes of the Storm, è ufficialmente morto ed a comunicarlo è stato lo stesso team di sviluppo, che in una nota condivisa in questi giorni ha annunciato l’abbandono definitivo del supporto ai giocatori.

Finisce così dunque il rivoluzionario progetto nato nel 2015 ad opera di mamma Blizzard che tanto aveva appassionato i giocatori della penisola nei primi mesi dal rilascio globale.

Un annuncio, quello della fine del supporto ai giocatori, che in uncerto senso era già stato telefonato nel 2019, anno in cui Blizzard decise di cancellare in maniera definitiva anche tutte le competizioni.

Heroes of The Storm è morto, ma non la sua community

Come spesso accade in queste situazioni, i fan storici del titolo non hanno preso benissimo la decisione di Blizzard e come era facile aspettarsi, non hanno atteso a farsi sentire sui social.

Particolarmente ricondiviso è stato il post del content creator Pally, che su Twitter riporta così il suo pensiero: ”Solo uno strano giorno. Mi sento come se avessimo saputo della morte (del gioco n.d.r.) anni fa, ma solo oggi stessimo celebrando il funerale.”

Non tutti ad ogni modo si sono fatti prendere dallo sconforto. Ad esempio il commentatore Thomas “Khaldor” Kilian, ha dichiarato sul proprio profilo ufficiale che nonostante la brutta notizia, lui ha già pensato a qualcosa per il futuro del gioco.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:
Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: