L’Intervista ad AceOfSpades, Capitano dei Fnatic di HotS!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

AceOfSpades è un giocatore italiano di Heroes of the Storm del celebre team E-Sport Fnatic! Nello specifico, vestendo il ruolo di capitano di questo importante ed internazionale team sta dirigendo i Fnatic nella fase di allenamento pre torneo e guiderà i suoi compagni durante l’esibizione di Heroes che si disputerà alla BlizzCon nelle sfide contro Cloud9, Evil Geniuses e Team Liquid!
La community italiana sarà quindi rappresentata da due fuoriclasse (l’altro è Kaor per i mondiali di Hearthstone, ndr) che speriamo possano farsi valere e che necessiteranno di tutto il vostro supporto!
Forza AceOfSpades! Forza Fnatic!

Ciao Ace e benvenuto su Powned.it! Per iniziare raccontaci come inizia la tua storia di videogiocatore!

Ciao a tutti! La mia storia inizia da quando avevo 5/6 anni…a quei tempi infatti giocavo a Mortal Kombat 3 sul Megadrive di mio fratello, ma credo che l’interesse per la competizione mi sia venuto giocando a Magic the Gathering, avevo 13 o 14 anni quando ho partecipato alle prime competizioni nazionali! In seguito ho scoperto World of Warcraft e così sono finito nel tunnel dei videogames xD.

“In HotS la laning phase è quasi inesistente, dopo qualche minuto comincia il bagno di sangue!!”

Da Mortal Kombat al diventare elemento fondamentale in uno dei team più conosciuti del pianeta…com’è essere un giocatore dei Fnatic?

Potrò rispondere meglio dopo il ritorno dalla Blizzcon, la parte migliore di essere il capitano dei Fnatic è stata la possibilità di conoscere alcuni dei players nel mio team.

Dal tuo punto di vista, cosa serve al nostro paese per poter avere una squadra E-sport conosciuta e titolata che lo rappresenti.

Nulla in realtà, i videogiochi sono abbastanza meritocratici, se sei bravo e fai risultati vieni quasi sempre premiato. Forse il nostro paese è troppo piccolo come popolazione, è difficile trovare una squadra di Italiani dove tutti i giocatori possano competere ai massimi livelli, se la tua squadra non fa’ risultati a livello Europeo/Mondiale non troverai mai uno sponsor che voglia pagarti.

E della Blizzcon? Pronto per questa avventura? Come si svolgerà precisamente la manifestazione di HotS?

Ci stiamo allenando molto intensamente per la Blizzcon, io sono pronto, i miei compagni un po’ meno! Sarà un torneo ad eliminazione diretta, alcuni dei team che parteciperanno si sono allenati per mesi, sfortunatamente mi è stato dato solamente 1 mese per allenare i ragazzi dei Fnatic, però devo dire che Naniwa e SaSe stanno migliorando molto velocemente.

“Mi piacerebbe che fosse implementato il Profeta Velen, perchè voglio più curatori da giocare XD!!”

Quali sono secondo te le più importanti differenze tra Heroes e gli altri giochi concorrenti.

La laning phase è quasi inesistente, dopo qualche minuto comincia il bagno di sangue, di conseguenza il gioco risulta più veloce e meno noioso. Personalmente trovo che farmare players sia molto più divertente che last hittare minions per 20 min.

Chiarissimo! Qual’è la tua mappa preferita e perché?

Cursed Hollow, perché trovo sia la mappa più bilanciata ed interessante del gioco, la mia parte preferita sono i due Golem giganti che si trovano ai lati delle due giungle, danno la possibilità di fare push molto aggressivi.

Cursedhollow3

In HotS hai un eroe preferito?

Certo! Uther l’Araldo della Luce!

Quale dei tre giochi blizz protagonisti in HotS (WoW, Diablo e Starcraft) preferisci?

Credo che WoW abbia i personaggi più interessati al momento.

Quale eroe di World of Warcraft vorresti vedere prossimamente inserito nel Nexus?

Mi piacerebbe un personaggio come il Profeta Velen, perchè voglio più curatori da giocare XD!!

Grazie Ace per queste veloci battute! Ti auguriamo tutto il meglio per i futuri impegni che ti vedranno protagonista e per l’esibizione ad Anheim…Powned.it è tutta con te!!

Grazie a voi ragazzi! E’ stato un piacere! Alla prossima e buon lavoro.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701